25° – Venticinquesima settimana di gravidanza

- Pubblicato da: Author: Adele Paparotti - Revisione scientifica a cura di: Elena Boero - in Category: Le 40 settimane di gravidanza | 8 min di lettura

Con la venticinquesima settimana hai oltrepassato la metà del sesto mese di gravidanza. È un ottimo periodo per iniziare a pensare al futuro, a quando sarai mamma.

venticinquesima settimana di gravidanza - foto

Con la venticinquesima settimana puoi già incominciare a pensare a come sarà dopo il parto la vita di entrambi, tua e del tuo bambino, in particolare alle cose che sicuramente ti serviranno  (accessori per il bebè e, in particolare alla culla, fasciatoiosdraietta, copertina, corredino per il neonato, biberon, ciuccio, scaldabiberonsterilizzatore) immediatamente non appena sarai uscita dall’ospedale.

Alla venticinquesima settimana, l’udito del feto è abbastanza maturo da consentirgli di rispondere alla tua voce con un piccolo pugno o un calcio.

Lo sviluppo del bambino nella venticinquesima settimana di gravidanza

Lo sviluppo del cervello

Il cervello del feto continua a crescere: la corteccia si sviluppa in strati distinti anche se (occorre precisare) la maggior parte delle azioni fetali sono ancora controllate da altre aree cerebrali sviluppatesi in precedenza.

Lo sviluppo degli organi sensoriali

I sensi dell’udito, della vista, del tatto, e del gusto stanno ancora maturando: il bambino risponde a suoni e sente il sapore del liquido amniotico mentre lo ingoia.

Si stanno sviluppando i suoi nervi ottici, ed ora il bambino è il grado di reagire ai lampi di luce ruotando la testa di lato.

Lo sviluppo degli organi interni

Uno dei cambiamenti più significativi in questa settimana, è costituito dall’apertura delle narici del bambino che fino ad ora erano chiuse .

I suoi polmoni si stanno preparando alla respirazione.

Il bambino inala ed esala il liquido amniotico, mentre si sta sviluppando anche il surfattante polmonare  (surfactant, dall’acronimo inglese SURFace ACTive AgeNT), ovvero la sostanza chimica che aiuta i polmoni ad espandersi durante l’inspirazione.

Tuttavia, se dovessi partorire in questa settimana, il bambino avrebbe ancora bisogno dell’assistenza medica per continuare a respirare, in quanto i suoi polmoni sono ancora troppo immaturi per distribuire l’ossigeno al flusso sanguigno, o per rilasciare l’anidride carbonica.

Anche il suo tratto intestinale sta maturando.

Il meconio che si forma nell’intestino crasso, prodotto dalle prime attività intestinali del tuo bambino, verrà espulso dal bambino subito dopo la nascita.

L’aspetto esteriore

La sua pelle ancora rugosa sta iniziando a diventare liscia grazie alla crescita del grasso al di sotto di essa, e gli da così un aspetto più cicciottello.

I suoi minuscoli vasi sanguigni capillari, si stanno sviluppando proprio sotto la cute, dando al tuo bambino un colorito roseo.

I movimenti fetali ed i battito cardiaco

La maggior parte delle donne incinte riferisce che i bambini sono più attivi durante il periodo che va dalla ventiquattresima alla ventottesima settimana.

Quindi, è probabile che nel corso dell’intera giornata, tu possa percepirne i calci, le capriole e i pugni.

Quando il bambino si muove molto è un buon segnale; ciò indica una buona salute fetale e non, necessariamente, che avrai un bambino iperattivo.

Potresti anche percepire i suoi singhiozzi: un movimento ritmico che dura qualche minuto alla volta.

Il battito cardiaco del feto, che il medico può auscultare usando uno stroboscopio Pinard, è di circa  120 – 160 battiti  al minuto.

Le dimensioni del bambino

Il tuo bambino ora è grande all’incirca come una zucchina, con una lunghezza, dalla testa alle caviglie, di circa 34 centimetri, ed un peso di circa 680 grammi.

le dimensioni del bambino

Il tuo bambino ora è grande all’incirca come una zucchina(11), con una lunghezza, dalla testa alle caviglie, di circa 34 centimetri, ed un peso di circa 680 grammi(12).

venticinquesima settimana di gravidanza - feto schema
Il feto durante la venticinquesima settimana di gravidanza.

I cambiamenti nel corpo della donna

In questa settimana l’utero è grande all’incirca come un pallone da calcio, con un diametro – dal pube fino al punto situato a metà fra l’ombelico e lo sterno – di circa 25 centimetri.

Ora, per crearsi uno spazio, l’utero spinge altri organi, come i polmoni e l’intestino, e ciò comporta dolori e fastidi.

La ritenzione dei fluidi e l’aumento del volume sanguigno dovuti alla gravidanza, fanno spesso pressione sui nervi della mano, portandoti ad avere dita e palmi formicolanti ed intorpiditi (sindrome del tunnel carpale) .

Dato che il tuo corpo si sta preparando all’allattamento, potresti anche notare fuoriuscire dai capezzoli un liquido giallognolo (il colostro).

Ma nel tuo corpo ci sono anche dei cambiamenti in “positivo”: i tuoi capelli sono più lucenti e le tue unghie sono in rapida crescita. Ciò dipende dagli ormoni della gravidanza in circolazione.

Nel secondo e nel terzo trimestre  di gravidanza, l’aumento medio di peso (raccomandabile) è di circa 0.36-0.45 Kg alla settimana (se la mamma è partita da un peso normale).

Comunque è importante seguire una dieta corretta in modo che l’aumento di peso sia adeguato.

  • Se sei incinta di un solo bambino non hai bisogno di un supplemento maggiore di  300-400 calorie al giorno.
  • Se invece sei incinta di gemelli, il maggior livello calorico (raccomandabile) sale, durante la venticinquesima settimana, a circa 600 calorie  al giorno.

L’ecografia alla 25°settimana di gravidanza

Da questa settimana in poi, ad ogni visita prenatale il medico probabilmente controllerà la tua pressione sanguigna per individuare eventuali rischi di preeclampsia.

Potrebbe anche chiederti di fare il test della glicemia (se non lo hai già fatto) per individuare un eventuale diabete gestazionale.

Le donne con un alto rischio di questa patologia vengono spesso sottoposte anche ad un esame delle urine per individuare eventuali tracce di glucosio.

Il medico potrebbe anche raccomandarti di fare un’ecografia per valutare lo sviluppo del cervello e degli organi interni fetali.

Un’ecografia 3D -eseguita durante questa settimana- mostra il bambino che assomiglia ad una versione minuscola di sé stesso al momento della nascita.

Potresti scoprirlo a sbadigliare, a succhiarsi il pollice o perfino a strofinarsi gli occhi.

venticinquesima settimana di gravidanza - feto
Ecografia alla venticinquesima settimana di gravidanza - Foto flickr di Palmer House Photography.

I sintomi della venticinquesima settimana

In questa settimana potresti avvertire,

  • dolori al legamento rotondo dell’utero;
  • dolori articolari, ai fianchi ed alla schiena;
  • dolore alla cintura pelvica o disfunzione della sinfisi pubica;
  • dolore al coccige;
  • gonfiore di mani e piedi;
  • mancanza di fiato;
  • crampi alle gambe;
  • vampate di calore (per effetto degli ormoni della gravidanza);
  • indigestione e bruciori di stomaco;
  • meteorismo, gonfiore e costipazione;
  • rigidità addominale e contrazioni di Braxton Hicks;
  • occhi secchi e pruriginosi che potrebbero essere sensibili alla luce;
  • pelle sensibile;
  • smagliature;
  • esantema cutaneo pruriginoso, specialmente attorno al pancione, alla schiena ed alle cosce;
  • chiazze scure in varie zone della cute, specialmente sul viso (maschera della gravidanza);
  • infiammazione e, occasionalmente, dolore acuto attorno all’ombelico;
  • vene varicose ed emorroidi;
  • sbalzi d’umore improvvisi e depressione;
  • disturbi del sonno e sindrome delle gambe senza riposo;
  • minzioni frequenti.

Quando chiamare il medico

È opportuno che interpelli il medico in caso di:

  • sanguinamento vaginale con crampi addominali, un dolore alla parte bassa della schiena, un sensazione di pressione nella zona pelvica, contrazioni uterine, diarrea e perdite flebili di liquido chiaro (questi sintomi potrebbero indicare un parto prematuro);
  • prurito intenso senza esantema, specialmente alle mani ed ai piedi (potrebbe indicare una colestasi gravidica)(;
  • gonfiore improvviso del volto, di mani e piedi, associato a mal di testa persistente, stordimento, affaticamento estremo e alterazioni visive (potrebbe indicare un’ipertensione o una preeclampsia);
  • diminuzione del movimento fetale;
  • dolore o sensazione di bruciore durante la minzione, secrezioni gelatinose odorose, giallognole o verdognole o dense e bianche, e dolore alla parte bassa della schiena (potrebbero indicare un’infezione renale o una candidosi);
  • ti dovessi sentire sempre esausta, con una sete eccessiva, una nausea intensa e cambiamenti improvvisi nella vista (potrebbero indicare un diabete gestazionale);
  • un sanguinamento leggero a spotting, una pressione pelvica assieme a dolore pulsante alla schiena ed allo stomaco e cambiamenti nelle secrezioni vaginali (potrebbero indicare un’apertura della cervice);
  • nausea e vomito intensi assieme ad una diarrea che duri più di 24 ore.

Alcuni consigli utili per una gravidanza e un bambino sani

Anche nel corso di questa settimana,

  • mantieni un’igiene dentale appropriata, in quanto la gravidanza aumenta il rischio di gengivite (gengive infiammate e sanguinanti), la quale potrebbe portare ad una seria infezione chiamata periodontite, spesso associata ad un maggior rischio di preeclampsia e ad un travaglio e parto prematuri;

  • pratica dello yoga prenatale o giornalmente altri tipi di esercizio fisico leggero (a meno che il tuo medico non te lo sconsigli): smetti però se senti dei dolori o se sei molto stanca, stordita o senza fiato;
  • dormi sul fianco sinistro, in quanto dormire sulla schiena può ridurre il flusso sanguigno diretto alla placenta;
  • bevi molti liquidi in moda da ridurre la costipazione, l’affaticamento e le vertigini – prevenendo la disidratazione;

  • consulta il medico in ordine ad eventuali necessarie vaccinazioni, o un’iniezione di Rhogam (per le donne con Rh negativo): la somministrazione di immunoglobuline specifiche contro il fattore Rh, tramite un’iniezione intramuscolare sulla spalla, impedisce la produzione di anticorpi materni contro i globuli rossi del feto:

  • se stai pianificando di viaggiare nelle prossime settimane, parla con il tuo dottore riguardo alla possibilità di volare;

  • segui una dieta quotidiana con molti cibi ricchi di fibre (cibi integrali, frutta e verdura) in modo da evitare la costipazione;

  • è importante assumere una quantità adeguata di calcio per raggiungere la dose giornaliera raccomandata di 1000 mg;
  • I professionisti sanitari potrebbero consigliarti di fare gli esercizi di Kegel, che sono degli esercizi per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico;

  • Consulta il medico prima di assumere  qualsiasi tipo di farmaco, in quanto potrebbe avere controindicazioni anche gravi durante la gravidanza.

Video di ecografie alla 25°settimana

yt-sc-8-1280x720-c-default.png
yt-sc-9-1280x720-c-default.png

Vai alla tua settimana di gravidanza


***

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Per saperne di più...