Gravidanza gemellare

Scoprire che sei in attesa di due gemelli costituisce sempre un’enorme sorpresa perfino se, conoscendo la tua storia familiare o essendoti sottoposta a dei trattamenti per la fertilità, sospettavi di poter avere una gravidanza gemellare: e comunque potrebbe occorrere del tempo perché ti abitui all’idea che avrai due -o più- gemelli.

gravidanza gemellare

Occorre premettere che lo sviluppo di gemelli nell’utero, é molto simile allo sviluppo di un bambino singolo. Poiché due o più feti stanno crescendo nell’utero durante lo stesso periodo ci sono tuttavia alcune differenze, prevalentemente nel corso degli ultimi mesi di gravidanza.

Con questo articolo vogliamo darti una panoramica di quello che succede nel tuo utero durante una gravidanza gemellare. Tieni in mente che si tratta di una guida di carattere generale e, quindi, fai sempre riferimento alla tua ostetrica o al tuo ginecologo per qualsiasi domanda, sintomo, o preoccupazione che tu possa avere.

Perché si ha la gravidanza gemellare

ll concepimento dei gemelli può essere determinato da uno dei seguenti motivi:

  • tramite l’ ovulazione hai prodotto due ovuli che sono stati fecondati da due spermatozoi separati;
  • ti sei sottoposta a dei trattamenti per la fertilità (in questo caso, sicuramente già sapevi di correre il «rischio» di una gravidanza multipla);
  • hai prodotto un’ovulo, che è stato fecondato da uno spermatozoo che poi  spontaneamente si è diviso in due.(1)

Gemelli monozigoti o gemelli dizigoti: le differenze

Di seguito sintetizziamo le differenze tra i gemelli monozigoti e quelli dizigoti.

  • I gemelli dizigoti originano quando due ovuli separati vengono fecondati da due spermatozoi diversi. Ogni gemello ha la sua placenta ed il suo sacco amniotico. I gemelli possono essere due femmine, due maschi, oppure un maschio ed una femmina. Geneticamente, non si assomigliano di più di quanto si assomiglierebbero nel caso in cui fossero dei “normali” fratelli. Questa è la tipologia più comune.
  • I gemelli monozigoti originano quando un’ovulo singolo fecondato, si divide sviluppando due feti. I gemelli monozigoti potrebbero condividere la stessa placenta, ma solitamente ognuno ha un sacco amniotico separato. Geneticamente, i due bambini sono “identici”. Saranno dello stesso sesso e condivideranno i tratti e le caratteristiche fisiche. I gemelli monozigotici falliscono molto raramente dal dividersi completamente in due separati individui: in questo caso, si avranno i cosiddetti gemelli siamesi.

Gravidanze triple o multiple possono portare da avere gemelli monozigoti, dizigoti, oppure una combinazione di entrambi i tipi.

Durante le prime settimane di gravidanza, a meno che tu non sia in possesso di un qualche indizio che ti suggerisca una gravidanza gemellare, sarai probabilmente inconsapevole di avere due bambini che crescono dentro di te.

Il tuo ginecologo potrebbe sospettare una gravidanza gemellare se il tuo utero è più grande del normale, oppure se gli sembra che ci sia più di un battito cardiaco fetale. Più comunemente,  nella maggior parte dei casi, una conferma tramite un’ecografia fornisce la risposta definitiva.

A volte una gravidanza gemellare apparentemente normale, in seguito rivela la presenza di un solo bambino: questo fatto è conosciuto come la “sindrome del gemello scomparso”. Un’episodio del genere può rivelarsi doloroso, frustrante e può disorientare sopratutto perché, spesso, c’è una spiegazione chiara per questa «perdita».(2)

La gravidanza gemellare per la mamma

Anche nel caso di una gravidanza gemellare, il fatto di prenderti cura di te stessa è il modo migliore di prenderti cura anche dei tuoi bambini!. Comunque, ecco cosa potresti aspettarti in una gravidanza gemellare:

  • Controlli più frequenti. Potresti aver bisogno di ecografie più frequenti o di altri esami, specialmente col progredire della tua gravidanza.
  • Una maggior necessità di alcuni nutrienti. Avrai maggior bisogno di acido folico, ferro, di calcio, di proteine e di altri nutrienti essenziali.
  • Un’aumento di peso maggiore. Aumentare di peso- nel modo giusto, in rapporto ad una gravidanza gemellare- può favorire la salute dei tuoi bambini.
  • Una maggiore attenzione riguardo il parto post-termine. Solitamente, fino alla 41esima settimana, la lunghezza della gravidanza non viene considerata un motivo di preoccupazione. Invece, nel caso dei gemelli, ci sono delle ragioni a favore del fatto che queste preoccupazioni devono essere prese in considerazione prima. Il tuo medico potrebbe consigliare l’induzione del travaglio, o l’esecuzione di un taglio cesareo già alla 38esima o alla 39esima settimana di gravidanza.

Bonus bebè

Bonus bebé nel caso di gravidanza gemellare.

Anche nel 2017 dovrebbe (in quanto confermata dalla legge di Bilancio per il 2017, insieme ad altre misure a sostegno delle famiglie) essere possibile richiedere l’assegno di natalità, il cosidetto bonus bebé previsto dalla dalla legge n. 190 del 2014. Il bonus consiste in un assegno mensile pari a 80 euro, che possono diventare anche 160, per chi ha basso reddito: viene erogato per un triennio. Questo vale per il bambino singolo. In caso di parto gemellare doppio, l’assegno di natalità raddoppia.

Gravidanza gemellare e possibili complicazioni

Ogni giorno, ovunque, nascono dei gemelli sani! Tuttavia, è importante essere consapevoli che esistono anche delle possibili complicazioni nel caso di gravidanze gemellari. Per esempio:

  • Ipertensione. Le mamme di gemelli hanno maggiori probabilità di sviluppare durante la gravidanza ipertensione. Quando l’ipertensione si combina alle proteine nell’urina, la condizione è detta preeclampsia o gestosi.
  • Parto prematuro. Più bambini porti nel tuo grembo, meno probabilità hai di portare la tua gravidanza fino al termine.
  • Trasfusione feto-fetale. Nei gemelli monozigoti, è possibile che un vaso sanguigno della placenta connetta i sistemi circolatori dei due bambini. Questo fa sì che un bambino riceva troppo sangue, e l’altro troppo poco. Si tratta di una complicazione seria per entrambi i bambini, che potrebbe richiedere un’intervento invasivo durante la gravidanza. Potrebbe essere necessario indurre prematuramente il parto.
  • Parto cesareo. Per i gemelli, è solitamente possibile il parto vaginale se il primo bambino è posizionato a testa in giù. Se non è così, potrebbe essere consigliabile un taglio cesareo. In alcuni casi, le complicazioni sorte dopo il parto vaginale del primo bambino, potrebbero richiedere un parto cesareo per il secondo gemello.

Alcune curiosità sui gemelli

  • Lo sapevi che i gemelli instaurano tra loro un legame prima di nascere? Immagini ecografie tridimensionali, hanno mostrato che i feti all’interno dell’utero sembrano cercare intenzionalmente l’uno la presenza dell’altro, e stringersi tra loro, già a 18 settimane.
  • I gemelli si comprendono a vicenda. Secondo dei ricercatori, circa il 40% dei gemelli sviluppa un proprio linguaggio – e non si tratta di semplice linguaggio infantile -. I gemelli spesso si vedono tra loro come punti di riferimento per quanto riguarda il linguaggio, ed assegnano un significato ai propri farfugliamenti.
  • Potrebbero sbadigliare e «contagiarsi» a vicenda. Lo sbadiglio «contagioso» (come quando vedi qualcuno sbadigliare, ed istintivamente senti il bisogno di fare lo stesso) potrebbe non sembrare una questione importante. A parte il fatto che la maggior parte dei bambini solitamente non mostra questo comportamento finché non raggiunge all’incirca i cinque anni, età in cui la parte del cervello che controlla l’empatia inizia a maturare,  tuttavia è anche vero  che i bambini sbadigliano tanto in generale: quindi potrebbe trattarsi di una coincidenza. Ma esiste anche una buona possibilità che la creazione di legami nell’utero dia origine ad una connessione empatica, la quale porta i tuoi gemelli a condividere le loro “sessioni speciali” di sbadigli.
  • Sono diversi, anche se sono identici. Puoi riconoscere due gemelli monozigoti tra loro? Sebbene abbiano un DNA corrispondente, il profilo dei solchi e creste sulle loro pelli non è lo stesso: si pensa che le impronte digitali siano determinate dalla crescita ossea di ogni bambino e dal contatto con il liquido amniotico nell’utero e pertanto, anche se potranno essere anche molto simili, le loro impronte digitali non saranno mai esattamente uguali (diversamente, ad esempio, dalle loro fossette).
  • Ognuno influenza per anni il sonno dell’altro. Quando sono bambini, i pianti causati dalla fame di uno nel mezzo della notte sveglieranno l’altro (e anche se non lo fanno, probabilmente sarai tu a svegliare il gemello addormentato, quando l’altro si sveglia per mangiare). Quando saranno dei neonati, ridacchieranno l’uno verso l’altro attraverso le sbarre delle loro culle, scuotendo le ringhiere e cadendo di peso sui loro materassi. Quando saranno cresciuti, anche se un gemello è stanchissimo, non andrà a letto se l’altro è ancora sveglio, perché non vuole perdersi nulla di quello che potrebbe vivere.
Fonti
(1) http://www.twin-pregnancy-and-beyond.com/twin-pregnancy-week-by-week.html

(2) http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/pregnancy-week-by-week/in-depth/twin-pregnancy/art-20048161

Articolo aggiornato il: maggio 16, 2017 at 8:36 am

Articoli e approfondimenti



Sponsorizzati