Il seggiolone da pappa: come scegliere quello migliore per il tuo bambino

Un seggiolone da pappa può essere utile ad aiutare il bambino a svezzarsi, a non nutrirsi di solo latte, ed a orientarsi verso un’alimentazione più varia.

Se molti genitori utilizzano inizialmente il passeggino come appoggio per le primissime pappate. Col passare dei mesi però questa sistemazione diventa meno pratica, ed un seggiolone per il proprio bambino diventa quasi una scelta obbligata.

Data la vasta offerta di seggiolini sul mercato, abbiamo redatto questa breve guida per aiutare i neo genitori ad indirizzarsi verso la scelta più consona alle loro necessità.

seggiolone

Perché acquistare un seggiolone

E opportuno averne uno per i seguenti motivi.

  • Innanzi tutto, perché i bambini agiscono molto per imitazione, quindi se osservano i genitori a tavola, vorranno imitarli gestendo in autonomia i propri piatti e le proprie posate.
  • Poi, perché il seggiolone diventa il “luogo” deputato ai primi esperimenti culinari dei  bambini semi-divezzi / divezzi: bicchieri e piatti rovesciati, starnuti a bocca piena e relativa tempesta di cibo, le mani nel piatto, e le difficoltà di coordinazione mano-bocca dei primissimi tempi. Piccoli disastri che però – e su questo tutti i pediatri concordano – è importante che il bambino possa sperimentare per acquisire la sua autonomia.
  • Inoltre, il seggiolone da pappa si rivela uno strumento utilissimo anche per i genitori, perché rappresenta un luogo circoscritto in cui il piccolo potrà esercitarsi con posate e bicchieri; vicino al resto della famiglia a tavola, ma senza necessariamente invadere con i residui di cibo gli spazi degli adulti.
  • Perché é interamente lavabile.
  • Perché é dotato degli opportuni accorgimenti che consentono al bambino e ai genitori la massima sicurezza.

Seggioloni per bambini: prezzi ed offerte online

Le varie tipologie di seggioloni in commercio

Il seggiolone è un valido aiuto per i genitori di bambini dai 6 mesi di età in su, non solo per le prime fase di svezzamento, quando devono prendere dimestichezza con le nuove consistenze dei cibi, ma anche nei primi anni di vita del bambino, perché consente alla famiglia di consumare assieme un pasto, senza troppe difficoltà.

I seggioloni, soprattutto quelli moderni, sono realizzati per essere resistenti e pratici, con le loro parti lavabili solo con un panno umido, o addirittura dotati di rivestimenti staccabili e lavabili in lavatrice.

I seggioloni possono avere più opzioni, come uno schienale reclinabile, i poggiapiedi regolabili, le gambe allungabili, ed il piano di appoggio con una distanza dallo schienale regolabile.

Va da sé che, maggiori optional hanno, maggiore sarà il loro costo, che però a lungo andare potrebbero rivelarsi un vero e proprio investimento.

i seggioloni evolutivi

Esiste in commercio un tipo di seggiolone detto evolutivo, ovvero in grado di adattarsi al bambino man mano che questo cresce.

Questo tipo di seggiolone può essere utilizzato per molto tempo, addirittura fino a 10 anni, perché la sua struttura si converte da quella di un seggiolone propriamente detto, ad una sedia rialzata/sgabello che aiuta il bambino a stare a tavola più alto e più comodo.

i seggioloni in legno

Dal un punto di vista estetico, il seggiolone di legno é molto bello .

Più resistente di quelli in plastica, ha il vantaggio di non perdere il suo fascino nel corso degli anni, quindi può essere utilizzato anche per due fratelli molto distanti tra loro come età, senza avere il timore che diventi un oggetto demodé.

Anzi, col tempo (e con i residui di pappa versati), acquisterà un aspetto “vintage” interessante.

Al di là del mero fattore estetico, i moderni seggioloni in legno sono funzionali al pari di quelli in plastica: sono robusti, facili da pulire, facili da assemblare (comunque non più difficili degli altri, e alcuni marchi li vendono anche parzialmente montati) e richiudibili.

Una precisazione: i modelli più datati non hanno le cinture che assicurano il bambino alla seduta, quindi non sono adatti a bambini di pochi mesi, e comunque è bene evitare di lasciare i bambini divezzi da soli nella stanza, una volta che li avete posizionati.

i seggioloni da tavolo (e da campeggio)

Da un po’ di tempo a questa parte, il mercato propone anche un’alternativa del seggiolone che necessariamente occupa spazio all’interno della casa, più economica ed anche meno ingombrante.

Si tratta del seggiolino da tavolo, un dispositivo che si aggancia ai piani dei tavoli, e che vi resta incastrato grazie al peso del bambino che fa da leva.

Ha la stessa funzione del seggiolone, ma è molto diverso: può dimostrarsi comodo quando si va in vacanza, oppure se si va a cena fuori: ma il bambino dentro questo seggiolino deve essere costantemente tenuto sotto controllo perché la sua posizione non è altrettanto stabile.

Chi è abituato a spostarsi frequentemente, per piacere o per necessità, può optare per un modello da campeggio, pieghevole e dotato spesso di una pratica custodia per il trasporto; sarà indubbiamente più stabile rispetto alla semplice seggiolina attaccata al tavolo, e altrettanto maneggevole.

i seggioloni pieghevoli

Le strutture pieghevoli, che si richiudono su se stesse, possono essere una scelta valida per chi vive in spazi ridotti o per chi ha necessità di spostare la postazione pappa, magari anche con una certa frequenza.

I vari fattori da valutare in sede d’acquisto

Quando si sceglie un seggiolone per il proprio figlio, occorre tenere presente alcuni fattori imprescindibili.

Tralasciamo il discorso legato all’estetica, ai colori e alla decorazione dell’oggetto, per concentrarci immediatamente su alcune osservazioni di carattere strutturale.

il peso che può sostenere

È innanzitutto importante sapere quale sia il carico massimo possibile del modello che vogliamo acquistare; questo perché i seggioloni possono essere omologati per diversi pesi e quindi per le diverse età.

Quelli più comuni arrivano fino ai 3 anni circa. Ma – abbiamo  già parlato anche di seggiolone evolutivo –  il quale può essere utile fino all’età di 10 anni. La scelta è assolutamente soggettiva, e dipende dalle esigenze della famiglia.

Chiaramente, a volte, con un investimento iniziale maggiore, si può poi avere un risparmio nel corso del tempo.

le varie possibilità di regolazione

Altra caratteristica da valutare è la possibilità di regolare – in altezza – le gambe ed il livello della seduta: a volte infatti si può rendere necessario, a seconda del piano del tavolo, alzare o abbassare il seggiolone. Avere questa possibilità può rivelarsi molto utile.

le sue eventuali ruote

Anche la presenza di ruote di fatto giova molto alla mobilità all’interno dell’abitazione, perché il seggiolone può essere usato anche lontano dai pasti: ad esempio quando un genitore lavora al computer ed ha necessità di tenere il figlio sott’occhio, può trasferire il seggiolone nello studio e lasciare che il bambino si intrattenga con qualche gioco sotto sua sorveglianza diretta.

Se, a tutto questo, consideriamo anche il loro peso (in media i seggioloni pesano intorno ai 9 chili), avrete un seggiolone davvero maneggevole.

il suo piano di seduta

La seduta è una parte del seggiolone che è fondamentale perché deve essere sicura, comoda e confortevole.

Alcuni modelli consentono di reclinare lo schienale in una o più posizioni, nel caso il bambino si dovesse addormentare durante il pasto dei genitori (o durante il suo pasto, come dimostrano alcuni divertenti filmati di cui è piena la rete).

Le sedute dei seggioloni già imbottite sono molto pratiche, perché l’imbottitura è fatta a misura dal produttore: assicuratevi però che queste siano sfoderabili, meglio ancora se impermeabili, perché dopo le prime pappe e i primi tentativi di mangiare da solo, il seggiolone somiglierà ad un campo di battaglia.

il vassoio

Altra componente fondamentale del seggiolone è il suo vassoio. Spesso è rimovibile in modo da agevolare la pulizia del seggiolone, ma anche per permettere al bambino di sedere direttamente a tavola con i genitori, man mano che cresce.

Spesso sul piano del vassoio troviamo uno spazio porta-biberon, per una sua maggiore stabilità: a volte anche un doppio vassoio, che si stacca a fine pasto per avere un piano di gioco pulito immediatamente disponibile.

I modelli più completi permettono anche di regolare la distanza tra lo schienale ed il vassoio, in modo da seguire il bambino nella sua crescita.

la sua stabilità e la sua sicurezza

Chiaramente, stabilità e sicurezza sono due requisiti imprescindibili di un seggiolone, perché tutti sappiamo che spesso i bambini possono essere irrequieti.

Fate attenzione quindi alla presenza di alcuni “dettagli” importanti:

  • I rinforzi in gomma per non far scivolare le gambe sul pavimento.
  • I rinforzi laterali per scaricare il peso a terra.
  • Le ruote (se presenti) coi freni.
  • Lo spartigambe, un elemento che favorisce sicurezza e stabilità, evitando anche che il bambino scivoli sotto il vassoio.
  • Le cinture di sicurezza.
  • Un riduttore (per i neonati o i bambini molto piccoli).

I migliori seggioloni per la pappa del bambino

A molti potrà esser utile anche questa nostra breve rassegna dei seggioloni che oggi riscuotono maggior attenzione.

 ilSediolone di Foppapedretti

Fattori dietetici per perdere il grasso addominaleIl seggiolone imbottito di Foppapedretti ilSediolone, ha una struttura in legno al 100%,.

E’ lavorato nel rispetto delle tradizioni avvalendosi di strumenti tecnologici che consentono di mantenere elevata la sua qualità.

Il cuscino è imbottito in spugna, é rivestito in tessuto plastificato a prova di schizzi, è realizzato da specialisti nel settore della prima infanzia, per fornire ai bambini un alloggio comodo e colorato.

Le dimensioni sua compatte (46x32x45) ne fanno un elemento di arredo dal fascino intramontabile, ma allo stesso tempo estremamente funzionale.

In sintesi:

  • Seggiolone che cresce con il tuo bambino.
  • Utilizzabile da 6 mesi in poi, senza limite di età.
  • Estremamente stabile grazie alla tecnica utilizzata nella costruzione delle parti laterali.
  • Le seduta e la pedana poggiapiedi sono regolabili in altezza e profondità.
  • Inl materiale proviene da coltivazioni di legno di faggio europee eco sostenibili .

Vedi i prezzi e le offerte de ilSediolone di Foppapedretti su,

Il seggiolone Hauck 66101 Alpha Plus

huack

Il seggiolone di legno Alpha Plus cresce nel tempo con il tuo bambino e lo accompagna “per tutta la vita”.

Dato che può portare fino a 90 kg di peso, può quindi essere utilizzato per a molto tempo.

Grazie ad una barra di sicurezza integrata e ad un laccio infra-gambe i bambini possono sedere a tavola assieme alla famiglia a partire dai 6 mesi.

Stabile e sicuro, il seggiolone Hauck ha anche un cuore green : contribuendo alla salvaguardia dell’ambiente, perché il legno utilizzato viene da coltivazioni europee di betulla eco-sostenibili.

Approvato e certificato TÜV-GS , il seggiolone Hauck 66101 Alpha Plus risulta conforme alle certificazioni italiane ed europee EN14988 1+2.

Inoltre, l’associazione per i consumatori tedesca Stiftung Warentest – nel novero di 16 modelli – ha valutato questo seggiolone come eccellente.

Vedi i prezzi e le offerte del seggiolone Hauck 66101 Alpha Plus su:

 Seggiolone Chicco 00079187520000 Polly Easy

seggiolino

La sedia alta Polly Easy si trasforma per seguire la crescita del bambino.

Il materiale tecnico con cui viene realizzata. la rende comunque confortevole da ogni punto di vista: schienale e seduta.

La cintura di sicurezza consente una imbracatura a 5 punti. È un modello molto versatile: lo schienale si reclina su tre posizioni: mentre sono sei le altezze a cui lo si può fissare.

Una volta ripiegato, il seggiolone Chicco 00079187520000 Polly Easy  è molto compatto e sta in piedi da solo, quindi non ha bisogno di sostegni o appoggi.

Il  suo vassoio estraibile, è facile da pulire e consente di avere sempre un piano di appoggio pulito, per far anche giocare il bambino.

Vedi i prezzi e le offerte del seggiolone Chicco 00079187520000 Polly Easy su: