E’ sicura la piscina durante la gravidanza?

Uno studio del 2010 condotto dagli scienziati in Danimarca e pubblicato sulla rivista Epidemiology si è occupato di rispondere alla domanda “è davvero sicuro il nuoto in piscina durante la gravidanza?” Lo studio mirava a rispondere confrontando nuoto, ciclismo e nessun tipo di esercizio. Le conclusioni rivelavano che il nuoto è da considerarsi un’attività ideale per le donne in stato di gravidanza. Non c’era alcuna indicazione che il nuoto nell’acqua della piscina potesse essere associato ad effetti nocivi nella riproduzione.

Uno studio più recente, pubblicato nel 2013 sull’American Journal di Ostetricia e Ginecologia, ha indicato le preoccupazioni che agenti patogeni di origine idrica o metodi di disinfezione dell’acqua della piscina potrebbero aumentare il rischio di difetti alla nascita. Gli autori però dai dati osservati non hanno trovato un’associazione positiva tra l’uso della piscina e difetti di nascita, confermando dunque una posizione rassicurante sull’esercizio fisico del nuoto in piscina.

Tra le ultime novità, un rapporto pubblicato nel mese di dicembre dell’American College degli ostetrici e dei ginecologi ha presentato il nuoto come attività fisica sicura per le donne in stato di gravidanza. Nella sua recensione che riguarda l’esercizio fisico, la relazione per le donne incinte riflette ancora i nuovi dati clinici e scientifici.

In conclusione il nuoto è “ben tollerato dalle donne in stato di gravidanza e viene generalmente incoraggiato come forma di esercizio sicura”. Ovviamente rimangono di essenziale importanza alcuni fattori come il fatto che l’acqua e la pulizia generale della piscina siano ben mantenute. E’ ben ricordarsi infatti che le donne in stato di gravidanza hanno un livello di immunità più basso del solito ed è dunque importante non immergersi in una piscina che potrebbe avere tanti batteri.

immagine: Gonzalo Merat CC / ( BY-NC-ND ) 

Articolo aggiornato il: settembre 10, 2016 at 13:20 pm

Articoli e approfondimenti