Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Per saperne di più...

Pubblicità

Dodicesima settimana di gravidanza

12°- Dodicesima settimana di gravidanza

In questo articolo ti diremo ciò che è bene sapere circa lo sviluppo del tuo bambino, circa i cambiamenti del tuo corpo e circa (eventuali) insoliti sintomi a cui - nel corso di questa settimana - dovrai prestare attenzione. Sappi tuttavia che queste pagine hanno pura valenza informativa e divulgativa, e non sostituiscono una consulenza medica.

Complimenti sei quasi arrivata alla fine del terzo mese di gravidanza e da ora il rischio di aborto è notevolmente diminuito rispetto alle settimane precedenti (1).

Lo sviluppo del bambino alla 12° settimana

lo sviluppo del suo sistema nervoso

Il periodo tra la dodicesima e la ventiduesima settimana gestazionale, è vitale per lo sviluppo del cervello del bambino: nella dodicesima settimana, la ghiandola pituitaria inizia a produrre ormoni, mentre le cellule nervose del suo cervello si sviluppano e si moltiplicano rapidamente, alla velocità di 15 milioni all’ora.

lo sviluppo dei suoi organi interni

Dall’undicesima settimana è presenta la tonaca muscolare, che in futuro sarà responsabile dei movimenti intestinali, e con la 12 settimana inizia lo sviluppo delle ghiandole intestinali.

In una gravidanza normale, il volume del cuore e dei polmoni aumenta a partire da questa settimana fino a raggiungere il massimo durante la 32 settimana.

Con l’ecografica sono già visibili i reni e comincia ad essere visibile la vescica. Durante questa settimana i primi misurano circa 1 cm di lunghezza e cresceranno fino a raggiungere i 2,7 cm durante la 20 settimana.

lo sviluppo degli arti

Le mani ed i piedi si sono completamente sviluppati: il bambino è già capace di piegare il gomito. La postura preferenziale del braccio a 12 settimane è con il gomito flesso e il polso e le dita estese.

Durante questa settimana, potrebbe anche iniziare a succhiarsi il pollice il che significa che i suoi riflessi stanno iniziando a svilupparsi. Uno studio del 2005 ha trovato che tendenzialmente i feti che succhiano il pollice destro diventeranno destrimano, quelli che succhiano il pollice sinistro diventeranno mancini (2).

dodicesima settimana di gravidanza
L’embrione alla dodicesima settimana di gravidanza – clicca per ingrandire

il suo aspetto esteriore

Il suo viso già assomiglia a quello di un neonato in miniatura, con gli occhi e le orecchie che sono quasi al loro posto, come si può vedere alle ecografie.

A 12 settimane, potrebbe essere già possibile utilizzare l’ecografia per determinare il sesso in base all’angolo del tubercolo genitale (3).

lo sviluppo delle sue ossa

In questa settimana all’incirca, il suo sistema scheletrico si origina come una struttura cartilaginea, la quale inizia ad ossificarsi (trasformandosi in osso solido).
Anche il suo midollo osseo inizia a produrre i globuli bianchi per poter combattere le infezioni.

le sue fonti di nutrienti

In questa settimana, la placenta filtra l’ossigeno e tutti i nutrienti necessari alla corretta crescita fetale.

le dimensioni del feto

In questa settimana, il bambino è lungo all’incirca 5 cm e pesa, più o meno, 14 grammi: è grande circa come una susina.

Il corpo della donna in questa settimana

La pressione sulla tua vescica gradualmente diminuisce, e ciò perché l’utero inizia a sollevarsi dalla tua pelvi.
La tua pancia ora consente un maggior spazio per la crescita dell’utero: infatti il tuo medico può già sentirne -nella parte bassa dell’addome, appena sopra il pube – la parte terminale (chiamata fondo).

Solitamente, in questa fase le future mamme non mostrano abbastanza il pancione perché gli altri possano accorgersi che sono incinte. Tuttavia, la pancia -sempre più grande-  già le induce spesso a preferire un abbigliamento più comodo dei soliti jeans e delle solite gonne. (4)

Le donne in sovrappeso, quelle che hanno già avuto delle gravidanze, quelle incinte di gemelli, inizieranno probabilmente ad esibire il loro pancione prima delle altre. Questo accade perché la gravidanza precedente potrebbe aver allungato i muscoli dello stomaco e questi muscoli potrebbero non essere ritornati alle loro dimensioni originali. A causa di questo cambiamento, un pancione potrebbe apparire prima.

L’ecografia alla 12° settimana

Ecografia alla 12-14 settimana di gravidanza. Fonte:
Ecografia alla 12-14 settimana di gravidanza. Fonte:
Ackerman, Sandra. The Development and Shaping of the Brain. National Academies Press (US), 1992. .

La maggior parte delle donne si sottopone alla prima ecografia nel corso della dodicesima settimana .

Come abbiamo visto sopra, un’immagine ad ultrasuoni potrebbe identificare in questa settimana il sesso del tuo bambino Ma – in quanto precoce in questa fase – l’identificazione potrebbe rivelarsi anche errata (3).

L’ecografia mostrerà anche il tuo bambino che si stiracchia, che scalcia, che si rigira nell’utero.  Però è ancora troppo piccolo perché tu possa sentire questi suoi movimenti. Bisognerà aspettare fino alla ventesima settimana per poter pensare di sentirli anche dall’esterno.

I test nella 12° settimana

Alcuni esami del sangue potrebbero essere stati eseguiti già durante la visita di controllo prenatale per determinare il rischio di malattie genetiche come la sindrome di Down (5).

In questa settimana, il medico potrebbe prescriverti di sottoporti ad una scansione della translucenza nucale, che consiste nella misurazione dei livelli di fluido dietro il collo del bambino ai fini dell’individuazione di anomalie cardiache fetali. Si tratta di un test decisamente preciso, che diagnostica circa il 75% dei casi di anomalie (3).

Altri test di screening prenatale, come l’amniocentesi e la villocentesi, potrebbero venire fatti successivamente, nell’arco di alcune settimane, per conferma le eventuali anormalità fetali (6).

I sintomi alla 12° settimana

In questa settimana potresti notare un aumento dei tuoi livelli di energia. mentre le frequenti minzioni e le nausee mattutine stanno iniziando a diminuire.

Tuttavia, sarebbe anche perfettamente normale se – in ragione dell’aumento nei livelli degli ormoni della gravidanza – dovessi ancora continuare ad accusare stanchezza, nausea, meteorismo, gonfiore, bruciore di stomaco, ed indigestione.

Altri sintomi comuni della dodicesima settimana sono costituiti da:

  • una visione sfocata;

  • una salivazione eccessiva;

  • flatulenza;

  • emicrania e vertigini;

  • un dolore all’addome ed alla schiena nella parte alta e/o bassa;

  • dolori articolari ed alle anche;

  • un maggiore appetito, ora che sei sul punto di entrare nel secondo trimestre. Per il secondo trimestre il fabbisogno aggiuntivo è di circa 400 kcal. Questo leggero aumento in energia giornaliera consente di coprire anche i bisogni del feto, permettendo un normale sviluppo del bambino ed evitando di intaccare le riserve materne di nutrienti; (7)

  • depressione e cambiamenti d’umore.

  • un aumento delle secrezioni vaginali, e ciò a causa degli ormoni della gravidanza e della ritenzione idrica;

  • una pelle secca e pruriginosa, specialmente attorno alla pancia in espansione ed attorno al seno

  • disturbi del sonno (insonnia);

  • un dolore al legamento rotondo dell’utero e alla pelvi (a causa dell’utero in crescita);

  • areole (le zone circolari pigmentate che circondano il capezzolo) più scure,

  • dei segni scuri ed irregolari sul collo e sul viso (melasma, detto «maschera della gravidanza»);

  • la comparsa di una linea verticale scura (linea nigra);

  • una leggera mancanza di fiato;

Sintomi a cui occorre porre attenzione

I sintomi a cui fare attenzione sono più o meno gli stessi della scorsa settimana. Tra questi, quelli che maggiormente devono allarmare sono dati:

  • da un mal di testa intenso, con o senza sintomi come una visione sfocata, da un improvviso gonfiore di mani e piedi e dal dolore toracico (potrebbero essere indici di una pre-eclampsia);

  • da un sanguinamento grave assieme a dei dolori addominali ed alla schiena intensi, o a dei crampi (potrebbero essere indici di un aborto o di una gravidanza ectopica);

  • da una visione estremamente sfocata (ciò potrebbe indicare un’ipertensione o il diabete gestazionale);

  • dalla febbre (più di 38° gradi) che non si riesce ad abbassare;

  • da secrezioni inodori e flebili, chiare o color paglia (potrebbero indicare perdite di liquido amniotico);

  • da uno stimolo intenso e frequente ad urinare, assieme a sensazione di dolore o bruciore durante la minzione (potrebbe indicare infezioni batteriche del tratto urinario)

  • da una diarrea grave o dalla nausea con vomito più di 3-4 volte al giorno (ciò aumenta i rischi di perdere peso o di disidratazione)

  • da un intenso mal di schiena assieme a delle perdite di urina, e da un dolore durante la minzione (potrebbero indicare una retroflessione uterina).

Consigli utili, per la donna e per il bambino

  • segui una “routine” di esercizi fisici leggeri, oppure iscriviti ad un corso di yoga prenatale in modo da preparare il tuo corpo ai cambiamenti in arrivo. Le donne che svolgevano attività fisica prima della gravidanza con una gravidanza in corso senza complicanze, possono intraprendere un’attività aerobica di intensità elevata senza effetti avversi.

  • fai -di preferenza- pasti più piccoli e spuntini, invece che tre abbondanti pasti principali;

  • bevi molti liquidi per poter rimanere ben idratata evitando le bevande gassate, l’alcool e minimizzando la caffeina;

  • bevi i liquidi prima oppure dopo i pasti, invece che durante gli stessi;

  • evita di consumare eccessivo sale e prediligi quello iodato;

  • segui una dieta salubre, ricca di calcio, di proteine e di vitamine, in modo da per poter soddisfare i bisogni nutrizionali tuoi e del tuo bambino;

  • nel caso tu abbia una pelle secca e pruriginosa, consulta il tuo medico circa il fatto di poter usare dei prodotti idratanti;

  • evita di sottoporti ai raggi X, a meno che ciò non sia assolutamente necessario, così da proteggere il bambino dalle radiazioni dannose;

  • evita movimenti convulsi ed azioni che potrebbero far male al bambino come, guidare una bici, fare jogging e salire sulle montagne russe;

  • cura sempre con attenzione la tua igiene e salute orale. Prove scientifiche esistenti sottolineano l’associazione tra la presenza e la gravità delle infezioni gengivali e il parto prematuro, il ritardo di crescita del feto, l’abortività spontanea, la pre-eclampsia;

Video di ecografie alla 12° settimana

Qui sotto invece il video di un’ecografia gemellare alla dodicesima settimana:

Se vuoi continuare a seguirci puoi farlo su Facebook .

Articolo scritto da Amelia Lucia. Data di pubblicazione: 30 Ottobre 2015. Ultima modifica: 1 Novembre 2020. Revisione scientifica a cura di Elena Boero, MSc, BSc, PhD fellow.

Fonti

1. Rowe, H. & Hawkey, A. J. Miscarriage. in Routledge International Handbook of Women’s Sexual and Reproductive Health 296–307 (Taylor and Francis, 2019). doi:10.4324/9781351035620-20.

2. Hepper, P. G., Wells, D. L. & Lynch, C. Prenatal thumb sucking is related to postnatal handedness. Neuropsychologia 43, 313–315 (2005).

3. ISUOG practice guidelines: Performance of first-trimester fetal ultrasound scan. Ultrasound in Obstetrics and Gynecology vol. 41 102–113 (2013).

4. First Trimester. https://www.stanfordchildrens.org/en/topic/default?id=first-trimester-85-P01218.

5. Sorveglianza ostetrica (Itoss) – Le linee guida Snlg-Iss. https://www.epicentro.iss.it/itoss/LineeGuida.

6. Amniocentesis and Chorionic Villus Sampling (Green-top Guideline No. 8). https://www.rcog.org.uk/en/guidelines-research-services/guidelines/gtg8/.

7. Eating right during pregnancy: MedlinePlus Medical Encyclopedia. https://medlineplus.gov/ency/patientinstructions/000584.htm.

 


Ti potrebbe anche interessare