Colore del latte materno

Il colore del latte materno cambia e cambia nel tempo. Può addirittura mutare nel corso di una stessa giornata o anche all’interno della stessa poppata.

A seconda di quello che mangi può acquisire delle sfumature verdi, rosa, rossa, ecc. A volte può persino acquisire un colore marrone o ruggine, se si mischia con del sangue. E’ lecito quindi chiedersi di che colore dovrebbe essere e cosa possa considerarsi normale.

Di seguito ti spiego tutto quello che devi sapere sul colore che può assumere il latte materno e sul suo significato.

Indice

Il colore “normale” del latte materno

Il colore del latte materno è solitamente giallo, bianco, trasparente, crema, marrone chiaro o con sfumature blu. Tuttavia può essere di altri colori e il cambiamento di colore può essere dovuto a diversi fattori.

Cambiamenti di colore nel tempo: dal colostro al latte maturo

cambiamento di colore da colostro a latte maturo
gravidanza360.net

Nelle settimane successive il parto il latte materno cambia rapidamente non solo nella composizione e nella quantità, ma anche nel colore.

Ecco cosa sapere sui diversi tipi di latte materno nei giorni e nelle settimane successive al parto, compresi i cambiamenti di colore.

Colostro

Il colostro è il primo latte prodotto dal tuo corpo. Viene prodotto fino a 5 giorni dopo il parto e solo in una piccola quantità. E’ concentrato, molto nutriente. e ricco di anticorpi. Gli alti livelli di beta-carotene gli conferiscono un colore giallo scuro o arancione. In genere è denso, ma può essere anche acquoso.

Latte di transizione

Dopo i primi giorni di colostro, il tuo corpo inizia a produrre latte di transizione. Durante il periodo di transizione – che dura circa due settimane – il colore del latte cambia tipicamente da giallo a bianco.

Latte maturo

Dopo circa due settimane dal parto il tuo corpo inizia la produzione di latte maturo. In generale,

  • quando il latte maturo inizia a fuoriuscire dal seno, all’inizio della poppata o dell’estrazione, è più sottile, meno grasso, con qualche sfumatura bluastra;
  • man mano che fuoriesce, il contenuto di grassi aumenta e il latte diventa più cremoso e di colore bianco o giallo.

Altri colori e cosa significano

latte materno di diversi colori
gravidanza360.net

Sebbene possa inizialmente lasciarci stupite è normale che il latte materno vari di colore anche al di fuori delle tinte descritte sopra. Questi cambiamenti sono generalmente legati alla dieta e non pericolosi.

Alimenti, erbe, integratori alimentari e farmaci sono tutti fattori che possono contribuire a formare il colore del latte materno, così come quello dell’urina.

Ecco quindi spiegati alcuni dei diversi colori che puo’ assumere il latte materno.

Latte materno bianco

Il bianco è il colore che la maggior parte delle persone si aspetta di vedere durante l’allattamento o l’estrazione.

La cosa interessante, tuttavia, è che il corpo in genere non produce latte materno bianco fino a pochi giorni dopo il parto. Ciò di solito si verifica quando il latte passa dal primo latte (colostro) al latte maturo.

Latte materno blu

Il latte materno che ha sfumature blu quando contiene meno grassi rispetto alla sua controparte bianca. Di solito ha questa colorazione il primo e l’ultimo latte della poppata.

Latte materno giallo

Ci sono diversi motivi per cui il tuo latte potrebbe essere giallo:

  • se hai appena iniziato ad allattare, probabilmente stai secernendo colostro;
  • mangiare cibi ricchi di betacarotene, come carote, zucca e patate dolci, può alterare la tonalità del latte e portarla verso il giallo;
  • il congelamento può rendere il latte leggermente giallo.

Latte materno verde

Dopo aver mangiato cibi verdi – come spinaci o alghe – cibi che contengono coloranti verdi, aver bevuto bevande verdi – come succhi di frutta o bevande energetiche – o aver assunto integratori alimentari a base di erbe, il tuo latte potrebbe assumere un colore verdastro.

Latte materno rosa, arancione, rosso o marrone

Il latte rosso o marrone può essere dovuto a coloranti alimentari o a danni al seno causati dall’allattamento o dall’estrazione.

Prodotti a base di barbabietole, arance e altra frutta rossa possono far assumere al latte materno diverse sfumature di rosa, rosso e arancione.

anatomia della mammella
Anatomia della mammella. Fonte: Allattamento al seno: tra arte, scienza e natura www.epicentro.iss.it

Anche la “sindrome del tubo arrugginito” che è innocua, è una condizione che può colorare il latte materno di rosso, color ruggine, quasi come fosse l’acqua sporca da un vecchio tubo arrugginito.

Infine, se hai i capezzoli screpolati, del sangue può entrare nel latte, magari creando delle strisce rosa o rosse. Ma niente panico: non devi buttare via il latte materno o interrompere l’allattamento: un po’ di sangue nel latte non farà male al tuo bambino. Nella maggior parte dei casi, l’emorragia scomparirà da sola in pochi giorni. In caso contrario, e continui a notare sangue nel latte materno per più di una settimana consulta il medico.

Il latte materno rosa neon brillante può invece essere un segno di un’infezione batterica. Anche in questo caso non allarmarti, ma se noti che il rosa neon brillante non va via in un paio di giorni consulta il tuo medico.

Latte materno nero

La produzione di latte materno nero è legata all’antibiotico MINOCIN ® Minociclina. L’utilizzo MINOCIN ® durante l’allattamento al seno è generalmente controindicato proprio per la capacità della minociclina di attraversare la barriera placentare e di accumularsi nel latte materno. Ecco perché è così importante che tu informi sempre il tuo medico che stai allattando prima di prendere qualsiasi farmaco.

Il colore cambia quando il bambino è malato

Diversi studi suggeriscono che la composizione del latte, e in particolare la sua concentrazione di globuli bianchi, cellule del sistema immunitario fondamentali nella lotta contro le infezioni, possa cambiare in risposta a malattie del bambino. Quando ciò accade, il tuo latte può cambiare colore in risposta al cambiamento della sua composizione per soddisfare le esigenze del tuo bambino.

Latte materno giallo durante lo svezzamento

Potresti continuare a produrre del latte anche mesi dopo aver svezzato completamente il tuo bambino. Man mano che la produzione diminuisce il latte diventerà sempre più giallastro e appiccicoso e potresti trovarne un leggero residuo sul reggiseno. Questo cambiamento è del tutto naturale e non indica un’infezione.

Il latte cambia colore durante la conservazione

Il latte materno può cambiare leggermente quando viene estratto e conservato. Nel frigorifero può separarsi in strati: potrebbe formarsi uno strato cremoso spesso, bianco o giallo sulla parte superiore e uno strato più sottile trasparente o colorato di blu sul fondo. Non devi preoccuparti. È normale e non significa che il latte sia andato a male, è solo che il grasso sale verso l’alto. Quando sei pronto per usarlo, devi solo mescolare gli strati facendo roteare delicatamente la bottiglia. Il latte materno può anche cambiare colore nel congelatore: il latte materno congelato può diventare più giallo. Se conservato in un congelatore, il tuo latte può durare un anno intero. Anche il latte materno congelato tende a sembrare più giallo: questo non ti dice nulla sulla freschezza del latte.

Mastite o dotti ostruiti

I dotti lattiferi ostruiti possono portare alla mastite, una condizione dolorosa che colpisce il seno durante l’allattamento. Il latte si addensa al punto in cui è difficile passare attraverso il capezzolo.

Potresti vedere filamenti di sangue o pus nel tuo latte e potrebbe raggrumarsi se lo conservi per alcune ore, ma queste cose non nuocciono al bambino. È importante continuare ad allattare anche attraverso i dotti ostruiti. Potresti notare che il tuo latte è giallo quando il condotto si sblocca, ma non c’è da preoccuparsi: è solo del latte grasso e denso che viene rilasciato. Ci sono alcune cose che puoi fare per evitare di ostruire i condotti:

  • svuota il seno durante le poppate.
  • allatta frequentemente e su richiesta.
  • assicurati di utilizzare le parti del tiralatte adatte al tuo seno
  • assicurati che il reggiseno non sia troppo stretto.

Quando chiamare il medico

Se il tuo latte rimane macchiato di sangue per alcuni giorni o più dovresti probabilmente contattare il tuo medico, poiché il latte materno rosa o rosso può essere indicativo di altri problemi.

Il colore del latte materno, conclusioni

Se sei alla prima esperienza con l’allattamento al seno, i cambiamenti nel tuo latte potrebbero allarmarti.

Conoscere il motivo dietro i cambiamenti di colore e capire che – nella maggior parte dei casi – si tratta di eventi comuni che di solito non sono pericolosi può essere rassicurante.

Fonti
  • Hassiotou F, Geddes DT. Immune Cell–Mediated Protection of the Mammary Gland and the Infant during Breastfeeding. Advances in Nutrition. 2015;6(3):267-275. doi:10.3945/an.114.007377

Hai trovato utile questo articolo?