7° – Settima settimana di gravidanza

Di A. Paparotti •  Aggiornato: 05/28/22 •  14 min di lettura

Durante la settima settimana di gravidanza l’embrione misura circa 13 – 17 mm ed assomiglia ancora ad un piccolo girino con la coda (che non è altro che il prolungamento del coccige), coda che scomparirà nel giro di un paio di settimane.

In ragione delle sue attuali dimensioni, tante future mamme quando lo vedono nell’ecografia lo paragonano ad un fagiolo.

In questi giorni, inizia il processo di ossificazione dello scheletro dell’embrione. Perciò, per favorire una corretta formazione delle ossa, è indispensabile che tu ponga particolare cura, sia alla tua alimentazione (mangia più frutta, verdura e crusca) sia allo stile di vita che conduci.

Settimane di gravidanza
Embrione 7 settimane. Embryo @ 6 – 7 weeks di lunar caustic (CC BY 2.0)

L’embrione a 7 settimane

Durante questa settimana, l’embrione – che viene misurato dal punto più alto della curvatura della testa al punto più basso della curvatura della coda (dicesi Crown-rump length (CRL)) – misura circa 13 – 17 mm [1]

Lo sviluppo dei organi facciali e sensoriali

La cornea e la retina si attaccano tra di loro, e vanno a formare gli occhi. In questa fase iniziano anche a svilupparsi, la mascella, la bocca, i denti, la lingua, la punta del naso; mentre iniziano ad originarsi piccole vene al di sotto del sottile strato di pelle. Anche le orecchie interne continuano a crescere.

Lo sviluppo degli organi interni dell’embrione

Questa è anche la settimana in cui il fegato del futuro nascituro inizia a produrre gli eritrociti (globuli rossi) finché il midollo osseo non sarà abbastanza maturo da poterli produrre. Iniziano a formarsi l’appendice ed il pancreas, il quale rilascerà l’ormone insulina per favorire la digestione. Dal sacco vitellino e dall’allantoide, si viene formando il cordone ombelicale, che andrà a sostituire il sacco vitellino stesso come fonte di nutrienti per l’embrione. Anche le gonadi cominciano a formarsi: è comunque ancora troppo presto per determinare il sesso del nascituro attraverso un’ecografia.

I reni si trovano già nelle loro posizioni: presto inizieranno a produrre urina la quale formerà una quantità significativa di liquido amniotico.

;Embrione
L’Embrione alla 7 settimana di gravidanza

Crescita delle braccia e delle gambe

Questi  (piccoli) arti iniziano ad appiattirsi e ad originare la cartilagine (che poi si trasformerà in ossa) preparandosi alla successiva crescita di mani, piedi e dita. Analogamente, anche i gomiti iniziano a formarsi con l’allungamento degli arti superiori.

Lo sviluppo del sistema nervoso dell’embrione

Il sistema nervoso del nascituro continua a crescere: pensa che ad ogni minuto si formano circa 100 nuovi neuroni. Il prosencefalo è diviso in due parti, dalle quali origineranno, successivamente, i due emisferi cerebrali. Nei paragrafi successivi, vedremo insieme quali sono i cambiamenti che avvengono nel tuo corpo in questo periodo.

;Il
Gravidanza360°

Cosa succede al corpo della donna

La maggior parte delle mamme, mette su un po’ di peso in questa fase della gravidanza (tuttavia, al contrario chi soffre di disturbi mattutini, in queste settimane potrebbe addirittura perdere del peso) ed i vestiti iniziano a diventare più stretti, soprattutto attorno alla vita.

In media, l’aumento ponderale durante l’intera gravidanza dovrebbe aggirarsi (indicativamente) intorno a [2]:

(non ci sono sufficienti dati per stabilire l’aumento di peso peso raccomandabile per le donne con gravidanza multifetale. [3]

Tale aumento è dovuto a vari fattori. I principali sono dovuti a:

Si accentua la sensazione di gonfiori. La minzione è frequente. Potrai avere dei problemi di stipsi, e male alla parte lombare della schiena.

Se non l’hai già fatto, puoi incominciare a considerare di acquistare dei vestiti più idonei, soprattutto in prospettiva di un futuro aumento di peso.

Altri sintomi della gravidanza durante questa settimana, sono dati delle gambe e seni gonfi (il seno diventa più grande poiché il corpo si prepara a produrre il latte materno per il nascituro).

Inoltre, in questa fase, si ha la formazione del tappo di muco nel canale cervicale, per mantenere l’utero sigillato e al sicuro. Questo tappo di muco, si scioglierà automaticamente al momento del travaglio e del parto.

Ecografia alla settima settimana

;ecografia
Ecografia 7° settimana

L’ecografia transaddominale mostrerà un aumento delle dimensioni dell’utero; ma il bambino è ancora troppo piccolo per essere rilevato. Mentre con l’ecografia transvaginale è pressoché garantito che riuscirete a vedere sia l’embrione che a percepire il suo battito cardiaco.

In entrambi in casi, le ecografie non provocano alcun danno per il bambino e, quindi, non state in ansia ogni volta che il medico vi chiede di farne una!

L’ecografia mostrerà due pallini neri, parzialmente coperti dalle palpebre che, in seguito, daranno vita agli occhi del nascituro. Le immagini continueranno a mostrare una testa, sproporzionata rispetto al resto del corpo, a causa della rapida crescita del cervello.

Di seguito parleremo dei sintomi che possono verificarsi durante questa settimana e vedremo quali di questi potrebbero preannunciare delle complicazioni.

Per finire, parleremo  di alcune curiosità relative a questa settimana.

7 settimana di gravidanza: sintomi

Nel corso di questa settimana la maggior parte delle donne continua a presentare i sintomi comuni della gravidanza, ma è anche possibile che non se ne presenti alcuno, oppure che solo pochi facciano la loro comparsa. Non avere sintomi non significa che qualcosa non va o che la tua gravidanza non è normale. Potresti averli un po ‘più tardi rispetto ad altre future mamme, o potresti essere uno delle poche che non ha un primo trimestre difficile.

I sintomi emotivi (depressione e sbalzi d’umore) e la stanchezza possono aumentare nel corso di questa settimana e non c’è molto che tu possa fare al riguardo. Cerca di mantenerti in forma e attiva mangiando in modo sano e spesso (ogni poche ore), bevendo molta acqua e facendo esercizio (se sei nelle condizioni di farlo). Concediti anche il ​​permesso di dormire fino a tardi nei fine settimana e/o fare un pisolino quando puoi.

Durante questa settimana oltre l’80% delle donne sperimenta anche una sorta di nausea e più della metà ha anche un po’ di vomito. Questi disturbi mattutini di solito scompaiono entro il secondo trimestre. Sebbene vengano definiti mattutini possono insorgere in qualsiasi momento della giornata. Per limitarli e gestirli al meglio cerca di mangiare pasti più piccoli e più frequenti; bere molta acqua a piccoli sorsi durante il giorno; ed evitare di sdraiarti subito dopo aver mangiato. I sintomi dei disturbi mattutini, potrebbero essere maggiormente pesanti nelle donne incinte di due o tre gemelli, e ciò a causa degli elevati livelli di ormoni. Seppur in rari casi, la nausea potrebbe trasformarsi in una propria malattia chiamata iperemesi gravidica. Questo disturbo può portare nausea per l’intera durata della gravidanza, e va curato con flebo reidratanti (da farsi in ospedale); nei casi più gravi, potrebbe essere necessario un ricovero in ospedale al fine di prevenire possibili danni alla mamma e al bambino in ragione della scarsa alimentazione e idratazione.

Il progesterone, l’ormone della gravidanza, rallenta alcune funzioni del corpo, inclusa la digestione e questo favorisce l’accumolo di gas in eccesso nel tratto gastrointestinale (meterorismo) e la costipazione. Limitare le bevande gassate, evitare cibi grassi o fritti, mangiare pasti più piccoli (ma mangiare più spesso), bere molta acqua, mangiare lentamente e masticare bene il cibo può aiutare a prevenire l’eccesso di gas.

In alcuni casi, invece, i cambiamenti ormonali possono anche scatenare la diarrea. Se così fosse la cosa più importante da fare è rimanere idratata. Quindi bevi molta acqua e succhi, e mangia zuppe e minestre. Se la diarrea non si risolve da sola entro due giorni chiama il medico.

Altri sintomi frequenti durante la 7 settimana di gravidanza son i dolori al basso ventre, che possono essere causati sia all’accumuolo di aria, dall’abbassamento dell’utero, dalla costipazione.

L’eccesso di saliva è un vero e proprio sintomo di gravidanza anche se non tutte le donne la notano. Serve a protegge la bocca e la gola dagli acidi dello stomaco. Bere molta acqua, usare il collutorio, lavarsi spesso i denti e masticare gomme potrebbe aiutare a domare la bava.

Molto spesso questo periodo è accompagnato da minzione frequente, causata dall’espansione ed abbassamento dell’utero e dall’aumento dell’ormone HCG, che causa una maggiore circolazione del sangue nell’area pelvica. Nel secondo trimestre l’uterno dovrebbe rialzarsi dandoti un po’ di sollievo.

Quelli visti sopra sono i sintomi “classici” e più frequenti, ma possono essere accompagnati anche da altri:

Rischi settima settimana di gravidanza: quando chiamare il medico

E’ opportuno chiamare immediatamente il medico, ma senza allarmarsi,  se si verificano le seguenti circostanze:

Curiosità e consigli circa questo periodo

Consigli per la settima settimana di gravidanza

Anche in questa fase della gravidanza sempre buona norma cercare di seguire uno stile di vita sano ed equilibrato.

Perciò:

Ecografia a 7 settimane di gravidanza

Se non già fatta la settimana prima, durante la settima settimana di gravidanza viene eseguita la prima ecografia, una metodica diagnostica non invasiva in cui si potrà vedere l’embrione. Gli ecografi di ultima generazione consentono di sentirne anche il battito battito del cuore.

Qui sotto riportiamo il video di un’ecografia tridimensionale alla 7 settimana (L’ecografia tridimensionale utilizza la stessa tecnica dell’ecografia bidimensionale ma, mentre l’ecografia bidimensionale fornisce delle immagini in 2 dimensioni quella tridimensionale fa una ricostruzione computerizzata in 3D del segnale ecografico delle strutture che vengono esaminate).

Vai alla settimana successiva, l’8 settimana di gravidanza, oppure ritorna all’articolo relativo alla settimana precedente.

A. Paparotti

Classe 1978, collabora con Gravidanza360° dal 2014. Supervisiona i contenuti del sito e gestisce i rapporti con i media. Il suo sguardo attento è sempre indirizzato sui nuovi articoli e sui trend che appassionano la community.