Estrone

L’estrone è uno dei tre principali ormoni sessuali (estrogeni) prodotti dall’organismo femminile. Gli altri due estrogeni sono l’estradiolo e l’estriolo.

L’estrone è uno dei tre principali ormoni sessuali (estrogeni) prodotti dall’organismo femminile. Gli altri due estrogeni sono l’estradiolo e l’estriolo.

L’estrone viene prodotto principalmente dalle ovaie, dal tessuto adiposo e dalle ghiandole surrenali. Ha un’attività biologica molto più debole dell’estradiolo.

L’attività dell’estrone nel corpo

Gli ormoni sono delle sostanze chimiche prodotte dal corpo che agiscono come dei messaggeri, nel senso che trasmettono dei segnali da una cellula/ più cellule ad un’altra/e, ed in tal modo servono a controllare ed a coordinare i modi di funzionamento e di risposta del nostro corpo.

Sono tre gli ormoni sessuali femminili (estrogeni) per eccellenza che il corpo della donna produce:

Nell’arco della vita di una donna, la quantità di ciascuno di questi estrogeni varia. Per quanto attiene più specificatamente all’estrone;

  1. durante l’età fertile della donna, la sua concentrazione nel corpo è inferiore a quella dell’estradiolo;
  2. ha un effetto più debole dell’estradiolo sui recettori ormonali specifici degli estrogeni;
  3. dal momento che è meno attivo dell’estradiolo, si ritiene che possa costituire una specie di serbatoio di riserva che, a seconda delle necessità può essere convertito in estradiolo.

Come viene prodotto nel corpo della donna

L’estrone viene prodotto attraverso uno speciale processo biochimico chiamato aromatasi (l’aromatasi è un sistema enzimatico che opera la sintesi di estradiolo), principalmente dalla conversione degli androgeni (un altro tipo di ormoni).

Gli androgeni possono quindi essere considerati i pro-ormoni degli estrogeni (cioè i precursori di questi ormoni).

L’estrone è prodotto in larga misura, dalle ovaie, dal tessuto adiposo, e dalle ghiandole surrenali, ed è il principale tipo di ormone estrogeno prodotto nelle donne in post-menopausa.

Nelle donne in premenopausa, circa il 50% dell’estrone viene prodotto dalle ovaie.

Il restante 50% viene prodotto dal tessuto adiposo e dalle ghiandole surrenali, che sono anche le fonti di estrone nei bambini, negli uomini e nelle donne in post-menopausa.

I suoi livelli troppo bassi

I bassi livelli di estrogeni possono causare nelle donne: osteoporosi, affaticamento, vampate di calore, perdita della libido e depressione.

Dato che l**‘estrone è il principale estrogeno** nelle donne in post-menopausa, si ritiene che i suoi bassi livelli possano essere la causa del peggioramento dei sintomi appena descritti e di altri sintomi comuni anche durante la menopausa, in particolare dell’osteoporosi.

I suoi livelli troppo elevati

Nelle donne col cancro al seno, si può avere una maggiore produzione di estrone. Quindi una sovrapproduzione di estrone può essere associata nelle donne allo sviluppo di cancro al seno e all’endometrio.

Anche le donne obese producono una maggior quantità di estrone (ricordiamo che l’aromatasi avviene anche nei tessuti adiposi).

A parte ciò, la produzione di estrone potrebbe avere altre ripercussioni sulla salute, sia positive che negative. Purtroppo però, essendo il meno potente dei tre estrogeni, è anche quello meno studiato e quello su cui si hanno meno informazioni.