Concepimento

La fase follicolare

Il ciclo ovarico ha una durata totale di circa 28 giorni ed è diviso, in una fase follicolare che inizia il primo giorno del ciclo mestruale e termina quando inizia l'ovulazione, in una successiva fase luteinica.

 

La fase follicolare

Come premessa ricordiamo,

  • che il follicolo è una microscopica cavità a forma di sacco,
  • che il ciclo ovarico, ha una durata totale di circa 28 giorni ed è diviso in una fase follicolare iniziale e una fase luteinica successiva,
  • che l’ovulazione è il momento durante il quale l’ovocita viene espulso dalle ovaie.

Viene definita appunto fase follicolare (chiamata anche fase pre-ovulatoria o proliferativa) quella fase del ciclo ovarico che inizia il primo giorno del ciclo mestruale e termina con l’ovulazione.

Durante la fase folicolare la ghiandola pituitaria (una ghiandola che si trova nel cranio) secerne un ormone che stimola le cellule uovo (gli ovuli) a crescere nelle ovaie.

Una di queste cellule uovo comincia a maturare in una struttura “a sacchetto” chiamata follicolo: sono necessari 13 giorni perché le cellule uovo raggiungano la maturità.

Dopo l’ovulazione, si chiude rapidamente la breccia ovarica, mentre il resto del follicolo si retrae e forma un corpo luteo. Fonte: Attivazioni biologiche

Mentre la cellula uovo (ovulo, o ovocita secondario) matura, il suo follicolo secerne un ormone che stimola l’utero a sviluppare un rivestimento di vasi sanguigni e tessuti molli chiamato endometrio.(1)

endometrio-ovaia-follicolo

Nella fase folicolare un numero ridotto di follicoli nell’ovaio maturano fino a che uno di questi rilascia un uovo

Le fasi del ciclo mestruale

Il conto dei giorni del ciclo mestruale ha inizio il primo giorno delle mestruazioni. La lunghezza più comune del ciclo delle donne è, come abbiamo detto, di 28 giorni.

L’intera durata del ciclo mestruale può essere suddivisa anche nelle seguenti quattro fasi principali(2):

  • la fase mestruale, dal 1° al 5° giorno;
  • la fase follicolare, dal 1° al 13° giorno;
  • la fase ovulatoria, 14° giorno;
  • la fase luteale, dal 15° al 28° giorno.

Fase follicolare, e fertilità

Durante la fase follicolare, la temperatura basale della donna si abbassa sino ai minimi della gamma delle temperature pre-ovulatorie.

Dopo l’ovulazione, la temperatura invece aumenterà sino al grado massimo, tipico del periodo post-ovulatorio, e la donna entrerà nella fase luteale, che dura fino alla fine del ciclo.

Durante la seconda metà della fase follicolare, i livelli di estrogeni aumentano in modo tale che il suo corpo possa sviluppare l’endometrio (o il rivestimento dell’utero) in cui l’ovulo si implanterà se avviene la fecondazione.

Mentre la lunghezza della fase luteale si mantiene generalmente costante da ciclo a ciclo (può al massimo variare di un giorno o due), la lunghezza della fase follicolare è meno prevedibile.

Questo perché molte donne non ovulano sempre nello stesso giorno ogni ciclo.

Quindi, se vuoi prevedere il prossimo periodo con la massima precisione, dovresti farlo non basandosi sulle lunghezze complessive dei cicli precedenti, ma sulle lunghezze delle precedenti fasi luteali. (2)

Così ad esempio,

  • se la tua fase luteale solitamente è di circa 15 giorni,
  • e se nel tuo ciclo corrente hai la conferma dell’ovulazione grazie ad un cambiamento duraturo della temperatura basale nel giorno 13,
  • puoi aspettarti l’inizio del tuo periodo intorno al giorno 29 del tuo ciclo (contando quel giorno come il giorno 1 del tuo prossimo ciclo, ovviamente).

Le sue tre sotto-fasi

Dal punto di vista fisiologico, la fase follicolare si suddivide in tre sottofasi diverse, ciascuna caratterizzata da criticità e specificità diverse:

la sotto-fase prenatale

  • Dura tra i 3 ed i 5 giorni.
  • In questa fase, il follicolo primordiale diventa un follicolo primario e, attorno all’oocita si forma la cosiddetta zona pellucida.
  • In questa fase, alcune cellule dello stroma ovarico si differenziano a formare lo strato esterno delle cellule della teca (cellule endocrine dell’ovaio costituite da tessuto connettivo).
  • Alla fine della fase prenatale, sulle cellule tecali compaiono i recettori dell’ormone luteinizzante (LH), e sulle cellule della granulosa i recettori dell’ormone follicolo-stimolante (FSH): entrambi questi recettori sono fondamentali per la continuazione dell’ovogenesi. (3)

la sotto-fase antrale

  • Dura tra gli 8 ed i 12 giorni.
  • In questa fase avviene la maturazione del follicolo in modo ormone-dipendente attraversando 7 stadi maturativi successivi, distinti principalmente in base alla diversa grandezza follicolarela. (4)

la sotto-fase pre-ovulatoria

  • Dura circa 37 ore, e precede l’evento dell’ovulazione.
  • In questa fase avviene la ripresa della meiosi (la meiosi è quel processo mediante il quale maturano le cellule uovo femminili e gli spermatozoi maschili) con il distacco dell’oocito (detto anche ovocita, od oocita) secondario dalla parete, il quale è libero di fluttuare nel liquido antrale.

In questa fase, il follicolo pre-ovulatorio aumenta considerevolmente il suo volume.(3)

Articolo di Amelia Lucia. Data di pubblicazione: 14 Giugno 2017. Ultima modifica: 23 Novembre 2019.

Se vuoi continuare a seguirci puoi farlo su Facebook