L’endometriosi e gravidanza

Di A. Paparotti •  Aggiornato: 05/28/22 •  3 min di lettura

Cos’è

L’endometriosi è una condizione in cui l’endometrio – il tessuto che riveste la parete interna dell’utero – si sviluppa in posti sbagliati (ectopia) cioè in organi diversi dall’utero, principalmente nelle ovaie, nelle tube di Fallopio, nel peritoneo, nella vagina, nell’intestino.

I suoi sintomi

La maggior parte delle donne affette da un’endometriosi non accusa sintomi. Tra quelle che invece li accusano,

a) i sintomi più comuni sono i seguenti:

b) gli altri sintomi che possono essere collegati all’endometriosi sono costituiti da,

c) quelli rari invece comprendono:

;Endometriosi;
fonte: www.medicinenet

I dolori legati all’endometriosi

L’intensità dei dolori può cambiare di mese in mese, e può variare di molto a seconda della donna.

Il dolore pelvico dipende in parte dal posto in cui sono localizzati i focolai della patologia:

  1. i focolai endometriosici profondi e quelli presenti nelle aree con molte terminazioni nervose dolorifiche produrranno più probabilmente dolore;
  2. i focolai potrebbero anche produrre delle sostanze che vanno a circolare nel flusso sanguigno causando dolore.

Nell’endometriosi si può avere dolore quando i focolai endometriosici formano il tessuto cicatriziale.

Non ci sono delle correlazioni tra l’intensità del dolore e quanto estesa è l’endometriosi (ovvero il suo stadio).

L’endometriosi e la fertilità

L’endometriosi può essere una delle cause di sterilità delle coppie che altrimenti sarebbero sane.

Quando vengono fatti degli esami laparoscopici per valutare la sterilità, potrebbero essere trovati focolai di endometriosi in alcune di queste pazienti, molte delle quali non accusano sintomi dolorosi.

Le ragioni di una diminuzione nella fertilità non sono del tutto conosciute, ma potrebbero essere trovate sia in fattori anatomici che ormonali.

La presenza di un’endometriosi potrebbe coinvolgere masse di tessuto, o adesioni cicatriziali nella pelvi, le quali potrebbero stravolgere le normali strutture anatomiche, ad esempio le tube di Falloppio (che trasportano l’ovulo dalle ovaie).

In alternativa, l’endometriosi potrebbe influire sulla fertilità attraverso la produzione di ormoni e altre sostanze che hanno un effetto negativo sull’ovulazione, sulla fertilizzazione dell’ovulo, e/o sull’impianto dell’embrione.

A. Paparotti

Classe 1978, collabora con Gravidanza360° dal 2014. Supervisiona i contenuti del sito e gestisce i rapporti con i media. Il suo sguardo attento è sempre indirizzato sui nuovi articoli e sui trend che appassionano la community.