Fumare in gravidanza: Fumare in gravidanza: 3 donne su 100 non riescono a smettere

La gravidanza è un ottimo momento per smettere di fumare. Dopo averlo fatto ti sentirai meglio di salute, con te stessa, e avrai più energia per vivere la gravidanza in serenità e salute. Ridurrai anche i rischi di futuri problemi di salute per il bebè, come malattie cardiache, cancro e altri problemi ai polmoni.

Diversi studi scientifici hanno confermato che il tabagismo della madre durante la gravidanza è una delle principali cause di aborto spontaneo e di parto prematuro, così come di aumento della mortalità e morbilità perinatale e infantile. Inoltre il fumare in gravidanza è causa da aumentato rischio di sindrome di morte improvvisa del lattante, di basso peso alla nascita e della sindrome di astinenza neonatale da nicotina.(1)

I problemi causati dal fumo che possono continuare a manifestarsi su tuo figlio anche dopo il parto includono un ritardo nella crescita cognitiva, un rischio maggiore di infezioni respiratorie e asma.

Inoltre, è anche emerso che le madri che fumano hanno meno latte (e di minore qualità) rispetto a quell che non fumano. (1)

I motivi per smettere di fumare sono davvero tanti, quindi, ma non per questo si tratta di una scelta facile da portare a fondo, soprattutto con lo stress che spesso accompagna gravidanza. Ed è per questo che 3 donne su 100 non riescono a smettere.(2)

L’effetto del fumo di sigaretta

Quando fumi, inali veleni come la nicotina, il piombo, l’arsenico e il monossido di carbonio.

Questi veleni entrano nella placenta e impediscono al feto di ricevere l’apporto adeguato di sostanze nutritive e ossigeno di cui ha bisogno per crescere.

Secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti (3),

  • le donne che fumano durante la gravidanza hanno più probabilità rispetto ad altre donne di avere un aborto spontaneo,
  • il fumo può causare problemi con la placenta: la placenta può separarsi troppo presto dall’utero, causando sanguinamento pericoloso sia per la madre e il bambino.
  • fumare durante la gravidanza aumenta il rischio di parto prematuro o di un basso peso alla nascita
  • fumare durante e dopo la gravidanza è un fattore di rischio di sindrome della morte improvvisa del lattante (nota anche come sindrome della morte improvvisa infantile o morte inaspettata del lattante oppure in terminologia comune “morte in culla”)
  • i bambini nati da donne che fumano hanno più probabilità di avere alcuni difetti alla nascita, come labbro leporino o la palatoschisi

Se stai leggendo questo articolo e non sei ancora in dolce attesa, ma stai programmando un bebè sappi, inoltre, che fumare quando si sta cercando di concepire riduce la probabilità di restare incinta.

L’effetto del fumo passivo

Anche il fumo passivo può causare problemi al feto.

Recenti studi hanno dimostrato che se una donna si trova in presenza di fumo passivo durante la gravidanza ha una maggiore possibilità di avere un bambino che alla nascita pesa troppo poco e può avere problemi di salute. (6)

Per fortuna i divieti legislativi introdotti negli ultimi anni nel nostro paese e nella maggior parte dei paesi europei hanno avuto un impatto significativo non solo sul consumo di fumo, ma anche più in generale culturale: secondo un’indagine della Daxa, soltanto il 3,8% dei non fumatori ha dichiarato di aver viaggiato in auto con un fumatore che ha fumato nell’abitacolo in presenza di bambini o donne in gravidanza e soltanto un italiano su 10 consente ai propri ospiti fumatori di accendersi una sigaretta in casa. (4)

L’effetto del fumo di teza mano sui neonati

Il fumo di terza mano è la contaminazione che si verifica dal fumo di sigaretta; è il fumo che su deposita su tende, tappeti, mobili, suppellettili e indumenti. Queste tossine si accumulano nel tempo, una sigaretta alla volta.

Il fumo di terza mano è meno percepibile di quello passivo, ma ha ugualmente gravi effetti. Inoltre, poiché il cervello dei bambini e dei bambini piccoli si sta ancora sviluppando, sono molto più suscettibili a qualsiasi livello di tossine.

Anche il fumo di terza mano può causare seri problemi a neonati e bambini piccoli. Recenti studi collegano di terza mano ad un aumentato il rischio di asma, problemi respiratori, difficoltà di apprendimento e cancro nei neonati e bambini piccoli.

Ricerche eseguite in Italia hanno dimostrato che il 52% dei bambini nel secondo anno di vita è abitualmente esposto al fumo passivo. (7)

E poiché i bambini piccoli sono spesso più vicini in prossimità delle superfici che assorbono questi strati di tossine (e sono anche più propensi a mettere le loro bocche sulle superfici della stanza) questo rende queste superfici contaminate più pericolose per loro rispetto agli adulti.

Le donne incinte e i bambini dovrebbero cercare di stare lontano da qualsiasi luogo in cui si fumi o si sia fumato.

La terapia sostitutiva con nicotina

Sebbene la terapia sostitutiva con nicotina in gravidanza sia comuqnue pericolosa, lo sarebbe meno delle sigarette, che espongono sia la madre e il feto sia alla nicotina sia a una miriade di altre sostanze tossiche.(5)

Se proprio non riesci a dire basta alla nicotina e stai pensando ad una terapia sostitutiva prima di farlondovresti discuterne con il tuo medico.

Come smettere di fumare

  • Fai un elenco di tutti i motivi e i vantaggi di smettere, per te e per il tuo bambino. Ricorda anche che se smetti aumenta la quantità di sostanze nutritive e ossigeno che il bambino riceverà. Ricorda che per te, smettere difumare, riduce il rischio di futuri problemi di salute come malattie cardiache, cancro e problemi polmonari. ti dà più energia e ti fa risparmiare denaro;
  • cambia le tue abitudini quotidiane. Dopo i pasti, invece di fumare, introduci una nuova routine come andare a fare una passeggiata, leggere libro, o bere una tisana;
  • creati una cerchia di persone che ti supportino. Cercare di smettere di fumare è difficile, e avere un amico o un familiare da chiamare quando si è sul punto di fumare può davvero fare la differenza. È anche utile circondarti di persone che non fumano o che hanno anch’esse smesso di fumare.
  • Datti un obiettivo. Scrivi sul calendario la data in cui butterai via tutte le sigarette, gli accendini ed i posaceneri e preparati a festeggiarla con gli amici.

La cannabis in gravidanza

Ci sono prove che suggeriscono che l’uso della cannabis durante la gravidanza possa aumentare la possibilità di avere un bambino prematuro e/o di basso peso alla nascita e che potrebbe anche influenzare l’apprendimento e il comportamento a lungo termine del bambino.

Conclusione

Smettere di fumare ti aiuterà a sentirti meglio e a fornire un ambiente più sano per il tuo bambino.

Quando smetti di fumare:

  • il feto riceve più ossigeno
  • c’è meno rischio che il tuo bambino nascerà troppo presto.
  • riduci il rischio di sviluppare malattie cardiache, ictus, cancro ai polmoni, malattie polmonari croniche e altre malattie legate al fumo
  • avrai più energia
  • i tuoi vestiti, i tuoi capelli e la tua casa profumeranno meglio.
  • il tuo cibo avrà un sapore migliore.
  • avrai più soldi che puoi spendere per altre cose.
  • ti sentirai bene con quello che hai fatto per te e il tuo bambino.

Fumare dopo la gravidanza

Fumare durante e dopo la gravidanza aumenta anche il rischio di sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS).

Riferimenti bibliografici
  1. http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=53&area=Vivi_sano

  2. https://27esimaora.corriere.it/17_novembre_15/fumo-gravidanza-3-donne-100-non-riescono-smettere-tutti-biasimano-chi-aiuta-82ab4026-ca1c-11e7-aecd-d95fb150627a.shtml

  3. https://www.cdc.gov/reproductivehealth/maternalinfanthealth/tobaccousepregnancy/index.htm

  4. https://www.doxa.it/fumo-in-italia-2017

  5. http://www.treatobacco.net/it/page_64.php

  6. http://www.lung.org/about-us/blog/2016/06/secondhand-smoke-firsthand-risk.html

  7. https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/fumo/il-fumo-di-terza-mano-fa-male-come-quello-passivo