ventottesima settimana di gravidanza -- foto

28° – Ventottesima settimana di gravidanza

Nel settimo mese della gravidanza, sono già terminati due terzi del percorso affinché tu possa incontrare il tuo bambino.

Lo sviluppo del bambino è ora nella sua fase finale.

Quelli che nascono prematuramente alla ventottesima settimana, hanno il 90% di probabilità di sopravvivere senza grossi difetti neurologici o fisici(1).

Con l’inizio del terzo trimestre , assieme a quelli che già stai avvertendo – avvertirai probabilmente una serie di nuovi sintomi.

La gioia di poter stringere finalmente il bebé tra le tue braccia ti fa sentire più viva. Allo stesso tempo è normale che tu abbia anche delle paure, che possono essere costituite ad esempio, dal timore di complicazioni per te o per il nascituro, dalla preoccupazione di non essere del tutto “adeguata” a partorire, dalla paura  il travaglio possa giungere prima del previsto.

Se volessi approfondire queste tematiche, ti rimando all’articolo pubblicato su questo sito: La tocofobia: la paura del parto, a firma della psicoterapeuta dottoressa Caterina Laria.

Il corso pre-parto

Nel corso di questa questa settimana potresti anche contattare l’ospedale presso il quale intendi partorire,  per informarti circa i corsi pre-parto tenuti dalle ostetriche e dai ginecologi della struttura.

Di solito il primo incontro preparatorio in ospedale avviene attorno alla 32°34° settimana di gravidanza. Tuttavia ogni ospedale ha le sue procedure e, quindi, ti consiglio di muoverti con qualche settimana di anticipo.

Una cosa molto utile di questi corsi pre-parto – sia a livello pratico che a livello psicologico –  è che tra le altre cose spesso prevedono anche una vista alla sala parto/travaglio.

Lo sviluppo del bambino alla 28°settimana di gravidanza

lo sviluppo dell’attività cerebrale

La sua struttura cerebrale continua a farsi  sempre più complessa, con le rientranze ed i solchi caratteristici che si sviluppano sulla sua superficie(2).

L’aumento del suo tessuto cerebrale nel corso della ventottesima settimana, determina un maggior livello di attività del feto.

Quando il bambino sta dormendo, le onde cerebrali fetali iniziano a mostrare dei cicli di sonno che sono ora ben distinguibili.

Si può anche individuare la fase di rapido movimento dell’occhio (REM): ciò sta ad indicare che il bambino potrebbe già aver iniziato a sognare(3).

Man a mano che il terzo trimestre avanza, i suoi cicli di sonno continuano ad essere sempre più distinguibili. (4).

lo sviluppo dei polmoni

Il bambino sta ancora continuando a fare pratica con la respirazione. I suoi vasi sanguigni si stanno ancora sviluppando in entrambi i suoi polmoni.

Viene prodotto un’agente chimico, detto surfattante: dopo la nascita – quando i suoi polmoni avranno iniziato ad assorbire ossigeno  – serve a prevenire che le sacche aeree aderiscano tra loro.

Nel corso di questa settimana, i suoi bronchi (in maturazione) iniziano a dividersi in rami più piccoli(5).

lo sviluppo degli organi sensoriali

I suoi occhi, che si erano aperti la scorsa settimana, ora sono piuttosto sensibili alla luce forte. Se punti una luce forte dal di fuori verso la tua pancia, il bambino potrebbe perfino sbattere le palpebre o girare la testa all’interno dell’utero(6).

Questa è anche la settimana in cui si pigmentano le sue iridi: però il loro colore non è ancora permanente e potrebbe cambiare fino al primo anno di età(7).

lo sviluppo dei riflessi

Il feto sta impratichendosi facendo diverse attività: succhiando più forte che mai, afferrando qualsiasi cosa si trovi alla sua portata (solitamente il cordone ombelicale) e sbattendo gli occhi(8). Ciò lo aiuterà una volta uscito dall’utero a sopravvivere nel mondo esterno.

Dopo la ventottesima settimana, si può spesso scoprire feti che sporgono la lingua in fuori: le ragioni non sono ancora note ma, senza dubbio, ciò permette al bambino di sentire il sapore del liquido amniotico, dato che le sue pupille gustative sono ora abbastanza mature(9).

l’aspetto esteriore

I suoi strati di grasso sono ancora in via di sviluppo, e danno al feto un’aspetto opaco e grassottello.

In questo periodo iniziano ad apparire anche le unghie(10).

Un altro notevole cambiamento è la scomparsa della peluria (lanugo) che ricopriva il feto, ed ora il compito di regolare la sua temperatura corporea viene assunto dal grasso sottocutaneo(11).

i denti del feto

I primi abbozzi dei denti da latte (che hanno iniziato a formarsi già nel corso della sesta settimana di gravidanza) si sono ormai ben formati.

Durante il periodo fetale inizieranno a formarsi anche i denti permanenti.

I denti del giudizio, invece, si formeranno solo nel terzo anno di vita.

Attenzione che stiamo parlando della formazione dei denti, non della loro comparsa: i denti spunteranno nella bocca del bambino tra il 6° mese ed il 33° mese d’età (22).

i movimenti del feto

La maggior parte dei feti, nel loro periodo di attività ottimale, si muovono nel giro di mezz’ora circa venti volte.

Cerca, perciò, di tenere conto di quanto si muove il tuo piccolo, così da poter individuare presto eventuali anomalie del suo ritmo sonno-veglia. In ogni caso, ,  consulta il medico per sapere qual è (nel tuo caso) la normale «quantità» di movimento fetale in questa fase(12).

Per prepararsi alla nascita i bambini si posizionano, nella maggior parte dei casi, con la testa all’ingiù già nel corso di questa settimana; ma, molto probabilmente per ancora un altro paio di settimane continueranno a capovolgersi (13).

il feto nelle gravidanze gemellari

Nelle gravidanze gemellari, la ventottesima settimana rappresenta una tappa importante, in quanto i gemelli che nascono – prima del termine – in questa settimana, hanno le stesse probabilità di sopravvivenza dei bambini singoli (circa il 90%).

Tuttavia i gemelli sono però ancora a rischio di complicazioni nel lungo termine: paralisi cerebrali, problemi alla vista e problemi respiratori cronici(14).

quanto è grande adesso

Ora il bambino è grande quasi come una zucca giapponese(15) : dalla testa ai piedi è lungo circa 38 centimetri ed é pesante quasi un chilogrammo(16).

ventottesima settimana di gravidanza - feto

Il feto durante la ventottesima settimana di gravidanza – clicca per ingrandire

Aumento di peso e pancione e cambiamenti corporei

In questa settimana, la cima del tuo utero si trova all’incirca 9 centimetri al di sopra dell’ombelico (17), mentre l’altezza del fondo uterino (la distanza dalla cima dell’utero alla cima del pube) dovrebbe essere tra i 26 ed i 29 centimetri.

In questo periodo, vuoi per effetto della relaxina (ormone che agevola la progressione del feto nel canale da parto durante il parto) che allenta le tue articolazioni, vuoi a causa del pancione che sta spostando il tuo baricentro, potresti lasciar cadere le cose, potresti sbattere contro i mobili e potresti inciamparti più spesso.

E’ comunque opportuno che indossi scarpe basse e comode che ti consentano di muoverti comodamente, e che ti muova lentamente per evitare di cadere e di fare del male anche al bambino(18).

Ora sei probabilmente aumentata tra gli  8 ed i 12 chili nei precedenti trimestri .(19)  L’aumento di peso ideale per il terzo trimestre è di circa 2,5 chilogrammi (20).

Dato che il tuo corpo si sta preparando all’allattamento, potresti veder fuoriuscire dai capezzoli un fluido denso e giallognolo (il colostro)(21).

Test ed ecografia alla ventottesima settimana

ventottesima settimana di gravidanza -- ecografia

Ecografia alla ventottesima settimana di gravidanza – Foto flickr di plizzba distribuita con licenza Creative Commons (BY-SA)

Un’ecografia 2D fatta durante questa settimana, mostra il bambino che è piuttosto attivo, che muove molto le sue braccia e le sue gambe, che afferra il cordone ombelicale e si succhia il pollice.

Se vuoi avere la prima fotografia dell’album dedicato al tuo bambino, già in questa fase potresti optare anche per un’ecografia 3D.

Per valutare i tuoi livelli di emoglobina e per individuare eventuali anemie, il medico potrebbe prescriverti un esame del sangue(23) . Come ad ogni visita prenatale del resto, ti verrà misurata anche la pressione.

Se non l’avevi già fatto, per accertare l’eventuale presenza di un  diabete gestazionale , potresti dover fare il test della tolleranza al glucosio.

Alle donne Rh negative, viene fatta un’iniezione di Rhogam (un anticorpo Rh) per prevenire –  nell’eventualità che il sangue del bambino ne possedesse l’antigene  – la sensibilizzazione della madre al fattore Rhesus (24).

I sintomi nella ventottesima settimana

In questa settimana è normale avere,

  • dolore al legamento rotondo dell’utero;
  • dolori articolari, ai fianchi ed alla schiena;
  • crampi alle gambe;
  • contrazioni di Braxton Hicks(25);
  • indigestione, gonfiore e bruciori di stomaco;
  • costipazione;
  • vene varicose ed emorroidi(26);
  • minzioni frequenti;
  • mancanza di fiato e dolore al petto (dato che il bambino che mette pressione sulle tue coste e sui tuoi polmoni)(27);
  • gonfiore o edema di braccia e gambe;
  • smagliature, specialmente su pancia, fianchi e cosce(28);
  • dolore alla pelvi e al coccige;
  • disfunzione della sinfisi pubica(29);
  • dolore acuto al nervo sciatico (sciatica)(30);
  • gengive gonfie o sanguinanti;
  • pelle pruriginosa (attorno a pancia, fianchi e seno);
  • disturbi del sonno (insonnia)(31);
  • sindrome delle gambe senza riposo(32);
  • naso congestionato (per effetto degli alti livelli di ormoni della gravidanza, che aumentano il flusso sanguigno alle mucose nasali, causandone il rigonfiamento)(33);
  • mal di testa o emicrania;
  • affaticamento e vertigini(34);
  • sbalzi d’umore e depressione.

Quando è opportuno chiamare il medico

Va interpellato il medico nel caso di,

  • contrazioni che si fanno via via più frequenti, associate a sanguinamento vaginale, perdita del tappo mucoso o qualsiasi cambiamento nelle secrezioni, una sensazione di pressione pelvica, abbondanti secrezioni acquose e crampi simil-mestruali: cose che potrebbero indicare un parto prematuro(35);
  • dolore o bruciore durante la minzione, abbondanti secrezioni (gelatinose, di color giallognolo o verdognolo, oppure dense e bianche), dolore ai reni, nausea, ed uno stimolo ad urinare anomalo ed urgente: potrebbero indicare un’infezione del tratto urinario(36), un’infezione renale, oppure una candidosi(37);
  • un’affaticamento estremo ed una sete eccessiva, accompagnati da un flusso di urina aumentato, da una nausea intensa, secchezza della bocca, ed alterazioni visive improvvise, cose che potrebbero indicare l’esistenza di un diabete gestazionale(38);
  • diarrea o vomito intensi e persistenti per più di 24 ore;
  • quando – durante il periodo di attività del bambino, solitamente fra le 9 di sera e l’una del mattino – nell’arco di 2 ore senti meno di 10 movimenti fetali (39);
  • mali di testa persistenti e stordimento, assieme ad affaticamento estremo, vista sfocata, dolore all’alto addome, tachicardia, improvviso gonfiore delle mani e del volto: potrebbero dipendere da ipertensione o da preeclampsia(40);
  • gonfiore ad un piede o ad una caviglia (non all’altro piede o all’altra caviglia): potrebbe indicare una complicazione seria, come un disturbo della coagulazione(41).

Alcuni consigli utili per la gravidanza e il bambino

Anche per questa settimana può esserti utile qualche consiglio:

  • in occasione delle visite prenatali – che probabilmente saranno più frequenti adesso (due volte al mese) – esponi al medico ogni possibile tuo dubbio o preoccupazione circa la crescita del tuo bambino, od a proposito del travaglio e del parto;
  • nella tua dieta quotidiana prevedi molti cibi ricchi di ferro, come gli spinaci, il tofu (un derivato cagliato della soia), i fagioli, i cereali integrali, il manzo e il pollo, dato che il tuo bambino ora ha la necessita di livelli di ferro ancora più alti di quelli dello scorso trimestre(42): per prevenire un’anemia gestazionale il medico potrebbe anche consigliarti un integratore di ferro;
  • per qualche minuto, allunga le gambe o massaggiale;
  • riduci il tuo introito di caffeina per gestire meglio la sindrome delle gambe senza riposo(43);
  • ora che il tuo appetito è probabilmente aumentato, segui una dieta ricca di frutta e verdura, di cibi integrali, di succhi di frutta senza zucchero, e di carne magra: tutti alimenti che contengono fibre, vitamine essenziali, e minerali di vitale importanza per la corretta crescita fetale;
  • frequenta dei corsi di yoga prenatale, e fai degli esercizi fisici utili a rafforzare i muscoli del pavimento pelvico.

Video di ecografie alla la 28°settimana di gravidanza

Ventottesima settimana: alcuni prodotti utili

Potrebbero essere di tuo interesse i seguenti prodotti che, per questo periodo, ci sentiamo di consigliarti.

Fonti +

(1) http://www.mayoclinic.org/healthy-living/pregnancy-week-by-week/in-depth/fetal-development/art-20045997

(2) http://americanpregnancy.org/weekbyweek/week28.htm

(3) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/your-baby/week-28/dream.aspx

(4) http://www.pampers.com/diapers/28-weeks-pregnant

(5) http://www.pampers.com/diapers/28-weeks-pregnant

(6) http://www.babycenter.in/28-weeks-pregnant

(7) http://www.parents.com/pregnancy/week-by-week/baby-development/#page=28

(8) http://www.babycentre.co.uk/28-weeks-pregnant

(9) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/week-by-week/week-28.aspx

(10) http://www.babycenter.in/s1001625/28-weeks-pregnant

(11) http://www.babyzone.com/pregnancy-week-by-week/28-weeks-pregnant_70846

(12) http://www.medicinenet.com/fetal_movement_feeling_baby_kick_week-by-week/article.htm

(13) http://www.bounty.com/pregnancy/28-weeks-pregnant

(14) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/twins-and-multiples/giving-birth/your-tentative-timetable.aspx

(15) http://www.parents.com/pregnancy/week-by-week/how-big-is-your-baby-this-week/#page=27

(16) http://www.babycenter.com/slideshow-baby-size?slideNumber=26

(17) http://americanpregnancy.org/weekbyweek/week28.htm

(18) http://www.pampers.com/diapers/28-weeks-pregnant

(19) http://americanpregnancy.org/weekbyweek/week28.htm

(20) http://www.babycentre.co.uk/28-weeks-pregnant

(21) http://www.nhs.uk/Conditions/pregnancy-and-baby/pages/leaking-nipples-pregnant.aspx#close

(22) http://www.periodofertile.it/bambini/0-12-mesi/denti-da-latte-a-quanti-mesi-crescono-schema-dentizione

(23) http://www.birth.com.au/pregnancy/pregnancy-12-28-weeks/pregnancy-week-by-week/your-pregnancy-week-28#.U9h8WeOSxvC

(24) http://americanpregnancy.org/pregnancycomplications/rhfactor-2.html

(25) http://www.babyzone.com/pregnancy-week-by-week/28-weeks-pregnant_70846

(26) http://www.birth.com.au/pregnancy/pregnancy-12-28-weeks/pregnancy-week-by-week/your-pregnancy-week-28#.U9h8WeOSxvC

(27) http://pregnant.thebump.com/pregnancy-week-by-week/28-weeks-pregnant.aspx

(28) http://www.pampers.com/diapers/28-weeks-pregnant

(29) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/week-by-week/week-28.aspx

(30) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/symptoms-and-solutions/sciatica.aspx

(31) http://www.pregnancycorner.com/being-pregnant/pregnancy-week-by-week/28-weeks-pregnant.html

(32) http://www.babycenter.com/6_your-pregnancy-28-weeks_1117.bc

(33) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/week-by-week/week-28.aspx

(34) http://www.parents.com/pregnancy/week-by-week/your-changing-body/#page=28

(35) http://www.webmd.com/baby/labor-signs

(36) http://americanpregnancy.org/pregnancycomplications/utiduringpreg.html

(37) http://americanpregnancy.org/pregnancycomplications/yeastinfectionpreg.html)

(38) http://www.babycentre.co.uk/a2058/gestational-diabetes

(39) http://americanpregnancy.org/duringpregnancy/kickcounts.htm

(40) http://www.medicinenet.com/pregnancy_induced_hypertension/article.htm

(41) http://www.mayoclinic.org/healthy-living/pregnancy-week-by-week/expert-answers/swelling-during-pregnancy/faq-20058467

(42) http://www.whattoexpect.com/pregnancy/week-by-week/week-28.aspx

(43) http://www.babycenter.com/6_your-pregnancy-28-weeks_1117.bc

Articolo aggiornato il: luglio 9, 2018 at 20:32 pm

Articoli correlati

Le informazioni fornite attraverso questo sito non hanno valenza medica, ma solo finalità divulgative. Le opinioni espresse, ed i riferimenti ai pareri di soggetti terzi, non intendono sostituirsi al parere di un medico a cui necessariamente dovrete fare riferimento in caso di necessità. Le informazioni mediche fornite ed ospitate su questo sito provengono da persone non mediche.