30° - Trentesima settimana di gravidanza - Gravidanza 360°

Pubblicità

Nell’ultima settimana del settimo mese, sei ad appena dieci settimane dal termine della gravidanza.

La trentesima settimana é un traguardo importante nello sviluppo del feto, poiché i bambini che nascono (prematuramente) dopo la trentesima settimana hanno più del 93.6% di probabilità di sopravvivere senza grosse complicazioni se vengono supportati da una corretta terapia intensiva.

Se non lo avessi ancora fatto, in previsione di diventare mamma potresti – come abbiamo già scritto la settimana precedente – di frequentare un corso pre-parto.

Inizia a prepararti all’arrivo del bebé sia «spiritualmente» ma anche a livello operativo: cullapassegginofasciatoiosdraietta, ed altri accessori per il neonato sono cose a cui, prima o poi, dovrete pensare.

Dipende soprattutto dal tuo carattere decidere se aspettare ancora per fare gli acquisti del caso all’ultimo momento, oppure se prenderti per tempo.

Lo sviluppo del bambino alla 30° settimana di gravidanza #

lo sviluppo del cervello #

Coi neuroni che stanno maturando rapidamente, anche queste ultime settimane della gravidanza sono vitali per lo sviluppo del cervello del feto.

I solchi e le indentature (circonvoluzioni) sulla superficie cerebrale continuano a farsi più profondi, in modo da fare spazio ad un numero crescente di questi neuroni.

trentesima settimana di gravidanza - feto

Il feto durante la trentesima settimana di gravidanza.

La produzione di cellule ematiche #

Un altro importante cambiamento che si verifica in questa settimana, è dato dal il midollo osseo che ha il compito di produrre i globuli rossi.

Questo suo sviluppo “equipaggia” ulteriormente il bambino, in modo da consentirgli di poter sopravvivere da solo dopo la nascita.

Lo sviluppo degli organi sensoriali #

In questa settimana tutti i suoi cinque i sensi sono funzionanti e sono nelle ultime fasi del loro sviluppo.

La vista del feto è ora abbastanza matura da permettergli di seguire coi suoi occhi la fonte di luce nel caso tu dovessi accendere una torcia verso la tua pancia.

Probabilmente all’interno dell’utero è in grado di vedere perfino il mondo attorno a sé; tuttavia, in questa trentesima settimana, il bambino terrà probabilmente gli occhi chiusi per la maggior parte del tempo.

Perfino dopo la sua nascitaci vorranno dei mesi perché possa distinguere gli oggetti che si trovano più lontani di qualche centimetro dalla sua faccia.

L’aspetto esteriore #

Al di sotto della sua cute, lo strato di grasso bianco continua a formarsi, è ciò ora conferisce al tuo bambino un aspetto un pò più grassottello.

Le pieghe lasse della pelle si stanno ora gradualmente riempendo, così che la sua cute è più liscia ed elastica.

Le sue unghie hanno quasi raggiunto le punte delle dita, e le sue ciglia sono completamente mature.

I movimenti fetali #

I calci ed i pugni del feto sono abbastanza forti da farti sentire che la sua forza sta crescendo: i suoi movimenti non sono come prima leggeri e tremolanti; ed alcuni suoi calci potrebbero anche a farti un po’ di male.

Ti stai probabilmente abituando ai suoi ritmi sonno-veglia e ai suoi modi di muoversi.

Non dimenticarti di stare ogni giorno un po’ di tempo in silenzio in modo da poter contare i suoi calci, ed assicurarti in tal modo che stia bene.

E’ normale che nel corso della trentesima settimana bambini si trovino in posizione podalica (con i piedi verso il basso) o trasversale (distesi di lato), in quanto hanno ancora tempo a sufficienza per posizionarsi nel modo corretto per la nascita.

Le dimensioni del feto #

Il bambino é grande quasi come un cavolo, con una lunghezza attorno ai 40 centimetri, e con un peso di poco più di un chilogrammo.

I cambiamenti corporei nella donna nella 30° settimana #

La cima dell’utero in questa settimana poggia solo 10 cm sopra il tuo ombelico.

Nel corso di questo trimestre di gravidanza, la maggior parte delle donne aumenta di circa mezzo chilo alla settimana.

Il tuo pancione, aumentando sta anche spostando il tuo baricentro.

Gli aumentati livelli di ormone relaxina (un ormone che il corpo produce durante la gravidanza) contribuiscono ad allentare le tue articolazioni ed i tuoi muscoli, rendendoti più goffa del solito.

Questo rilassamento delle articolazioni, ed i legamenti rilassati potrebbero anche fare aumentare -di un numero- la taglia del tuo piede.

Probabilmente i tuoi piedi torneranno alla loro taglia normale dopo il parto. In alcuni casi però questo cambiamento può diventare permanente.

L’ecografia alla trentesima settimana #

Un’ecografia fatta in questa settimana, mostra che il bambino si muove molto, e che con le sue mani ora completamente sviluppate afferra il cordone ombelicale oppure i suoi piedi.

trentesima settimana di gravidanza - ecografia

Ecografia alla trentesima settimana di gravidanza - Foto: flickr/ThrasherDave

I sintomi della 30°settimana #

In questa settimana le donne incinte sono soggette normalmente a,

Quando chiamare il medico #

Prendi contatti col tuo medico o con la tua ostetrica nei seguenti casi:

Alcuni consigli utili per una gravidanza e un bambino sani #

Alcuni consigli utili per te che sei in gravidanza e per il tuo futuro bambino:

Video di ecografie alla 30°settimana #



Riferimenti bibliografici
  1. Ancel PY, Goffinet F, Kuhn P, et al (2015) Survival and morbidity of preterm children born at 22 through 34weeks’ gestation in France in 2011 results of the EPIPAGE-2 cohort study. JAMA Pediatr 169:230–238. https://doi.org/10.1001/jamapediatrics.2014.3351
  2. Fowler JR, Mahdy H, Jack BW. Pregnancy. [Updated 2020 Aug 23]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2021 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK448166/
  3. Bevis R (1992) T W Sadler Langman’s Medical Embryology, 6th edition Williams & Wilkins. Paediatr Nurs 4:14–14. https://doi.org/10.7748/paed.4.3.14.s14
  4. 30 Weeks Pregnant | Pregnancy | Start4Life; https://www.nhs.uk/start4life/pregnancy/week-by-week/3rd-trimester/week-30/; Accessed: 2021-04-30

Altri lettori anno trovato interessanti anche i seguenti articoli:

Di: Adele Paparotti / Pubblicato:

Settimane di gravidanza →