32° – Trentaduesima settimana di gravidanza

Di A. Paparotti •  Aggiornato: 05/28/22 •  8 min di lettura

32 settimana di gravidanza

Stai entrando nell’ottavo mese della tua gravidanza, e non è più molto lontano il giorno in cui incontrerai il tuo bambino per la prima volta.

Una volta completata la trentunesima settimana di gravidanza le probabilità di sopravvivenza del bambino sono molto alte.

Infatti, uno studio francese mostra come i bambini nati alla trentaduesima settimana abbiano più del 95% di probabilità di sopravvivere senza avere delle complicazioni a lungo termine.

Il parto nel corso della 32° settimana

In caso di parto nel corso di questa settimana potrai essere seguita,

Il tuo «borsone nascita», dovrebbe già essere pronto.

Da questa settimana in poi dovrai evitare di viaggiare o allontanarti troppo da casa, ovvero dal centro dove desideri partorire.

Sarebbe anche opportuno già acquistare e gli accessori utili al nascituro.

Sarebbe anche opportuno, nel caso non lo avessi ancora fatto, anche che tu iniziassi un corso pre-parto.

Lo sviluppo del feto alla 32° settimana

L’aspetto esteriore

Il tuo bambino continua a diventare sempre più grassottello, con il suo strato di grasso che cresce sotto la cute, mentre la peluria (o lanugo) che fino a questo punto aveva ricoperto il suo corpo sta gradualmente scomparendo.

Le unghie delle mani hanno completato il loro sviluppo, mentre le unghie dei piedi hanno bisogno di più tempo (di 35-36 settimane) per crescere.

In questa fase, i suoi capelli iniziano ad acquisire pigmentazione.

Gli organi interni

A parte i polmoni che sono ancora in via di sviluppo, tutti gli altri principali organi hanno terminato la loro maturazione, e sono pronti ad iniziare a funzionare fin dal giorno della nascita del bambino.

Sebbene il tuo bambino continui a ricevere ancora dal cordone ombelicale i nutrimenti necessari, il suo tratto digestivo ha quasi completato il suo sviluppo.

Lo sviluppo delle ossa

Arrivato alla trentaduesima settimana, il tuo bambino ha già uno scheletro ben formato, sebbene sia ancora morbido e flessibile e sia in corso di ossificazione. Il feto durante la trentaduesima settimana di gravidanza .

;trentaduesima
Il feto durante la trentaduesima settimana di gravidanza.

I movimenti fetali e la posizione podalica

Alla trentaduesima settimana, è normale che, con brevi periodi di attività, i bambini dormano per circa il 90% del tempo.

Ora il tuo piccolo ha molto meno spazio per poter fare grossi movimenti convulsi: potresti perciò notare che i suoi calci e pugni stanno diventando meno forti rispetto alle scorse settimane .

La maggior parte dei bambini tendono a diventare attivi nella tarda serata, tra le nove di sera e l’una del mattino, quando la madre cerca di dormire.

Potresti invece sentire dei singhiozzi fetali in qualunque momento del giorno.

E’ normale che alla trentaduesima settimana il bambino si possa posizionare già correttamente a testa in giù per la nascita, anche se non c’è nulla di cui preoccuparsi se rimane ancora in posizione trasversale (disteso di lato) o podalica (con i piedi verso il basso): ha ancora del tempo per posizionarsi per la nascita.

Il volume del liquido amniotico aumenta ogni settimana (di 1,5 litri in questa settimana), e ciò rende più semplice al bambino muoversi e ruotare nell’utero.

La 32°settimana di gravidanza gemellare

In una gravidanza gemellare, i bambini hanno minor spazio nell’utero di un bambino singolo e, perciò non c’è nulla di preoccupante se nella trentaduesima settimana noti un movimento fetale ridotto.

Per accertarti del loro benessere puoi tenere conto delle loro palpitazioni e delle loro contorsioni, anche di quelle piccole.

Le dimensioni del feto

Il feto è grande come una patata messicana: è lungo circa 42 centimetri e pesa 1,7 chilogrammi.

La donna alla 32°settimana

Puoi sentire, approssimativamente, la cima dell’utero 12 centimetri sopra il tuo ombelico.

Gli aumentati livelli dell’ormone relaxina rilassano le tue articolazioni ed i tuoi muscoli per preparare il tuo corpo al parto: continuano a renderti goffa ed a farti spesso cadere gli oggetti che hai, ed a farti urtare i mobili.

Gli ormoni della gravidanza inoltre hanno un effetto ingente anche sul tuo cervello, portandoti a dei cali di memoria ed al «baby brain», ovvero il cervello da gravidanza..

Potresti anche notare un fluido denso e giallognolo (il colostro) fuoriuscire dai tuoi capezzoli i quali si stanno preparando all’allattamento.

L’ecografia alla 32° settimana

Nella maggior parte dei casi, nell’ultima fase della gravidanza le visite prenatali che in precedenza erano mensili, diventano quindicinali o settimanali.

In occasione di queste visite, il medico controllerà la tua pressione sanguigna e la tua urina, e valuterà la presenza di gonfiore o di alterazioni visive per individuare eventuali segni di complicazioni come il diabete gestazionale o l’ipertensione.

;Ecografia
Ecografia alla trentaduesima settimana di gravidanza – Foto Flickr/skippytpe distribuita con licenza Creative Commons (BY-NC-ND)

I sintomi della 32°settimana

In questo periodo i sintomi più comuni della gravidanza sono costituiti da,

I segnali a cui prestare attenzione

Prendi contatti col tuo medico nei seguenti casi:

Alcuni consigli per una gravidanza e un bambino sani

Alcuni consigli utili per te che sei in gravidanza:

Video di ecografie alla 32°settimana

Vai alla settimana successiva, la 33 settimana di gravidanza, oppure ritorna all’articolo relativo alla settimana precedente.

Riferimenti bibliografici
  1. PY A, F G, P K, et al (2015) Survival and morbidity of preterm children born at 22 through 34 weeks’ gestation in France in 2011: results of the EPIPAGE-2 cohort study. JAMA Pediatr 169:230–238. https://doi.org/10.1001/JAMAPEDIATRICS.2014.3351

A. Paparotti

Classe 1978, collabora con Gravidanza360° dal 2014. Supervisiona i contenuti del sito e gestisce i rapporti con i media. Il suo sguardo attento è sempre indirizzato sui nuovi articoli e sui trend che appassionano la community.