Perdite di sangue in gravidanza

Nel corso della gravidanza, sanguinare o avere delle piccole perdite (spotting) è un fenomeno piuttosto comune; infatti si verifica nei primi tre mesi di gestazione in due donne su dieci(1).

Nella maggior parte dei casi questo fenomeno è imputabile ai normali cambiamenti che,  nel corso della gravidanza, avvengono nell’organismo.

È tuttavia importante saper riconoscere le possibili cause ed i vari tipi di sanguinamento, per sapere quando bisogna preoccuparsi e quando no.

sanguinamenti in gravidanza

Le perdite possono segnalare una gravidanza

Assieme alla nausea, al gonfiore, de ai crampi addominali, delle leggere perdite di sangue possono certamente essere tra i primi segnali di una gravidanza in corso(2).

Sanguinamento o spottting da impianto

Malgrado che, per indicare genericamente qualsiasi tipo di perdita ematica durante la gravidanza, si utilizzi il termine «sanguinamento», ci sono alcune differenze tra un sanguinamento vero proprio, e le piccole perdite vaginali chiamate «spotting» (dall’inglese to spot che vuol dire macchiare): saperne di più è molto importante per capire quali ne sono le cause e per riconoscere i segnali di eventuali pericoli. Vediamo quali sono le differenze.

Sporting da impianto. Per spotting s’intende la perdita di piccole quantità di sangue che è possibile notare anche nella biancheria. Lo spotting da impianto viene annoverato tra i sintomi innocui della gravidanza, e si verifica più comunemente durante il primo trimestre(3).

Sanguinamento. Per sanguinamento invece, s’intende un flusso intenso, simile a quello mestruale, che richiede l’utilizzo di assorbenti. Viene spesso associato a delle condizioni anormali, od a complicazioni della gravidanza(4).

Ad ogni modo, in caso di una secrezione ematica(5o di altri sintomi, dolorosi o non dolorosi che siano, è sempre consigliabile contattare il medico, poiché autonomamente non è possibile valutare i possibili (eventuali) rischi.

Le cause dei sanguinamenti in gravidanza

Il sanguinamento può dipendere da una serie di cause, alcune innocue(6), altre molto pericolose sia per la vita della madre che per quella del futuro bambino(7): per quanto scarso possa essere, potrebbe portare ad una serie di complicazioni, compreso l’aborto, la gravidanza ectopica e la placenta previa(3).

Le cause, nel primo trimestre, di spotting e di sanguinolento

a) dipendenti da situazioni non pericolose

Alla base di uno spotting da impianto o di un sanguinamento durante i primi periodi della gravidanza ci può essere tutta una serie di possibili cause non pericolose. Le principali sono:

  • Sanguinamanto o spotting da impianto (dell’ovulo fecondato nella parete uterina). Aviene durante la terza o la quarta settimana di gravidanza, solitamente intorno allo stesso periodo in cui sarebbe dovuto incominciare il ciclo successivo(1). Le leggere perdite cominciano dopo che l’uovo fecondato s’impianta nella parete uterina, e continuano per non più di un paio di giorni. Inoltre, i livelli di gonadotropina corionica (human chorionic gonadotropin, hCG) si alzano fino ad essere rilevabili da parte di un normale test di gravidanza in vendita in farmacia, all’incirca 5-6 giorni dopo all’impianto(8).
  • Perdite intermestruali. Un’altra causa innocua di spotting e di perdite ematiche si verifica quando il ciclo mestruale non si arresta durante la gravidanza. Talvolta infatti, i livelli ormonali non salgono abbastanza per “silenziare” il ciclo mestruale ed i sintomi ad esso associati (ad esempio, crampi addominali e nella parte bassa della schiena, disagio dell’area pelvica)(9). Tuttavia, le perdite intermestruali sono caratterizzate da un leggero spotting, in opposizione al flusso più forte del regolare ciclo mestruale.
  • Sanguinamento dopo un rapporto sessuale. Gli ormoni della gravidanza rendono più morbida la cervice e causano la cosiddetta erosione cervicale, responsabile di uno spotting marrone chiaro, che si riscontra spesso dopo i rapporti sessuali, sia nella prima parte della gravidanza, che nelle fasi più avanzate(10). Questo tipo di spotting può anche essere dovuto ad alcune infezioni vaginali/cervicali o alla crescita di polipi (non pericolosa).
  • Gravidanza gemellare. Lo spotting è più comune nelle gravidanze gemellari, a causa del più alto livello di ormoni(11)

b) dipendenti da seri problemi

Esistono anche delle cause più gravi di sanguinamento nella prima parte della gravidanza. Queste possono essere diverse.

  • Aborto spontaneo. Un’aborto spontaneo può verificarsi in qualsiasi momento della gravidanza, ma è più probabile che avvenga durante il primo trimestre(12). È una delle cause principali di sanguinamento nelle prime 12 settimane(13).
  • Gravidanza chimica. Col termine gravidanza chimica, ci si riferisce ad un tipo di aborto spontaneo molto precoce, che può verificarsi persino prima che l’uovo fecondato s’impianti nell’utero. I suoi sintomi principali sono il sanguinamento o lo spotting vaginale(14).
  • Gravidanza ectopica (gravidanza tubarica). Un’altra importante causa di sanguinamento si verifica quando l’embrione si impianta in una sede diversa dall’interno dell’utero(15).
gravidanza ectopica
La gravidanza ectopica: l’embrione si impianta nella tuba di Falloppio.
  • Gravidanza molare. Una fecondazione anomala dell’ovocita porta alla crescita di gruppi di sacche piene d’acqua nell’utero(16), causando in tal modo un considerevole sanguinamento.
  • Ematoma subcorionico. È caratterizzato dall’accumulo di sangue tra la parete uterina e la placenta, o dentro la placenta stessa(17), e può portare in alcuni casi al distacco placentare. Tuttavia, rimane spesso sintomatico, a parte che per un leggero spotting, e tende a riassorbirsi nel tempo(18).
  • Tessuto deciduale. Talvolta, delle piccole parti di tessuto si staccano e si disintegrano per ragioni sconosciute, causando un leggero spotting. A volte questo fenomeno viene  chiamato «minaccia d’aborto», ma di solito non causa nessun particolare danno al feto(19).

c) dipendenti da altre condizioni

Le altre possibili cause  possono essere dovute a fibromi uterini, endometriosi e utero basso o bicorne (a forma di cuore): per una gravidanza ed un bambino sano  queste condizioni necessitano dell’attenzione di un medico.

Anche l’assunzione di alcuni medicinali antinausea, come Zofran®, è spesso associata a complicazioni come sanguinamenti e aborti.

Le cause, nel secondo e nel terzo trimestre di gravidanza, di sanguinamento

Durante il secondo e il terzo trimestre, il sanguinamento non è comune quanto nelle prime fasi della gravidanza. E’ spesso associato a complicanze delle fasi avanzate.

Comunque,  se si nota dello spotting di colore rosaceo accompagnato da secrezioni mucose in concomitanza alla scadenza (37° settimana), ciò potrebbe indicare l’inizio del travaglio(20).

Anche qualunque pressione applicata all’utero o alla cervice durante un’esame medico interno, potrebbe portare ad un leggero spotting(21).

Altre cause, più serie, di sanguinamento intenso dopo la 15° settimana possono essere dovute a diverse cause, tra le quali le seguenti.

  • Placenta previa. Talvolta, la placenta blocca parzialmente o completamente il collo dell’utero e nel frattempo alcuni vasi placentari si stirano e si rompono, portando ad un sanguinamento(22).
  • Distacco della placenta. Si riferisce ad una condizione dove il distacco della placenta dalla parete uterina porta a dei sanguinamenti(21).
  • Rottura dell’utero. In questo caso il sanguinamento si verifica a causa della  rottura della parete uterina(23).
  • Vasa previa. Si tratta di una rara causa di sanguinamento, in cui il cordone ombelicale si attacca alla parete dell’utero, causando il passaggio dei vasi sanguigni fetali attraverso il canale del parto(24).
  • Anormalità cervicali. Altre possibili cause sono date da infiammazione della cervice, infezione cervicale, l’apertura prematura della cervice (che porta ad un travaglio prematuro) ed alcune crescite di masse cervicali(20).

Consigli in caso di sanguinamenti o spotting in gravidanza

Indichiamo qui di seguito alcune linee guida di carattere generale per ridurre il rischi di complicazioni fino al momento in cui il medico non sia in grado di diagnosticare i fattori responsabili del problema:

  • bere molta acqua allo scopi di prevenire la disidratazione e per tenere sotto controllo alcuni sintomi come la costipazione;
  • riposare a letto;
  • mantenere i piedi elevati quando siete sedute o sdraiate(3);
  • evitare di camminare, di fare le scale e di sollevare oggetti pesanti;
  • evitare l’esercizio fisico(25);
  • monitorare la quantità di sangue perso per capire se le perdite di sangue stanno aumentando;
  • annotare la tipologia di sanguinamento, se il sangue è rosso scuro, rosa o marrone e se ci sono dei grumi (il sangue di colore rosso vivo è sesso più preoccupante che dello spotting marrone)(7);
  • mettere in atto delle tecniche anti-stress come lo yoga;

Quando serve subito una visita medica

Una visita si rende comunque necessaria nelle seguenti situazioni.

  • Sanguinamenti costanti (anche in piccole quantità) per più di 24 ore, in ogni stadio della gravidanza(26).
  • Sanguinamento vaginale con perdita di tessuti, accompagnato ad intensi crampi addominali e dolore nella parte bassa della schiena (può indicare un aborto spontaneo).
  • Sanguinamento intenso accompagnato da dolore addominale, febbre (più di 38°C) e brividi(27).
  • Sanguinamento vaginale leggero, ma ricorrente (nel secondo trimestre) che sparisce da solo entro un paio d’ore.
  • Sanguinamento intenso, simile a quello mestruale, accompagnato da dolore pelvico, nausea e vomito (potrebbe indicare una gravidanza ectopica)(3).
  • Sanguinamento inspiegato accompagnato da capogiri, svenimenti e tachicardia (potrebbe indicare pressione bassa)(27).
  • Sanguinamento vaginale accompagnato da febbre, nausea, dolore durante i rapporti o dolori alla parte inferiore dell’addome (potrebbe indicare una malattia venerea come la clamidia, la gonorrea o altre malattie come infezioni del tratto urinario o infezioni dei reni)(28).
Fonti

(1) http://www.webmd.com/baby/guide/bleeding-during-pregnancy#1http://www.babycentre.co.uk/top-10-signs-of-pregnancy

(2) http://americanpregnancy.org/pregnancy-concerns/spotting-during-pregnancy/

(3) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/symptoms-and-solutions/vaginal-spotting.aspx

(4) http://www.webmd.com/baby/guide/7-pregnancy-warning-signs

(5) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/ask-heidi/week-7/spotting.aspx

(6) http://www.webmd.com/baby/guide/bleeding-during-pregnancy

(7) http://www.babymed.com/early-positive-pregnancy-test-after-implantation

(8) http://www.bellybelly.com.au/pregnancy/bleeding-in-pregnancy#.U4QXeXKSxvB

(9) http://www.babycentre.co.uk/x2313/why-do-i-have-light-bleeding-in-early-pregnancy

(10) http://www.webmd.com/baby/features/11-things-you-didnt-know-about-twin-pregnancies

(11) http://www.patient.co.uk/health/miscarriage-and-bleeding-in-early-pregnancy

(12) http://americanpregnancy.org/pregnancycomplications/bleedingduringpreg.html

(13) http://www.pregnancycorner.com/loss/chemical-pregnancy.html

(14) http://www.nhs.uk/conditions/pregnancy-and-baby/pages/vaginal-bleeding-pregnant.aspx#close

(15) http://www.cancerresearchuk.org/cancer-help/type/GTT/molar-pregnancy/about/symptoms-of-molar-pregnancy

(16) http://www.babymed.com/complications/subchorionic-hematoma

(17) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/pregnancy-health/complications/subchorionic-bleeding.aspx

(18) http://www.babyzone.com/pregnancy/pregnancy-complications/bleeding-first-trimester-causes_70372

(19) http://www.mayoclinic.org/symptoms/bleeding-during-pregnancy/basics/causes/sym-20050636

(20) http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/patientinstructions/000627.htm

(21) http://www.emedicinehealth.com/pregnancy_bleeding/article_em.htm

(22) http://www.merckmanuals.com/professional/gynecology_and_obstetrics/symptoms_during_pregnancy/vaginal_bleeding_during_late_pregnancy.html

(23) http://www.aafp.org/afp/2007/0415/p1199.html

(24) http://www.emedicinehealth.com/pregnancy_bleeding/page10_em.htm#bleeding_during_pregnancy_self_care_at_home

(25) http://www.mayoclinic.org/symptoms/bleeding-during-pregnancy/basics/when-to-see-doctor/sym-20050636

(26) http://www.merckmanuals.com/home/womens_health_issues/symptoms_during_pregnancy/vaginal_bleeding_during_late_pregnancy.html

(27) http://www.parents.com/pregnancy/complications/bleeding-and-spotting-during-pregnancy/

(28) http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/patientinstructions/000614.htm

(29) http://www.babycentre.co.uk/a3081/vaginal-spotting-or-bleeding-in-pregnancy

(30) http://www.babycenter.com/0_vaginal-bleeding-or-spotting-during-pregnancy_3081.bc

Articolo aggiornato il: agosto 12, 2017 at 10:46 am

Articoli e approfondimenti



Sponsorizzati