Le 40 settimane di gravidanza

10° – Decima settimana di gravidanza

Sei incinta da 2 mesi ed una settimana. A partire dalla 10 settimana il futuro nascituro (che da ora fino alla nascita prende il nome di feto) non subirà particolari modificazioni degli organi, ma piuttosto questi si svilupperanno strutturalmente e funzionalmente. Nelle tre settimane che seguiranno le sue dimensioni raddoppieranno.

Dalla fine di questa settimana in poi rischio che il nascituro sviluppi malattie e malformazioni congenite sarà notevolmente ridotto in quanto la parte più attiva dello sviluppo fetale termina proprio con la 10 settimana di gravidanza. [1]

Questo ovviamente non significa che nel corso dei prossimi mesi tu ed il tuo bambino siate completamente al sicuro da eventuali complicazioni, continua quindi a seguire i consigli e le raccomandazioni del ginecologo e a rivolgerti a lui qualora tu abbia dubbi o domande da porre.

Lo sviluppo dell’embrione durante la 10°settimana

lo sviluppo degli organi sensoriali del feto

occhi

Durante questa settimana gli occhi del feto continuano a svilupparsi, con la struttura ottica principale che è si trova già nella sua sede. Lo sviluppo dell’occhio avviene principalmente tra la terza settimana e la decima settimana di gravidanza e coinvolge l’ectoderma, le cellule della cresta neurale e il mesenchima: [2]

  • l’ectoderma del tubo neurale dà origine alla retina, all’iride e all’epitelio del corpo ciliare, al nervo ottico, alla muscolatura liscia dell’iride e ad alcuni dell’umor vitreo.
  • l’ectoderma superficiale dà origine alla lente, all’epitelio congiuntivale e corneale, alle palpebre e all’apparato lacrimale.
  • le restanti strutture oculari si formano dal mesenchima.

orecchie

Circa in questo periodo (9-10 settimana) nel collo del bambino appaiono piccole rientranze che poi inizieranno a muoversi verso l’alto, prima di svilupparsi in ciò che diventeranno le sue orecchie. Anche le strutture dell’orecchio interno hanno già incominciato a formarsi. [4, 5]

lo sviluppo facciale

In questa fase inizia a protrudere (cioè a sporgere) la fronte del nascituro.

In seguito, col graduale appiattimento della sua fronte, la testa del feto presto apparirà nella forma normale [3]. In questa fase, il volume della sola testa è pari al 50% del corpo. [6]

Anche i follicoli piliferi iniziano a crescere.

lo sviluppo degli arti

Nel corso della decima settimana di gravidanza, le esili mani e le gambe del feto continuano ad allungarsi.

Sulle dita iniziano a formarsi le unghie e le impronte digitali.

Già in questa fase, le sue impronte digitali sono uniche. [7]

Il tessuto osso incomincia a prendere il posto della cartilagine. [6]

lo sviluppo del sistema nervoso

E’ presente attività elettrica del cervello. [8]

lo sviluppo degli organi interni

Gli organi vitali del feto, il cervello, il fegato ed i reni, continuano la loro crescita, e – nello stesso tempo – iniziano anche a funzionare da soli. [9]

La sua ghiandola tiroide – l’interruttore principale per controllare la sua chimica unica del suo corpo – è ora operativa. Il suo pancreas produce enzimi digestivi e la sua cistifellea sta secernendo la bile; queste funzioni saranno essenziali per mangiare e digerire il proprio cibo dopo la nascita . [10]

Questa è anche la settimana in cui, separandosi gradualmente il torace e l’addome, inizia a svilupparsi il diaframma.

Anche gli organi sessuali crescono rapidamente. Nei maschi la prostata incomincia a formarsi proprio durante questa settimana. [11]

Ben presto potrai sapere se dovrai dipingere la stanza del bimbo di azzurro oppure di rosa.

Il feto alla 10 settimana di gravidanza

dimensioni dell’embrione durante la decima settimana di gravidanza

L’embrione ha già le dimensioni di un’oliva e misura circa 3.2 – 4 centimetri. [7, 12]

Ha iniziato anche ad aumentare di peso che, in questa fase, raggiunge all’incirca i 35 grammi. [7]

I cambiamenti nel corpo della donna

Il tuo utero in crescita ed il volume del tuo sangue che aumenta sicuramente continueranno ancora a farsi sentire sotto forma di sintomi e dolori vari.

Gli alti livelli di ormoni della gravidanza (hCG e progesterone) rendono il tuo viso liscio e gli danno un colorito splendente. Inoltre, l’aumento del numero di ghiandole sebacee facciali aumenta la produzione di olio nelle ghiandole facciali.

La connessione di tutti questi fattori, fanno sì che la pelle del tuo viso appaia più radiosa. Il tuo viso si inonda di quello che viene chiamato il «bagliore da gravidanza».

Le ghiandole mammarie producono latte, e ciò potrebbe portarti ad avere dei seni più formosi. [13]

Benché la tua pancia si stia espandendo giorno dopo giorno, è probabile che gli altri non lo notino: non c’è da preoccuparsi, è normalissimo, specialmente se sei alla prima gravidanza.

L’ecografia alla decima settimanaEcografia 10 settimana di gravidanza

Durante questa settimana, la pelle del feto, translucida se non addirittura trasparente, permette di vedere il funzionamento dei suoi organi interni mediante una ecografia in 4D.

Questa, solitamente, è la settimana in cui i genitori sentono per la prima volta il battito cardiaco del loro bambino, battito che viene spesso descritto come simile al «rumore di cavalli al galoppo».

La diagnosi prenatale

La diagnosi prenatale include una serie di esami (ecografie, test invasivi e test non invasivi come: amniocentesi, villocentesi, cordocentesi, duo-test, translucenza nucale, esami del Dna fetale) che permettono di identificare alcune malattie e anomalie che riguardano i cromosomi, il DNA, malattie congenite o altre malattie che potrebbe avere il bambino. [14]

Questi test vengono consigliati ai genitori solo in alcuni casi [15]:

  • se l’età della futura mamma supera i 35 anni;
  • se i test sierologici eseguiti su sangue materno (Bitest/Tritest) sono positivi;
  • se la mamma ha contratto un’infezione pericolosa per il feto come la rosolia, la toxoplasmosi o il citomegalovirus;
  • se dalle ecografie sono apparse delle anomalie nello sviluppo del feto;
  • se in famiglia esistono patologie riconducibili a malattie genetiche ereditarie.

Lo scopo della diagnosi prenatale è quello di:

  • informare i futuri genitori nel qual caso ci sia un elevato rischio che il futuro nascituro soffra di malattie congenite;
  • in caso di rischio elevato di malattie congenite, nell’informarle dell’esistenza di test mirati per l’accertamento della presenza di queste specifiche anomalie;
  • identificare alcune malattie che interessano il feto e, se possibile, di iniziare una cura farmacologica (o chirurgica) prima della nascita;
  • in caso di anomalie accertate, permette di programmare al meglio il parto e l’assistenza preparto;

Come accennato sopra, le indagini prenatali includono sia test invasivi, come:

che test non invasivi, come:

  • il test combinato
  • l’ecocardiografia fetale
  • l’ecografia

I primi consentono di verificare la presenza di anomalie legate al DNA ed ai cromosomi e comportano un rischio di aborto. I test non invasivi, invece, sono privi di rischi e forniscono “solo” una stima del rischio della presenza di alcune anomalie cromosomiche. [17]

Il test combinato in gravidanza (analisi biochimiche del sangue materno)

Il test combinato in genere viene eseguito tra la l’11 e la 14 settimana di gravidanza.

La 10 settimana potrebbe essere il momento in cui il tuoi medico potrebbe consigliarti di farti fare il test combinato, un esame, non invasivo, che permette di stimare (quindi di offrire una probabilità, non una certezza, che il feto possa essere affetto da alcune malattie prenatali:

Il test combinato, invece, non è in grado di valutare il rischio di difetti di chiusura del tubo neurale (come la spina bifida).

Il test combinato consiste in:

  • un prelievo di alcuni campioni di sangue per poter poi esaminare il DNA del tuo bambino
  • un esame ecografico per misurare lo spazio presente tra la nuca e la colonna vertebrale del feto (translucenza nucale)

Entrambe le prestazioni erogate non richiedono alcuna preparazione da parte della futura mamma.

Dal 2017 il Ministero della Salute ha incluso il test combinato fra le prestazioni offerte gratuitamente ed esenti ticket. [16]

I sintomi alla decima settimana

In molte donne con decima settimana iniziano a diminuire i «classici» sintomi della gravidanza, come la nausea mattutina, le vertigini ed il mal di testa.

Ad ogni modo, non c’è nulla di cui preoccuparsi se tali sintomi dovessero ancora persistere.

Oltre ai bruciori di stomaco, al gonfiore ed al meteorismo, i sintomi più comuni nel corso della decima settimana, consistono in:

  • un leggero dolore addominale;
  • un dolore alla parte bassa della schiena ed alla zona pelvica;
  • un dolore al legamento rotondo dell’utero;
  • stanchezza ed affaticamento;
  • disturbi del sonno (insonnia);
  • sogni «assurdi»;
  • rapidi cambiamenti d’umore con momenti di leggera «depressione»; [18]
  • vene bluastre che sporgono principalmente attorno ai seni ed all’ombelico (fenomeno dovuto all’aumento del flusso sanguigno);
  • cambiamenti nel seno; [13]
  • un indolenzimento dell’addome e del seno;
  • un aumento di peso (non eccessivo);
  • episodi di acne;
  • un’eccessiva fame o sete;
  • il fiato corto;
  • costipazione – potrebbe essere causata dagli ormoni della gravidanza e dell’utero che è in espansione;
  • dei dolori articolari.

I segnali a cui prestare attenzione

Come accennato, dopo la decima settimana di gravidanza il rischio di aborto cala considerevolmente. Tuttavia, per evitare eventuali possibili serie complicazioni, è bene porre attenzione ad alcuni  sintomi, quali,

  • un eccessivo e brusco aumento di peso. Se l’aumento è superiore al mezzo chilo per settimana dovresti comunicarlo al tuo medico, che potrebbe farti fare degli esami e dei test aggiuntivi. In alcuni casi un aumento di peso molto veloce ed accentuato (come 1 kg a settimana) potrebbe essere il sintomo di problemi di salute come, ad esempio, la preeclampsia. [18]
  • una forte nausea o vomito con sangue: il non trattare questi sintomi, potrebbe fare male al bambino, causandogli una disidratazione ed una perdita di peso;
  • dei crampi addominali intensi e/o grave sanguinamento vaginale: potrebbero costituire un’indizio di una gravidanza ectopica o di un aborto;
  • un dolore intenso alla zona pelvica od all’inguine;
  • dolore o bruciore durante la minzione: potrebbero indicare l’esistenza di infezioni del tratto urinario e di cistiti;
  • secrezioni marroni;
  • muco cervicale trasparente, giallognolo o verdognolo e dall’odore particolare: potrebbe indicare l’esistenza di alcune infezioni come, ad esempio, la candidosi;
  • febbre (oltre i 38°C) e brividi: ciò potrebbe aumentare il rischio di aborto;
  • mal di testa intenso, con o senza vertigini, e svenimento.

Alcuni consigli utili per una gravidanza serena

  • Nella tua dieta quotidiana  cerca d’inserire molti cibi ricchi di proteine: alcune sicure fonti di proteine salutari sono, i vegetali freschi come i fagioli e lenticchie, le noci, i prodotti a base di soia, il pesce e la carne.
  • secondo alcuni studi lo zenzero é un ottimo alleato nel contrastare la frequente nausea che potresti avere in questo periodo. E’ bene però tenere a mente che gli effetti possono essere molto diversi a seconda della quantità assunta e che, ad ogni modo, non sembra esistere ancora un consenso assoluto sulla sua efficacia e sull’assenza di effetti collaterali. Ti consigliamo di rivolgerti ad un ginecologo o a personale sanitario di fiducia per indicazioni su come combatttere la nausea [19]
  • Bevi molti liquidi in modo da rimanere sempre ben idratata: anche i frutti con un alto contenuti di liquidi -come ad esempio i meloni – prevengono la disidratazione.
  • Il calcio è un nutriente essenziale per il feto: oltre a formare e rafforzare le strutture rigide del corpo questo minerale ha varie funzioni, tra cui quella di supportare la formazione di muscoli e dei nervi, di consentire la coagulazione del sangue e di favorire la digestione. [20] Secondo uno studio, un’adeguata assunzione di calcio in gravidanza può anche aiutare a ridurre il rischio di pre-eclampsia e parto pretermine. [21] Quando sarà adulto, il calcio costituirà circa il 2% del peso corporeo del bambino. [20] È durante la gravidanza, tuttavia, che le ossa del feto necessitano di più calcio rispetto a qualsiasi altro stadio della sua vita – il terzo trimestre in particolare. [20] Il corpo umano non può produrre calcio, quindi è importante che tu ne assuma una quantità adeguata attraverso la rieta. Ma, oltre ad aiutare il bambino a crescere e a svilupparsi normalmente, un sano apporto di calcio in gravidanza è importante anche per la salute delle tue osse.
  • L’assunzione alimentare di riferimento (RNI) di calcio durante la gravidanza è di 700 mg al giorno, che dovrebbe essere conseguibile da una dieta ben bilanciata: a causa del nostro consumo moderato di latticini (i latticini sono una ricca fonte di calcio con una buona biodisponibilità. Altre fonti di calcio includono cereali, verdure a foglia verde e pesce) la maggior parte delle persone assume abbastanza calcio attraverso l’alimentazione. Tuttavia, se sei vegana o non comunque non assumi latticini, potresti dover aumentare l’assunzione di calcio per mezzo di integratori alimentari. La tua ostetrica o altro operatore sanitario sarà in grado di consigliarti su quanto calcio eventualmente dovresti integrare.
  • Per evitare di rimanere con lo stomaco vuoto, nel corso della giornata mangia dei piccoli snack: ciò aiuta a gestire meglio la nausea.
  • Evita di assumere dei cibi grassi in modo da prevenire un eccessivo aumento del tuo peso: infatti oltre al normale fabbisogno, hai bisogno solo di 300 calorie extra, oppure di 600 calorie extra se sei in una gravidanza gemellare.
  • Continua a fare riferimento alle indicazioni che ti ha dato il tuo medico riguardo all’eventuale necessità di integrare la tua alimentazione con integratori di acido folico.
  • Fai una visita dentistica di controllo: ciò perché il cambiamento nel volume del sangue potrebbe causare dei sanguinamenti o gonfiori alle gengive.
  • Continua a fare degli esercizi fisici leggeri (come il passeggiare), oppure iscriviti ad un corso di yoga prenatale.
  • Chiedi al tuo partner di accompagnarti alla visita medica di controllo, in modo che anche lui possa meglio rendersi conto a cosa tu andrai incontro a partire da questa fase: ciò lo aiuterà anche a cominciare a stringere un legame con il bambino.
  • Considera l’acquisto di alcuni capi di abbigliamento premaman: ne avrai bisogno presto.

 Video di ecografie nella decima settimana

[1] «Birth Defects Information, Signs, & Causes», Cleveland Clinic. [In linea]. Available at: https://my.clevelandclinic.org/health/diseases/12230-birth-defects. [Consultato: 12-apr-2019].

[2] «The Development of the Eye». [In linea]. Available at: http://education.med.nyu.edu/courses/macrostructure/lectures/lec_images/eye.html. [Consultato: 12-apr-2019].

[3] «Sviluppo fetale: il 1 ° trimestre – Mayo Clinic». [In linea]. Available at: https://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/pregnancy-week-by-week/in-depth/prenatal-care/art-20045302. [Consultato: 12-apr-2019].

[4] «When Can a Fetus Hear: Womb Development Timeline», Healthline, 22-set-2015. [In linea]. Available at: https://www.healthline.com/health/pregnancy/when-can-a-fetus-hear. [Consultato: 20-apr-2019].

[5] «Fetal development: What happens during the 1st trimester?», Mayo Clinic. [In linea]. Available at: https://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/pregnancy-week-by-week/in-depth/prenatal-care/art-20045302. [Consultato: 20-apr-2019].

[6] M. Wyganowska-Świątkowska e A. Przystańska, «The Meckel’s cartilage in human embryonic and early fetal periods», Anat Sci Int, vol. 86, n. 2, pagg. 98–107, giu. 2011. – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20799009

[7] perinatology.com: Fetal Development [In linea]. Available at: http://perinatology.com/Reference/Fetal%20development.htm [Consultato: 12-apr-2019].

[8] D. of H. & H. Services, «Pregnancy – week by week». [In linea]. Available at: https://www.betterhealth.vic.gov.au:443/health/healthyliving/pregnancy-week-by-week. [Consultato: 20-apr-2019].

[9] «Embryo vs. Fetus: The First 27 Weeks of Pregnancy», MedicineNet. [In linea]. Available at: https://www.medicinenet.com/embryo_vs_fetus_differences_week-by-week/article.htm. [Consultato: 12-apr-2019].

[10] K. J. G. and D. L. Riley, «Week 10 Ultrasound: What It Would Look Like», Parents, 08-nov-2009. [In linea]. Available at: https://www.parents.com/pregnancy/week-by-week/10/your-growing-baby-week-10/. [Consultato: 20-apr-2019].

[12] «Boy or Girl? Early Signs of Your Baby Gender», Flo.health – #1 mobile product for women’s health. [In linea]. Available at: https://flo.health/pregnancy/pregnancy-health/prenatal-testing/early-signs-of-your-baby-sex. [Consultato: 12-apr-2019].

[12]«Fetal Development – 10 Weeks – Embryology». [In linea]. Available at: https://embryology.med.unsw.edu.au/embryology/index.php/Fetal_Development_-_10_Weeks. [Consultato: 12-apr-2019].

[13] C. M. Bayer et al., «Assessment of breast volume changes during human pregnancy using a three-dimensional surface assessment technique in the prospective CGATE study», Eur. J. Cancer Prev., vol. 23, n. 3, pagg. 151–157, mag. 2014.

[14] Linee-Guida Screening prenatale non invasivo basato sul DNA (Non Invasive Prenatal Testing – NIPT) [In linea]. Available at: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2381_allegato.pdf. [Consultato: 20-apr-2019].

[15] «Diagnosi prenatale: come e quando farla». [In linea]. Available at: https://www.pianetamamma.it/gravidanza/analisi-in-gravidanza/diagnosi-prenatale-come-e-perche-svolgerla.html. [Consultato: 20-apr-2019].

[16] S. User, «Test combinato in gravidanza (esami di accertamento)», ISSalute. [In linea]. Available at: https://www.issalute.it/index.php/la-salute-dalla-a-alla-z-menu/t/test-combinato-in-gravidanza-esami-di-accertamento. [Consultato: 13-apr-2019].

[17] S. User, «Diagnosi prenatale», ISSalute. [In linea]. Available at: https://www.issalute.it/index.php/saluteaz-saz/d/507-diagnosi-prenatale. [Consultato: 13-apr-2019].

[18] D. C. Nierenberg e C. scientifico in diretta | 21 dicembre 2017 07:57 pm ET, «Mood Swings & Mommy Brain: The Emotional Challenges of Pregnancy», Live Science. [In linea]. Available at: https://www.livescience.com/51043-pregnancy-emotions.html. [Consultato: 10-apr-2019].

[19] Stanisiere J, Mousset PY, Lafay S, How Safe Is Ginger Rhizome for Decreasing Nausea and Vomiting in Women during Early Pregnancy?, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29614764

[20] Dietary Calcium and Health  [In linea]. Available at: https://www.nutrition.org.uk/attachments/205_Dietary%20calcium%20and%20health%20summary.pdf. [Consultato: 20-apr-2019].

[21] G. J. Hofmeyr, T. A. Lawrie, A. N. Atallah, L. Duley, e M. R. Torloni, «Calcium supplementation during pregnancy for preventing hypertensive disorders and related problems», Cochrane Database Syst Rev, n. 6, pag. CD001059, giu. 2014. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24960615

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci iscrivendoti alla nostra Newsletter, oppure puoi anche seguirci su Facebook.