Il cordone ombelicale: in gravidanza ed alla nascita

Pubblicità

Il cordone ombelicale è quel funicolo che connette il feto alla mamma. Inizia da un’apertura nel ventre del bambino ed arriva alla placenta materna. Solitamente é lungo 50 centimetri circa, è ha la funzione di apportare ossigeno e nutrienti dalla placenta a bambino.

Il cordone ombelicale è composto da tre vasi ombelicali:

Il cordone ombelicale e il feto #

Verso la fine della gravidanza, attraverso il cordone vengono passati degli anticorpi che conferiscono al bambino immunità dalle infezioni per i 3 mesi successivi alla nascita all’incirca. Va notato a questo riguardo che nel cordone vengono passati solamente gli anticorpi di cui la mamma già dispone.

Il cordone dopo la nascita #

Secondo le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità del 2012, per prevenire e trattare l’emorragia post partum occorre aspettare di bloccare e tagliare il cordone ombelicale dopo la nascita del bambino in quanto un ritardo nel serraggio del cordone consente il passaggio continuo di sangue dalla placenta al bambino per altri 1-3 minuti dopo la nascita. (3) Dopodiché alla nascita, l’ostetrica si occuperà del clampaggio, cioé della legatura e taglio del cordone ombelicale.

A tal fine collocherà sul cordone ombelicale, a circa 3-4 cm di distanza dalla pancia del bambino, una pinza di plastica. Porrà un’altra pinza all’altro lato del cordone ombelicale, vicino alla placenta. Quindi taglierà il cordone: sarà tagliato tra le due pinze, lasciando un moncone di circa 2-3 cm sulla pancia del bambino. Da questo, una volta guarito, si formerà l’ombelico.

Nel cordone non sono presenti nervi, quindi il suo taglio è totalmente indolore per il bambino.

Il moncone del bambino si secca, diventa nero e cade nell’arco di tempo che intercorre tra i 5 ed i 14 giorni dopo la nascita. Ci vorranno circa 10 giorni affinché l’ombelico guarisca del tutto. Fino a che l’ombelico non sarà completamente guarito, è molto importante tenere l’area pulita ed asciutta per prevenire l’insorgere di infezioni. (1)

I sintomi di un’infezione all’ombelico possono essere costituiti dalle seguenti condizioni.

  1. La base dell’ombelico che appare rossa o gonfia.
  2. L’ombelico che continua a sanguinare.
  3. L’ombelico che trasuda pus giallo o bianco.
  4. L’ombelico che produce delle secrezioni maleodoranti.
  5. Sembra che il bambino senta del dolore.

L’infezione del moncone del cordone ombelicale può portare all’onfalite, una condizione infettiva molto pericolosa e talvolta letale, perciò necessita di cure immediate(2).

Quando contattare il medico #

Occorre contattare il medico quando,

Riferimenti bibliografici 1. Umbilical Cord Care: Cleaning and Signs of Infection. American Pregnancy Association. Published April 25, 2012. Accessed August 21, 2021. https://americanpregnancy.org/healthy-pregnancy/first-year-of-life/umbilical-cord/
2. DELAYED CLAMPING OF THE UMBILICAL CORD TO REDUCE INFANT ANAEMIA‌. https://apps.who.int/iris/bitstream/handle/10665/120074/WHO\_RHR\_14.19\_eng.pdf;jsessionid=3BA63C851CF47C52CD687FC7D1388B51?sequence=1

Altri lettori anno trovato interessanti anche i seguenti articoli:

Di: Adele Paparotti / Pubblicato: