Sdraietta

La sdraietta è quell’accessorio della prima infanzia il cui utilizzo sta prendendo sempre maggiormente piede tra i genitori che vogliono il massimo per il proprio bebè: fino a poco tempo fa non era considerato tra quelli indispensabili; ma dei recenti studi pediatrici hanno evidenziato delle loro potenzialità, finora ingiustamente sottovalutate.

Seggiolone, culla, passeggino e carrozzina sono parti importanti del corredino ideale del bebè, e ognuno di questo quattro accessori è stato studiato per una sua precisa e specifica funzione.

La sdraietta va completare il corredino, offrendo al bimbo quei particolari vantaggi che di seguito descriviamo.

Vantaggi dell’impiego di una sdraietta

Come anticipato, recenti approfonditi studi pediatrici sul mondo dell’infanzia,  hanno evidenziato i suoi benefici effetti di natura psicomotoria sui bimbi di età compresa tra i 2 e i 12 mesi, quando ancora non hanno ancora iniziato a “gattonare” :

  • la muscolatura ancora trascurata del bambino, viene sollecitata dal dondolio;

  • i bambini necessitano di essere tenuti in una posizione  che sia adeguata a garantire una postura corretta.

 

Sono entrambi condizioni determinanti nel primo periodo di crescita di ogni bimbo.

La sdraietta è un strumento  di un utile e piacevole intrattenimento del bimbo durante la giornata: i genitori possono tenerlo d’occhio pur  continuando a svolgere altri lavori, come il preparare la pappa o lo sbrigare le faccende domestiche.

Ed è uno strumento accessorio leggero e pratico, e può essere spostato senza problemi sia all’interno dell’ abitazione che all’esterno. Alcuni modelli sono provvisti di parasole, utili in occasione di gite o di viaggi.

Perché la sdraietta piacerà al bebé!

Rappresentando una posizione privilegiata per la visione del mondo che lo circonda, e questo è solo la prima delle molteplici ragioni che rendono la sdraietta uno degli accessori che il vostro bimbo apprezzerà maggiormente: la sua naturale curiosità lo attrae verso tutto quello che lo circonda, consentendogli di acquisire velocemente informazioni ed esperienze su un mondo a lui ancora sconosciuto ed ha la possibilità di mantenere il contatto visivo con i genitori e con i loro movimenti.
Altra importante occasione in cui questo accessorio si rivela efficace è quello che segue la pappa:  invece di lasciare il bimbo sul seggiolone che, per quanto confortevole, lo costringe in una scomoda posizione verticale che, se troppo prolungata potrebbe innervosirlo; invece di metterlo nella culla, una soluzione che quando non hanno sonno molti bimbi  mal sopportano, diventando perciò irritabili e propensi al pianto;  al contrario, la sdraietta consente maggiore libertà di movimento alle sue gambe, rendendolo libero di scalciare a piacimento e, quando si stancherà, lo farà riposare piacevolmente.
Il bebè ha una crisi di pianto? Nessun problema: il dondolio della sdraietta in pochi minuti lo rilasserà e la crisi terminerà avrà in un breve lasso di tempo.
Scommettiamo che il vostro bebè sarà tanto entusiasta della sdraietta da non voler più farne a meno?

Scegliere la migliore sdraietta

I modelli di sdraiette più evoluti, sono dotati di un motorino elettrico in grado di gestire il dondolio a più velocità. Ma anche quelli manuali non sono affatto da disprezzare, in quanto costringono il bebè a fare più esercizio!
La sdraietta dev’essere comoda per il bebè, quindi attenzione alla qualità dell’imbottitura – che  deve essere facilmente sfoderabile e lavabile in lavatrice – ed al sostegno del capo del piccolino: tutte le mamme sanno quanto ciò sia importante nei primi mesi di vita.
Per quanto concerne la sicurezza, la sdraietta deve  essere dotata di un’efficiente sistema anti ribaltamento, di una cintura che impedisca l’uscita accidentale del bimbo, e di un blocco del dondolio.
Ed i giochini?!  La sdraietta che il bimbo adorerà di più, deve assolutamente avere a disposizione giostrine con pupazzetti colorati e varie melodie musicali attivabili dal suo movimento o dal genitore!

Articolo aggiornato il: settembre 16, 2016 at 19:17 pm

Articoli e approfondimenti



Sponsorizzati