Salute e benessere

Gli effetti benefici dello yoga prenatale

Vedremo alcuni degli effetti benefici per le donne incinte che possono avere, in relazione ad alcune specifiche loro condizioni, quelle che praticano lo yoga.

Lo yoga in gravidanza

I sostenitori di quella pratica “sportiva” a cui comunemente ci si riferisce con la parola yoga, tendono ad elogiare quest’attività in quanto é in grado di migliorare  nelle persone l’agilità, la flessibilità, l’equilibrio, la postura, e di eliminare ogni sorta di dolore e fastidio.

Ma non ne tessono gli elogi sono solo i praticanti dello yoga (yogi e yogini).

Non è raro infatti trovare dei medici che consigliano lo yoga per aiutare a risolvere tutta una serie di problemi attinenti anche alla vita di tutti i giorni.

Oltre che ad avere benefici effetti per le persone di tutte le età e condizioni di salute, lo yoga è anche utile anchealle donne nel corso della gravidanza.

Infatti sono molti e di diversa natura i benefici che una donna incinta può trarre da questa disciplina. Vediamo come e perché.

 

La consapevolezza corpo-mente / mind-body awareness

Nello yoga, il fatto di essere consapevoli significa anche conoscere/sentire (anche) il proprio corpo e la propria mente.

“C’è una grossa differenza fra essere consapevoli del corpo e possedere una coscienza del corpo…La persona che possiede la consapevolezza del corpo sa cosa sente e dove lo sente nel corpo” (Alexander Lowen, scrittore, psicoterapeuta e psichiatra statunitense).

Lo yoga comporta l’esecuzione di molti piccoli movimenti muscolari, molto “fini” che ci richiedono anche di essere altamente consapevoli, di “sentire” il nostro corpo ed anche ciò che i nostri muscoli stanno facendo.

Questo fatto può aiutarti ad essere più consapevole dei cambiamenti che stanno avvenendo nel tuo corpo quando entri in gravidanza e ad adattarti più facilmente a loro.

Infatti ogni stato di cambiamento, di sofferenza, di disagio od altro, coinvolge necessarimrnte anche la nostra psiche e non solo il nostro fisico.

Lo yoga e il mal di schiena

Il mal di schiena viene comunemente associato alla gravidanza proprio a causa del maggior peso aggiuntivo che la madre sta portando, ed a causa del cambiamento che questo comporta relativamente alla sua postura.

Lo yoga enfatizza l’importanza della postura delle persone ed insegna a mantenere una corretta posizione della schiena, mentre aiuta, allo stesso tempo, a rafforzare i muscoli di supporto che possono aiutare a mantenere la persona incinta in una posizione più verticale.

Molti studi scentifici hanno dimostrato che questo fatto può aiutare a prevenire il dolore alla schiena ed alle gambe, ed anche i gonfiori e l’insonnia.

Lo yoga combatte lo stress

Praticare lo yoga costituisce anche un eccellente modo per contrastare lo stress, per aiutare a calmare la propria mente e migliorare la propria concentrazione.

Quindi è uno strumento estremamente utile per superare alcuni problemi di questa natura che sono legati alla gravidanza:

  • quando si pratica qualsiasi forma di esercizio fisico – quindi anche di pratica lo lo yoga- vengono rilasciate delle endorfine nel  nostro cervello,
  • queste fungono da antidepressivi naturali in grado di aiutare a rimuovere alcune delle esperienze negative dovute ai cambiamenti ormonali durante la gravidanza.

Lo yoga e la respirazione

Lo yoga ci insegna anche come respirare quando facciamo gli allungamenti dei muscoli e le contrazioni muscolari per far lavorare il corpo nel modo più armonioso possibile.

Ciò è molto utile alla donna, in particolare quando nasce partorisce perché è allora che gli esercizi di respirazione diventano ovviamente molto importanti per far nascere il bambino.

Lo yoga e l’elasticità del corpo

Migliorando l’elasticità del corpo, lo yoga può conseguentemente aiutarci anche a ridurre la possibilità di lesioni. Allo stesso tempo lo yoga allunga i legamenti nell’area del bacino e dell’anca, riducendo in tal modo i dolori del travaglio.

Lo yoga e la circolazione sanguigna

Lo yoga migliora la circolazione del sangue, il che è molto importante in ogni momento della nostra vita, ed in particolare per le donne durante la loro gravidanza.

Questo miglioramento infatti contribuisce a ridurre al minimo i problemi relativi alla ritenzione idrica, e consente che le sostanze nutritive assunte vengano poi erogate in modo efficiente sia alla madre che al feto.

Lo yoga ed i muscoli

Proprio allo stesso modo che lo yoga è utile (sopratutto in occasione del parto) nel favorire la respirazione, è anche utile nel migliorare il tono di quei muscoli che vengono utilizzati.

I delicati movimenti dello yoga e le prese statiche sono finalizzati ad allenare i muscoli “profondi” che invece altri tipi di esercizi fisici potrebbero non essere in grado di influenzare.

Lo yoga e la salute in generale

Lo yoga “prenatale” non viene finalizzato solamente alla preparazione alla gravidanza, ma anche alla loro gravidanza: al fatto che successivamente le donne possano continuare ad essere sempre attive,

La maggior parte delle donne che seguono un regime di fitness regolare, si accorgono che gravidanza rappresenta un ostacolo nel continuare a fare pienamente ed efficacemente le attività a cui erano abituate: correre, nuotare, fare attività aerobica, ecc.

Ma non solo. Oltre a “perdere la loro forma”, si verificano in loro anche altri eventi correlati alla loro salute (aumento del grasso, della pressione sanguigna, problemi di umore ecc.).

Alla fine dei conti, in queste condizioni lo yoga è una forma di esercizio fisico (ed anche mentale) che le donne possono tranquillamente eseguire anche durante la gravidanza con effetti benefici sulla loro salute e sul loro benessere in generale.

Nota bene: lo yoga è anche molto efficace per recuperare e per gestire lo stress anche dopo la nascita del bambino e per tonificare nuovamente il corpo senza sottoporlo a troppi sforzi.

Yoga prenatale – Yoga Journal. Yoga Journal. Recuperato il 3 Agosto 2018, da http://www.yogajournal.it/yoga-prenatale/

Articolo di Adele Paparotti. Data di pubblicazione: 4 Agosto 2018. Ultima modifica: 25 Ottobre 2019.

Se vuoi continuare a seguirci puoi farlo su Facebook