Accessori per il neonato

Il girello per il neonato

Anche se è ancora troppo piccolo per muoversi camminando, il neonato è fortemente attratto dal mondo esterno.
ll girello é lo strumento ideale perché possa esplorare il mondo che lo circonda muovendosi in autonomia e sicurezza e soddisfare questa sua irresistibile curiosità.

I girelli per i bambini

Il girello aiuta il bambino nei suoi primi incerti passi nella vita, permettendogli d’iniziare l’esplorazione dell’ambiente che lo circonda, che fino a quel momento aveva osservato da una postazione fissa.

La sua curiosità è tale che non lo spaventa affatto il fatto non essere ancora in grado di deambulare correttamente: molti di loro non vedono l’ora di potersi muovere il prima possibile, a qualsiasi costo!

NB. Il girello per neonati, quello che può aiutarli a sviluppare le loro capacità motorie, si adatta ai bambini che hanno (orientativamente) un’età compresa tra i 5 ed i 15 mesi.

Le opinioni circa la sua utilità

I giudizi dei pediatri su questo strumento accessorio per la prima infanzia non sono unanimi.

  • Infatti alcuni sostengono che il girello possa interferire con lo sviluppo motorio del bimbo, a causa della postura non corretta dei suoi movimenti sulle punte dei piedi, e del sostegno offerto dalla mutandina di protezione.
  • Queste condizioni, secondo questi specialisti, rallenterebbe l’apprendimento di alcune sue attività come lo stare in piedi e il camminare da solo, nonché l’allenamento della sua muscolatura.

Spetta perciò ai genitori la decisione “finale” circa il loro bambino: se permettere al proprio bimbo l’utilizzo del girello o non permetterlo?

La scelta girello si / girello no !

Probabilmente, proprio perché i pareri e gli esiti degli studi dei medici non sono affatto concordi sul punto, non si arriverà mai ad una “definitiva” risoluzione delle (combinate) questioni incentrate sulla sua effettiva utilità e sulle sue controindicazioni che sia condivisa.

Secondo molti tuttavia, e come spesso avviene in questi casi, la risposta giusta sta probabilmente a metà strada. Ed è quella che un girello va bene se viene utilizzato dal bambino,

  • alcune volte,
  • correttamente,
  • e con una certa moderazione.

Se viene utilizzato in questo modo è di aiuto al piccolo per lo sviluppo di una certa autonomia e di una sicurezza nei suoi primi passi, senza però precludergli la possibilità di sviluppare altre sue capacità ed abilità.

Un suo utilizzo “monitorato e moderato” può infatti essere importante per stimolare il bambino ad assecondare la sua voglia di esplorare il mondo e, nello stesso tempo, anche per incentivarlo anche a muoversi, a vincere la pigrizia, ed a cercare di diventare indipendente il più presto possibile.

Il girello in tal caso offre un sostegno che rende il bambino più sicuro e stabile e consente un buon allenamento ai suoi muscoli, in modo da far loro acquisire la tonicità necessaria per sostenerlo in posizione eretta”, così Gaetano Pagnotta, Responsabile di Alta Specializzazione di Ortopedia presso l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma.

Noi siamo della stessa opinione.

La scelta spetta in ogni caso ai genitori: ovviamente il nostro consiglio è quello di consultare anche il pediatra di fiducia e di prendere una decisione insieme a lui.

La scelta del girello giusto

Un girello deve innanzitutto consentire al bimbo libertà di movimento, ma in completa sicurezza. Perciò,

  • la base d’appoggio del girello deve essere stabile e solida,
  • il suo peso complessivo non deve essere eccessivo per non sforzare troppo il bimbo,
  • il girello deve poter essere regolato in altezza in modo da seguire il bambino nella sua crescita e di evitargli una non idonea posizione delle gambe,
  • la mutandina di protezione dev’essere certamente resistente ma deve, nel contempo, essere morbida perché si trova a diretto contatto con la pelle del bimbo.

Inoltre, un buon girello non può non avere,

  • dei paraurti in gomma utili per proteggere il bimbo dagli urti troppo decisi,
  • ed una giostrina con dei giocattoli sonori e luminosi in modo da divertirlo durante le sue scorazzate.

Suggerimenti circa il suo utilizzo

  1. E’ sempre utile che un adulto possa visivamente controllare il bambino per poter intervenire in caso di problemi.
  2. Occorre prestare attenzione che non ci siano alla portata del piccolo che si muove sul girello, degli oggetti potenzialmente pericolosi, come forbici, spigoli appuntiti, prese elettriche non protette.
  3. La stanza o l’area all’interno della quale si muove il bimbo col girello, dev’essere libera da quegli ostacoli che ne possono ostacolare i movimenti o provocare il suo ribaltamento.
  4. Per impedire che il bambino si allontani, il girello dev’essere più largo della porta della stanza dove questi svolge la sua “attività”.

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci iscrivendoti alla nostra Newsletter, oppure puoi anche seguirci su Facebook.