Vai al testo
Gravidanza 360° logo

Celiachia

Celiachia

La celiachia è una reazione immunitaria al consumo di glutine, una proteina presente nel grano, nell'orzo e nella segale. Il glutine si trova in qualsiasi alimento che contiene quei cereali, tra cui:

  • pasta
  • torte
  • cereali da colazione
  • la maggior parte dei tipi di pane
  • certi tipi di salse
  • alcuni piatti pronti
    Inoltre, la maggior parte delle birre è prodotta con l'orzo.

La celiachia è genetica. Gli esami del sangue possono aiutare il medico a diagnosticare la malattia. Il medico potrebbe anche dover esaminare un piccolo pezzo di tessuto dell'intestino tenue. Il trattamento è una dieta priva di glutine.

Non esiste una cura per la celiachia, ma seguire una dieta priva di glutine dovrebbe aiutare a controllare i sintomi e prevenire le complicanze a lungo termine della condizione.

Anche se si hanno sintomi lievi, è comunque consigliabile cambiare la dieta perché continuare a mangiare glutine può portare a gravi complicazioni. Questo può anche accadere se i test mostrano che hai un certo grado di celiachia anche se non hai sintomi evidenti.

È importante assicurarsi che la propria dieta priva di glutine sia sana ed equilibrata.

L'aumento della gamma di alimenti senza glutine disponibili negli ultimi anni ha permesso di seguire una dieta priva di glutine sia sana che varia.

Sintomi e possibili complicazioni

La celiachia colpisce ogni persona in modo diverso. I sintomi possono verificarsi nel sistema digestivo o in altre parti del corpo. Una persona potrebbe avere diarrea e dolore addominale, mentre un'altra persona potrebbe essere irritabile o depressa. L'irritabilità è uno dei sintomi più comuni nei bambini. Alcune persone non hanno sintomi. Nei bambini, il malassorbimento può influenzare la crescita e lo sviluppo, oltre a causare i sintomi osservati negli adulti.

Non trattata, la celiachia può causare:

  • Malnutrizione. Ciò si verifica se il tuo intestino tenue non è in grado di assorbire abbastanza nutrienti. La malnutrizione può portare ad anemia e perdita di peso. Nei bambini, la malnutrizione può causare una crescita lenta e bassa statura.
  • Indebolimento osseo. Il malassorbimento di calcio e vitamina D può portare ad un rammollimento osseo (osteomalacia o rachitismo) nei bambini e ad una perdita di densità ossea (osteopenia o osteoporosi) negli adulti.
  • Infertilità e aborto spontaneo. Il malassorbimento di calcio e vitamina D può contribuire a problemi riproduttivi.
  • Intolleranza al lattosio. I danni all'intestino tenue potrebbero causare dolore addominale e diarrea dopo aver mangiato o bevuto latticini che contengono lattosio. Una volta che il tuo intestino è guarito, potresti essere in grado di tollerare di nuovo i latticini.
  • Cancro. Le persone celiache che non seguono una dieta priva di glutine hanno un rischio maggiore di sviluppare diverse forme di cancro, tra cui il linfoma intestinale e il cancro dell'intestino tenue.
  • Problemi al sistema nervoso. Alcune persone con malattia celiaca possono sviluppare problemi come convulsioni o una malattia dei nervi delle mani e dei piedi (neuropatia periferica).

Frequenza

La celiachia è una condizione che colpisce almeno 1 persona su 100.

Ma alcuni esperti pensano che questo possa essere sottovalutato perché i casi più lievi possono non essere diagnosticati o essere erroneamente diagnosticati come altre condizioni digestive, come la sindrome dell'intestino irritabile (IBS).

I casi segnalati di celiachia sono circa 3 volte superiori nelle donne rispetto agli uomini. Può svilupparsi a qualsiasi età, anche se è più probabile che si sviluppino i sintomi:

  • durante la prima infanzia – tra gli 8 e i 12 mesi, anche se possono essere necessari diversi anni prima che venga fatta una diagnosi corretta
  • nella tarda età adulta – tra i 40 e i 60 anni di età

Le persone con determinate condizioni, tra cui il diabete di tipo 1 , malattie autoimmuni della tiroide, Down Sindrome e sindrome di Turner , hanno un aumentato rischio di contrarre la malattia celiaca.

Anche i parenti di primo grado (genitori, fratelli, sorelle e figli) di persone con malattia celiaca sono a maggior rischio di sviluppare la condizione.

Fattori di rischio

Fattori di rischio
La celiachia tende ad essere più comune nelle persone che hanno:

  • un membro della famiglia con malattia celiaca o dermatite erpetiforme
  • diabete di tipo 1
  • sindrome di Down o sindrome di Turner
  • malattia autoimmune della tiroide
  • colite microscopica (colite linfocitica o collagenosa)
  • morbo di Addison

Cause

I tuoi geni combinati con il consumo di cibi con glutine e altri fattori possono contribuire alla celiachia, ma la causa precisa non è nota. Anche le pratiche di alimentazione infantile, le infezioni gastrointestinali e i batteri intestinali potrebbero contribuire. A volte la celiachia diventa attiva dopo un intervento chirurgico, una gravidanza, un parto, un'infezione virale o un grave stress emotivo.

Trattamenti

La celiachia viene solitamente trattata semplicemente escludendo dalla dieta gli alimenti che contengono glutine.

Ciò previene danni al rivestimento dell'intestino (intestino) e i sintomi associati, come diarrea e mal di stomaco .

Se hai la celiachia, devi rinunciare a tutte le fonti di glutine per tutta la vita. I tuoi sintomi torneranno se mangi cibi contenenti glutine e causeranno danni a lungo termine alla tua salute.

Quando ti viene diagnosticata per la prima volta la celiachia, verrai indirizzato a un dietologo per aiutarti ad adattarti alla tua nuova dieta senza glutine. Possono anche garantire che la tua dieta sia equilibrata e contenga tutti i nutrienti di cui hai bisogno.

I sintomi dovrebbero migliorare notevolmente entro poche settimane dall'inizio di una dieta priva di glutine. Tuttavia, potrebbero essere necessari fino a 2 anni prima che il tuo sistema digestivo guarisca completamente.

In alcune persone, la celiachia può far funzionare la milza in modo meno efficace, rendendoti più vulnerabile alle infezioni. Potrebbe quindi essere necessario avere vaccinazioni extra, tra cui:

  • influenza;
  • Vaccino Hib/MenC;
  • polmonite e meningite;
  • vaccino pneumococcico;

Oltre a eliminare il glutine dalla tua dieta, il tuo medico di famiglia o dietologo può anche consigliarti di assumere integratori vitaminici e minerali, almeno per i primi 6 mesi dopo la diagnosi.

Questo ti assicurerà di ottenere tutti i nutrienti di cui hai bisogno mentre il tuo sistema digestivo si ripara da solo. L'assunzione di integratori può anche aiutare a correggere eventuali carenze, come l' anemia.

Se hai la dermatite erpetiforme, eliminare il glutine dalla tua dieta dovrebbe risolverlo. Tuttavia, a volte può essere necessario più tempo perché una dieta priva di glutine elimini l'eruzione cutanea. In questo caso, potrebbero essere prescritti farmaci per accelerare il tempo di guarigione dell'eruzione cutanea.

Celiachia non responsiva

Alcune persone celiache non rispondono a quella che considerano una dieta priva di glutine. La celiachia non responsiva è spesso dovuta alla contaminazione della dieta con glutine. Lavorare con un dietologo può aiutarti a imparare come evitare tutto il glutine.

Le persone con celiachia non responsiva potrebbero avere:

  • batteri nell'intestino tenue (crescita eccessiva batterica)
  • colite microscopica
  • scarsa funzionalità del pancreas (insufficienza pancreatica)
  • sindrome dell'intestino irritabile
  • difficoltà a digerire lo zucchero presente nei latticini (lattosio), nello zucchero da tavola (saccarosio) o in un tipo di zucchero presente nel miele e nella frutta (fruttosio)

Celiachia refrattaria

La celiachia refrattaria è un tipo più raro di celiachia in cui i sintomi continuano, anche dopo il passaggio a una dieta priva di glutine. Le ragioni di ciò non sono chiare.

Si stima che circa 1 persona su 140 con malattia celiaca svilupperà la forma refrattaria della condizione.

Se si sospetta la celiachia refrattaria, è probabile che verrai indirizzato a una serie di test per assicurarti che i tuoi sintomi non siano causati da un'altra condizione.

Se non è possibile trovare altre cause e la diagnosi è confermata, verrai indirizzato a uno specialista. Le opzioni di trattamento includono farmaci steroidei (corticosteroidi) , come il prednisolone, che aiutano a bloccare gli effetti dannosi del sistema immunitario.

Riferimenti bibliografici
  1. Celiac disease - Symptoms and causes. Mayo Clinic. Published 2021. Accessed August 26, 2021. https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/celiac-disease/symptoms-causes/syc-20352220

  2. Celiac Disease. Medlineplus.gov. Published 2021. Accessed August 26, 2021. https://medlineplus.gov/celiacdisease.html

  3. Celiac disease | Genetic and Rare Diseases Information Center (GARD) – an NCATS Program. Nih.gov. Published 2014. Accessed August 26, 2021. https://rarediseases.info.nih.gov/diseases/11998/celiac-disease

  4. Celiac disease | Genetic and Rare Diseases Information Center (GARD) – an NCATS Program. Nih.gov. Published 2014. Accessed August 26, 2021. https://rarediseases.info.nih.gov/diseases/11998/celiac-disease

A cura di: Amelia Lucia
Ultima revisione dell'articolo: 2021-08-23