Progesterone in gravidanza

Il progesterone è un ormone steroideo sintetizzato dalle ovaie e dal surrene.

Nella seconda metà del ciclo mestruale viene secreto in quantità modesta dall’ovaio; dopo l’ovulazione il corpo luteo ne produce quantità elevate.

Da quel momento, il progesterone esercita la sua azione principale, permettendo la creazione delle condizioni adatte alla fecondazione della cellula uovo, ed al suo annidamento nella mucosa uterina (endometrio), eventi che segnano l’inizio della gravidanza.

progesterone

I livelli normali di progesterone

I livelli di progesterone indicati di seguito sono delle medie: potrebbero quindi variare in quanto possono essere influenzati da molti e diversi fattori, quali la fase del ciclo, se è avvenuta l’ovulazione o meno, quali laboratori hanno eseguito la misurazione, se il sangue è stato prelevato prima o dopo mangiato, se è mattina o pomeriggio, etc.

Fatte queste premesse, eccoli questi valori medi.

  • Donne all’inizio del ciclo mestruale: 1 ng/mL o minore.
  • Prima dell’ovulazione: i valori di progesterone nel sangue rimangono sotto i 10 ng/ml.
  • A metà della seconda fase del ciclo: circa 7-10 giorni dopo l’ovulazione, i livelli di progesterone rimangono sopra gli 8-10 ng/mL.
  • Donne a metà del ciclo: 5 – 20 ng/mL
  • Primo trimestre di gravidanza: 11.2 – 90 ng/mL
  • Secondo trimestre di gravidanza: 25.6 – 89.4 ng/mL
  • Terzo trimestre di gravidanza: 48.4 – 42.5 ng/mL

I livelli di progesterone sono generalmente più alti quando si è incinte, ma possono raggiungere valori fino a 20 ng/mL , anche in una donna non incinta.

Durante la gravidanza i livelli di progesterone si dovrebbero mantenere al di sopra di una soglia di 10-12 ng/mL per aumentare la probabilità di una buona riuscita della gravidanza.

Nota 1

Le due ragioni più comuni di un livello elevato di progesterone nel sangue sono l’ovulazione e la gravidanza. Altrimenti, le occasioni – più rare – in cui i livelli di questo ormone possono alzarsi sono date da,

  • un errore di laboratorio dovuto alla reazione aspecifica con altri ormoni;
  • l’assunzione di integratori di progesterone;
  • un cancro all’ovaio;
  • un cancro del surrene;
  • una iperplasia congenita surrenale, un gruppo di disturbi che colpisce la ghiandole surrenali.

Nota 2

Non si può testare sui livelli di progesterone la presenza di una gravidanza. Può essere ritenuta affidabile solamente la presenza dell’ormone hCG  (1).

La funzione del progesterone

Il progesterone prepara l’endometrio, cioè il rivestimento interno dell’utero, per l’impianto dell’ovulo fecondato e quindi anche per una possibile gravidanza.

Il progesterone previene che avvengano contrazioni dell’utero, ed evita che si verifichi la maturazione di un nuovo follicolo.

Durante la gravidanza viene prodotto dalla placenta, e i suoi livelli rimangono alti fino alla nascita del bambino.

Il progesterone e l’ovulazione

Di solito, i livelli di progesterone vengono misurati circa una settimana dopo la presunta ovulazione, poiché in questo momento dovrebbero essere al loro massimo.

Se il sangue viene prelevato troppo presto, il test potrebbe dare un risultato falso negativo.

Un falso negativo significa che l’ovulazione è avvenuta, ma il sangue è stato preso troppo presto, e quindi che i livelli di progesterone non erano ancora saliti.

Dopo l’ovulazione, il progesterone viene prodotto in quantità sempre maggiori dal corpo luteo, salendo nel primo giorno dopo l’ovulazione da una base di 1.5 ng/mL, fino a 3 ng/mL.

I suoi livelli continuano a salire fino a raggiungere – dopo 7 giorni- un picco fino a 10-20 ng/mL.

I livelli di progesterone possono variare, anche durante la stessa giornata, a seconda del momento in cui avviene il prelievo del sangue.

Come aumentare il livello di progesterone

Un livello basso di progesterone, specialmente minore di 10 ng/mL, potrebbe indicare che non è ancora avvenuta l’ovulazione. Se questo non è vero, potrebbero essersi verificate determinate situazioni.

Alcuni medici prescrivono degli integratori di progesterone (pillole, iniezioni o supposte), mentre altri preferiscono non intervenire a meno che non ci sia un’evidenza forte di una carenza di progesterone.

Di seguito si elencano alcuni rimedi naturali utili, secondo la professoressa Nanette Santoro, medico e capo del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell’Università del Colorado e la dottoressa Wendy Warner, ABHIM e ostetrica-ginecologa a Langhorne, Pa. (2) a mantenere il giusto equilibrio ormonale:

mantieni un peso normale

  • L’ estrogeno e il progesterone si controbilanciano nell’organismo.
  • Se il grasso corporeo aumenta, il livello di estrogeno può salire, poiché le cellule adipose possono convertire altri ormoni in estrogeni.
  • Mantenendo un peso normale si aiuta a mantenere bilanciato l’estrogeno, contribuendo indirettamente al controllo del progesterone.

evita di fare troppo esercizio fisico e lo stress

  • Lo stress porta ad una produzione elevata e prolungata di cortisolo (l’ormone più importante legato allo stress).
  • Poiché i nostri organismi non sono fatti per produrre cortisolo a ritmi così elevati, ad un certo punto ripiegano trasformando il progesterone disponibile in cortisolo.
  • Questa compensazione aiuta a sopravvivere, ma lascia sbilanciati gli ormoni ovarici.

chiedi al tuo medico informazioni al riguardo di una possibile assunzione di agnocasto

  • L’agnocasto è un’erba conosciuta per migliorare la produzione di progesterone.
  • In particolare, agisce stimolando la ghiandola pituitaria a produrre più ormone luteinizzante, che a sua volta segnala all’ovaio di produrre più progesterone.

La gravidanza ectopica ed i bassi livelli di progesterone

Stando agli studi di Buckley e colleghi (Ann Emerg Med 2000 Aug;36(2):95-100), tutte le pazienti diagnosticate con una gravidanza ectopica presentavano dei livelli di progesterone inferiori al 22 ng/ml.

Delle pazienti con i livelli di progesterone minori di 22 ng/mL,

  • il 10% presentava una gravidanza ectopica,
  • ma nessuna delle pazienti con il progesterone sopra i 22 ng/mL aveva una gravidanza ectopica.

Questo significa che se il tuo livello di progesterone è maggiore di 22 ng/mL, la probabilità che tu abbia una gravidanza ectopica si abbassa al 2% o meno.

Tuttavia, anche se i livelli di progesterone sono minori di questo valore, la probabilità di avere una gravidanza NON ectopica sono comunque all’88% (3)(4).