24° – Ventiquattresima settimana di gravidanza

- Pubblicato da: Author: Amelia Lucia - Revisione scientifica a cura di: Elena Boero - in Category: Le 40 settimane di gravidanza | 8 min di lettura

Con la 24° settimana sei entrata nel sesto mese della gravidanza ed il feto sta velocemente crescendo: se dovesse nascere in questa settimana, si stima che avrebbe circa il 50% di probabilità di sopravvivenza.

ventiquattresima settimana di gravidanza - foto

Come nelle settimane precedenti stai aumentando di peso, acquisendo circa 0.36-0.45 kg alla settimana per sostenere la gravidanza (se parti da un peso normale). Assicurati che la dieta sia bilanciata, e assumi gli integratori indicati dal medico come acido folico ed altre vitamine.

Lo sviluppo del feto nella ventiquattresima settimana di gravidanza

lo sviluppo del cervello

In questa fase, l’attività cerebrale del feto è quasi uguale a quella del neonato medio, in quanto le sue cellule nervose si sono sviluppate abbastanza da consentire un pensiero conscio: probabilmente anche la memoria.

ventiquattresima settimana di gravidanza - feto
Il feto durante la ventiquattresima settimana di gravidanza - clicca per ingrandire

Lo sviluppo degli organi interni

I polmoni del feto si stanno ora preparando a respirare dell’ossigeno invece che del liquido.

Ciò mediante un graduale sviluppo di cellule e di diramazioni per la produzione di miscela di fosfolipidi e lipoproteine chiamato surfattante polmonare (un complesso di sostanze tensioattive che riveste la superficie degli alveoli polmonari).

Una volta che il tuo bambino respirerà, questo svolgerà un ruolo fondamentale per permettere ai polmoni di gonfiarsi senza intoppi.

​Lo sviluppo degli organi sensoriali

Il suo senso dell’udito in via di sviluppo, assieme al suo cervello in maturazione, gli permette di udire e di memorizzare i suoni familiari, come la tua voce o una canzone.

Alcuni studi hanno dimostrato che i neonati possono riconoscere canzoni che avevano sentito quando erano nell’utero.

Nella ventiquattresima settimana lo sviluppo dell’orecchio interno (che controlla l’equilibrio) è quasi completato, consentendo al tuo bambino di rendersi conto nel mentre sta fluttuando nel liquido amniotico, quando si trova dritto oppure capovolto .

Sebbene le sue palpebre siano ancora sigillate. Le parti principali dell’occhio, incluse le iridi e le retine, sono già al loro posto.

Tuttavia, le sue iridi non sono ancora pigmentate; mentre la sua retina maturerà del tutto nel giro di un altro mese.

Siccome non è in grado ancora di vedere, il bambino ora usa le sue piccole mani e piedi per fare pratica con il suo senso del tatto.

Contemporaneamente continuano a crescere anche le sue pupille gustative.

​L’aspetto esteriore

Con la ventiquattresima settimana il viso del bambino è oramai completamente formato, con le sopracciglia, le ciglia ed i capelli i quali sono tuttavia sono ancora bianchi in assenza della pigmentazione.

La sua pelle diventa lentamente più opaca, man mano che lo strato di grasso si sviluppa sotto di essa.

​I movimenti fetali

Potresti percepire un aumento nei movimenti fetali, in quanto solitamente i bambini sono più attivi tra la ventiquattresima e la ventottesima settimana ed in quanto le loro dimensioni aumentano nell’utero.

Tuttavia, se fossi incinta di gemelli, i tuoi bambini avevano già uno spazio più limitato.

Entro questa settimana, la maggior parte dei bambini inizia a reagire ai suoni esterni: per esempio, calmandosi con una musica rilassante, o diventando più attivi coi rumori forti.

​Quanto è grande il feto

Il bambino sta crescendo, ed è diventato oramai grande quasi come una pannocchia : è lungo circa 30 centimetri e pesante 600 grammi all’incirca.

I cambiamenti nel corpo della donna

Ora, il punto più alto dell’utero può essere palpato a circa 5 centimetri sopra l’ombelico.

Con il pancione che cresce, la pelle attorno alla tua pancia alla schiena ed al tuo seno, si stira considerevolmente portando smagliature e pruriti.

Delle piccole protuberanze simili a brufoli dette tubercoli di Montgomery, potrebbero svilupparsi sulle areole delle mammelle, secernendo una sostanza oleosa per proteggere i capezzoli.

Potresti anche notare un liquido giallognolo fuoriuscire dal seno (liquido simil-colostrale), in quanto il tuo corpo continua a produrre colostro in vista della sua preparazione all’allattamento.

L’ecografia alla 24°settimana

Il medico potrebbe prescriverti un esame per la glicemia, oppure un test orale per la tolleranza al glucosio, allo scopo di verificare la presenza di un eventuale diabete gestazionale. Il diabete gestazionale, come gli altri tipi di diabete, determina che la paziente non è più in grado di regolare i livelli di glucosio nel sangue. Si pensa che insorga in circa il 18% delle donne in gravidanza a seguito dei cambiamenti ormonali, ma la scienza non è ancora concorde. Poiché livelli eccessivi di glucosio sono tossici, è importante rilevare la presenza di questo disturbo durante il secondo trimestre .

Questo test di screening viene generalmente eseguito tra la ventiquattresima e la ventottesima settimana di gravidanza: ma anche prima per le donne che presentano un alto rischio di questa patologia.

Infatti, gli aumentati livelli di ormoni della gravidanza, innalzano le probabilità di una glicemia alta, specialmente durante gli ultimi mesi.

Potrebbe esserti prescritto anche un esame delle urine, al fine di controllare i livelli di chetoni nelle urine stesse, nel caso fossi un soggetto ad alto rischio.

Un’ecografia eseguita in questa settimana mostrerà che la pelle del bambino sta diventando opaca per effetto del grasso che si sta formando: non sarai perciò più in grado di vedere i suoi vasi sanguigni ed i suoi organi interni mentre crescono.

ventiquattresima settimana di gravidanza - ecografia
Ecografia alla ventiquattresima settimana di gravidanza - Foto flickr di Jim B L http://flickr.com/photos/jimbl/4378936939 distribuita con licenza Creative Commons (BY-NC-ND)

Segnali e sintomi nella 24°settimana di gravidanza

In questa settimana potresti essere soggetta ai seguenti disturbi:

  • Indigestione, bruciori di stomaco e costipazione;

  • Contrazioni di Braxton Hicks;

  • Linea nigra;

  • Gonfiore o edema nelle braccia e nelle gambe;

  • Occhi secchi e pruriginosi, sensibili alla luce;

  • Vista sfocata;

  • Crampi alle gambe;

  • Dolore alla schiena, alle articolazioni, alle coste ed ai fianchi;

  • Smagliature, specialmente sull’addome, sul seno e sui fianchi;

  • Naso che cola o congestionato;

  • Sensazione di vertigini o svenimento, quando ti alzi troppo velocemente da una posizione seduta o sdraiata, in quanto l’aumentato volume sanguigno rallenta la circolazione ematica, abbassando temporaneamente la pressione del sangue;

  • Depressione e sbalzi d’umore;

  • Esantema pruriginoso (una specie di orticaria da gravidanza) sul pancione, sulle cosce e sulla schiena;

  • Macchie scure su alcune zone della cute e fibromi penduli.

I segnali ed i sintomi a cui prestare attenzione

Occorre prestare una particolare attenzione ai seguenti sintomi:

  • ad un eventuale sanguinamento vaginale, anche spotting, associato a crampi simil-mestruali o dolore sordo alla parte bassa della schiena, ad una sensazione di pressione nella zona pelvica, alla diarrea, alle contrazioni uterine o una flebile perdita di liquido chiaro in quanto una combinazione di questi sintomi potrebbe indicare un parto prematuro;
  • ai mali di testa persistenti con stanchezza estrema, improvvise alterazioni visive, improvviso gonfiore di caviglie e piedi, dolore alla parte alta dello stomaco e mancanza di fiato (potrebbero indicare una preeclampsia);
  • ad una combinazione di sintomi che comprendano un’affaticamento intenso, sete estrema, nausea intensa, problemi alla vista e aumento della minzione (potrebbero indicare un diabete gestazionale);
  • al dolore addominale solo da un lato, al dolore durante la minzione, al sangue nelle urine ed a delle infezioni del tratto urinario (potrebbero indicare lo sviluppo di calcoli renali, in quanto questo rischio aumenta durante la gravidanza);
  • alla sensazione di bruciore durante la minzione, assieme a dolore alla parte bassa della schiena e secrezioni gelatinose e giallognole o dense e bianche (potrebbero indicare un’infezione ai reni o una candidosi);
  • al sanguinamento leggero a spotting, ai leggeri crampi allo stomaco, alla pressione pelvica ed un cambiamento nelle secrezioni vaginali (potrebbero indicare un’insufficienza cervicale o un’apertura della cervice);
  • al vomito ed alla diarrea intensi che durano più di 24 ore.

Alcuni consigli utili per una gravidanza e un bambino sani

Ti potrà essere utile,

  • usare del collirio da banco (dopo aver consultato il tuo medico) per combattere la secchezza e il prurito agli occhi;
  • tenere i piedi alzati quando stai seduta, in quanto ciò ti aiuta a ridurre il gonfiore;
  • seguire una “routine” di esercizi fisici leggeri (brevi passeggiate quotidiane) o di yoga prenatale, in quanto queste attività ti aiutano a mantenere una postura corretta, a combattere i  “normali”sintomi del secondo trimestre come mal di schiena ed edema, ed a preparare il tuo corpo per il travaglio e per il parto;
  • iniziare a tenere un diario dei movimenti del tuo bambino;
  • dormire sul fianco sinistro, in quanto migliora la tua circolazione, infatti, dormire sulla schiena ridice il flusso di sangue diretto alla placenta a causa della pressione sulle grandi vene;
  • consultare il medico prima di usare prodotti come creme per le smagliature, creme idratanti o tinte per capelli (sebbene la maggior parte di queste ultime siano da considerarsi sicure dopo il primo trimestre).

Video di ecografie alla 24°settimana

YT-SC-1280x720-c-default.png

Vai alla tua settimana di gravidanza


***

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Per saperne di più...