Voglie in gravidanza: quando iniziano, come affrontarle e quando preoccuparsi

Di A. Paparotti •  Aggiornato: 11/21/22 •  10 min di lettura

La voglie sono un desiderio irrefrenabile di un particolare tipo di cibo. Non c’è un momento specifico della gravidanza in cui iniziano: è diverso per ogni donna e non tutte le donne le sviluppano.

Se inizi ad avere voglie, probabilmente sarà nel tuo primo trimestre, probabilmente già intorno alla 5-6 settimana di gravidanza. Diventeranno più forti nel tuo secondo trimestre, caleranno nel terzo trimestre e scompariranno dopo la nascita del bambino.

Di voglie ce ne sono di tanti tipi e tante forme: alcune donne bramano cibi grassi – come le patatine fritte; altre hanno voglie di cibi che non gli piacevano prima di rimanere incinte; altre bramano abbinamenti di cibi poco ortodossi – come nutella e patatine fritte.

Qualunque siano le voglie e la loro intensità l’importante è sempre cercare di mangiare il meglio possibile, limitando le voglie meno salutari e dicendo “no” a tentazioni assolutamente malsane (come dentifricio, terra o altri oggetti non commestibili).

Se ti ritrovi a desiderare cose che non sono commestibili parla con la tua ostetrica o il medico poiché questo potrebbe essere un segno di una carenza vitaminica.

Quanto sono comuni le voglie di gravidanza?

Non abbiamo trovato dei dati riferiti alle voglie di gravidanza delle donne italiane, ma da uno studio americano sappiamo che tra il 50% e il 90% delle donne incinte negli Stati Uniti le sperimenteranno. La prevalenza e la natura della voglia varia in modo significativo a seconda della regione geografica, della cultura in esame e di diversi fattori psicosociali.

Elenco delle voglie di gravidanza comuni

Come abbiamo visto sopra le voglie di cibo durante la gravidanza sono altamente individuali e variabili. Ecco comunque le 10 voglie alimentari più comuni che le donne sperimentano durante la gravidanza secondo la ricerca:

  1. dolci (cioccolato, caramelle)
  2. carboidrati e cibi salati ipercalorici (toast, panini, pizza, patatine)
  3. proteine ​​animali (manzo, maiale, pollo)
  4. frutta
  5. latticini salati ad alto contenuto calorico (formaggio, panna acida)
  6. carboidrati (brioche, pretzel, cereali)
  7. fast food (hamburger, kebab, cinese, messicano, falafel)
  8. cibi freddi (ghiaccioli, granite)
  9. verdura
  10. latticini dolci ipercalorici (gelati, frappè).

Quali alimenti evitare

Quando sei incinta, ci sono alcuni cibi che dovresti evitare. Cose come:

Questi possono contenere batteri nocivi, tra cui salmonella ed E. coli. e portare a malattie dannose come la listeria o la toxoplasmosi.

Assicurati di preparare e conservare gli alimenti in modo sicuro.

Leggi di più sugli alimenti da evitare durante la gravidanza.

Alcol

Non esiste un livello sicuro di alcol che puoi bere durante la gravidanza. L’alcol può danneggiare l’embrione e il feto. Che tu stia cercando di restare incinta, sia già incinta o stia allattando, non bere è la scelta migliore.

Cosa significano le voglie

In genere, il fatto che tu desideri ardentemente un certo cibo non significa necessariamente che il tuo corpo ne abbia bisogno: non ci sono connessioni scientifiche tra le voglie della gravidanza e cibi o nutrienti specifici necessari a te o il feto. In altre parole, non esiste una buona risposta all’annosa domanda “Perché le donne incinte bramano i sottaceti?”

Legame tra le voglie in gravidanza e il sesso del bambino

Potresti aver sentito che il tipo di voglie che hai in gravidanza potrebbero essere premonitrici del sesso del bambino. Nello specifico, la teoria sostiene è che se brami cibi salati, allora stai per avere un maschio, mentre se desideri cibi dolci, allora stai per avere una femmina.

Tuttavia non ci sono studi o dati empirici che dimostrino che le voglie di cibo sono diverse quando si è incinta di un maschio piuttosto che di una femmina. Similmente al test del pendolo, quello delle voglie è un modo divertente (ma non scientifico) per cercare di indovinare il sesso del futuro bambino.

Perché la gravidanza provoca voglie di cibo, non cibo e ghiaccio?

Le voglie di cibo in gravidanza hanno probabilmente la loro genesi nella testa, sono un prodotto degli ormoni della gravidanza: gli ormoni possono influenzare la tua esperienza sensoriale del cibo, il tuo senso dell’olfatto e il tuo umore, che determinano il tipo di cibo che desideri.

Molte donne bramano certi cibi che danno loro una sensazione di benessere, come dolci e carboidrati. Potrebbero anche essere cibi legati all’infanzia che associano al conforto e all’amore.

Picacismo

Durante la gravidanza alcune donne possono provare voglie per prodotti non alimentari come il detersivo per bucato, lo sporco, l’argilla, la cenere, le scaglie di vernice, ecc. Questo è un disturbo chiamato picacismo, che può essere un segno di una carenza nutrizionale.

Se hai “voglie non alimentari”, come quelle sopra menzionate, non assecondarle e piuttosto consulta immediatamente il tuo medico. Mangiare sostanze non alimentari è potenzialmente dannoso per te e il tuo bambino.

Voglia di ghiaccio

Voglia di mangiare ghiaccio mentre sei incinta è un sintomo di carenza di ferro e quindi può indicare l’anemia. Alcune donne incinte con anemia bramano il ghiaccio perché questo aiuta ad alleviare l’infiammazione della bocca e della lingua (un sintomo comune dell’anemia).

Le voglie, mutevoli ed imprevedibili

Le voglie alimentari in genere differiscono da gravidanza a gravidanza. Possono anche cambiare di giorno in giorno. Non sorprenderti se del cibo che hai sempre mangiato volentieri diventa ripugnante da un giorno all’altro e senza apparente motivo. A volte, una gravidanza cambia le preferenze alimentari in modo permanente.

Se non hai avuto voglie durante la gravidanza, non farti prendere dal panico; anche questo è normale e non c’è motivo di preoccuparsi. Sappiamo che tra il 50% e il 90% delle donne in gravidanza negli Stati Uniti sperimenteranno voglie di cibo.

Ricorda che ogni gravidanza è diversa e, in caso di dubbi, il tuo medico dovrebbe essere in grado di fornirti consigli su misura per te.

Avversioni alimentari in gravidanza

Un’avversione alimentare durante la gravidanza è il forte desiderio di evitare un certo cibo. In generale, le avversioni alimentari più comuni che emergono durante la gravidanza sono quell a uova, cipolle, pesce e altri frutti di mare, aglio, carne e latticini.

Il comune denominatore tra tutti questi cibi potrebbe essere il fattore olfatto, poiché cipolle, aglio, carne e pesce cotto possono avere odori molto forti.

Anche la consistenza potrebbe avere un ruolo: le uova possono essere scivolose o viscide e alcuni tipi di latticini, come lo yogurt, sono densi e untuosi e possono quindi essere poco appetibili.

Una possibile responsabile delle avversioni alimentari in gravidanza

La gonadotropina corionica umana (hCG) (l’ormone responsabile del test di gravidanza positivo) aumenta rapidamente durante il primo trimestre e raggiunge il picco a circa 10 settimane dall’inizio della gravidanza.

Questo aumento dell’hCG durante le prime settimane di gravidanza è stato collegato a sintomi spiacevoli tra cui la nausea, che è nota per essere la principale causa di avversioni alimentari in gravidanza.

Cosa fare in caso di voglie

Finché segui la dieta che ti sei imposta di seguire, mangi cibi sani e variati, e ti assicuri tutti i nutrienti di cui tu e il tuo bambino avete bisogno, non c’è motivo di preoccuparsi se sporadicamente hai delle voglie particolari.

Va del tutto bene nel assecondarle di tanto in tanto. Ma non usare le tue voglie come scusa per mangiare troppo o malsano. Cerca piuttosto di trovare un compromesso tra l’assecondarle e il mantenere un regime dietetico ferreo.

Magari puoi usare uno o più dei seguenti “trucchi” per gestirle al meglio:

  1. mangia pasti regolari e sani, per aiutare a prevenire improvvise “crisi” di fame
  2. tieni in casa, a portata di mano, degli snack salutari e leggeri
  3. non fare la spesa quando hai fame
  4. acquista alimenti sani a basso indice glicemico che ti mantengano sazia a lungo, come fiocchi d’avena non zuccherati, pane integrale, fagioli al forno e frutta fresca
  5. dormi molto: la carenza di sonno ci rende più prone a desiderare cibo malsano
  6. rimani sempre fisicamente attiva
  7. bevi molta acqua
  8. lavati i denti regolarmente
  9. distogli la mente dal cibo facendo lunghe passeggiate, leggendo libri o semplicemente guardandoti qualche serie TV
  10. evita di cadere nella trappola del “mangiare per due”. Mangiare per due non significa letteralmente mangiare tanto cibo quanto ne mangerebbero due persone e soprattutto non significa mangiare quando hai un desiderio improvviso
  11. bevi acqua in abbondanza durante il giorno.
  12. evita di mangiare senza pensare. Prenditi il ​​tuo tempo per mangiare e assaporare ogni singolo boccone. Evita di mangiare velocemente, mangiare mentre lavori o guardi la TV e mangiare di corsa.
  13. pianifica i pasti in anticipo. Pianifica la colazione, il pranzo e la cena, così come gli spuntini intermedi. Scegli cibi sani e vedrai che mangerai cibi sani piuttosto che cercare cibi malsani per soddisfare il desiderio casuale
  14. tieni bassi i tuoi livelli di stress. È facile stressarsi durante una gravidanza e persino perdere un po’ di sonno. Lo stress e il malumore generale dovuti alla mancanza di sonno possono portare a voglie di cibo e addirittura a fame nervosa
  15. sostituisci gli alimenti malsani che brami più spesso con altri più sani. Se hai la voglia di un alimento non troppo salutare, potresti pensare di sostituirlo con una versione più sana, ma comunque soddisfacente. Le patatine fritte in molti casi possono essere sostituite con le patate al forno; i biscotti tradizionali possono essere sostituiti con quelli senza grassi o senza zuccheri; gli hamburger di carne possono essere sostituiti con hamburger vegetali.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Appetite più spesso le donne cedo alle voglie in gravidanza, e più è probabile che aumentino di peso durante la gravidanza. E gli esperti concordano sul fatto che aumentare di peso durante la gravidanza è il principale contributo alla ritenzione di peso post parto. In altre parole: più peso guadagni durante la gravidanza e più sarà difficile trovare il tuo perso forma dopo il parto.

Vincere le voglie in gravidanza, conclusione

Uno dei modi migliori per evitare le voglie in gravidanza è programmarti pasti ben bilanciati durante il giorno. E poi, fai attività fisica regolare e assicurati di avere molto supporto emotivo!

Quando le voglie ti assalgono, distraiti. Fai una passeggiata, gioca, visita un amica. Se non funziona, puoi aiutare a soddisfare le voglie prestando attenzione a ciò che il tuo corpo sta bramando oppure un piatto sostitutivo più sano.

Se nonstante tutti gli sforzi ti ritrovi ancora a desiderare un certo cibo, cedi al desiderio ma ricorda che la moderazione è la chiave per una dieta sana durante la gravidanza.

Se le tue voglie sono per prodotti non alimentari allora potresti avere qualche carenza nutrizionale. Parlane subito con il tuo medico.

La gravidanza è un’esperienza meravigliosa. Abbraccia i cambiamenti nel tuo appetito, ma assicurati che le tue voglie non compromettano la tua salute o quella del tuo bambino!

Fonti
  1. NHS Choices. Pregnancy FAQs. Published 2022. Accessed November 20, 2022. https://www.nhs.uk/start4life/pregnancy/pregnancy-faqs/#:~:text=If%20you%20do%20start%20having,crave%20fatty%20foods%20like%20chips.
  2. Dragon N. Why Pregnancy Can Make You Have Weird Cravings. intermountainhealthcare.org. Published October 11, 2016. Accessed November 20, 2022. https://intermountainhealthcare.org/blogs/topics/intermountain-moms/2016/10/why-pregnancy-can-make-you-have-weird-cravings/
  3. Miller SG. Why Pregnant Women Shouldn’t Give In to Food Cravings. livescience.com. Published June 3, 2016. Accessed November 20, 2022. https://www.livescience.com/54964-dont-give-in-pregnancy-cravings.html
  4. ‌Orloff NC, Flammer A, Hartnett J, Liquorman S, Samelson R, Hormes JM. Food cravings in pregnancy: Preliminary evidence for a role in excess gestational weight gain. Appetite. 2016;105:259-265. doi:10.1016/j.appet.2016.04.040
  5. ‌Ward EM. Coping With Pregnancy Food Cravings. WebMD. Published May 3, 2005. Accessed November 20, 2022. https://www.webmd.com/baby/features/coping-with-pregnancy-food-cravings
  6. ‌Orloff NC, Hormes JM. Pickles and ice cream! Food cravings in pregnancy: hypotheses, preliminary evidence, and directions for future research. Frontiers in Psychology. 2014;5. doi:10.3389/fpsyg.2014.01076
  7. ‌Orloff NC, Hormes JM. Pickles and ice cream! Food cravings in pregnancy: hypotheses, preliminary evidence, and directions for future research. Frontiers in Psychology. 2014;5. doi:10.3389/fpsyg.2014.01076

A. Paparotti

Classe 1978, collabora con Gravidanza360° dal 2014. Supervisiona i contenuti del sito e gestisce i rapporti con i media. Il suo sguardo attento è sempre indirizzato sui nuovi articoli e sui trend che appassionano la community.